10 consigli per non farvi rubare il cane

12 dicembre, 2016
 

I furti di cani ci sono sempre stati. Negli ultimi tempi si è però assistito alla nascita di vere e proprie bande specializzate in tale attività. Le vittime sono quasi sempre esemplari appartenenti a razze conosciute e richieste, la cui vendita risulta semplice da realizzare. Si sono verificati anche molti casi di sequestri. Se non volete che vi rubino il cane, seguite questi consigli.

Quando i cani vengono sequestrati, i rapitori osservano come i padroni affiggono cartelli per ritrovarli e ne approfittano per chiedere cospicue somme di denaro in cambio della restituzione del loro amico a quattro zampe.

Alcuni consigli per non farvi rubare il cane

Per evitare il furto del proprio cane, è necessario prendere delle precauzioni. Eccone di seguito alcune:

Autore: Juanedc
Autore: Juanedc
  • Se il cane è in giardino, dobbiamo assicurarci che non ci sia alcuna apertura da cui possa scappare.
  • È consigliabile fare degli esercizi con il vostro cane affinché si abitui a non aver fiducia degli estranei. In tal modo non si farà ingannare dall’offerta di un biscottino particolarmente appetitoso o di un gioco che gli piace da impazzire. Ci sono degli addestratori specializzati in questo tipo di insegnamenti.
 
  • Una medaglietta identificativa è molto utile se il cane si perde, se viene sequestrato o se scappa dai ladri.
  • Non dobbiamo mai lasciarlo uscire di casa solo, neanche per poco tempo o se conosce a memoria la strada. È molto importante che sia sempre accompagnato da qualcuno.
  • Il guinzaglio che utilizziamo con il nostro animale può essere un’eccellente misura di sicurezza. Non bisogna portare a spasso il nostro cane senza guinzaglio, soprattutto non in luoghi solitari o di sera.
  • Una cattiva abitudine è quella di lasciare il cane in macchina per fare la spesa o sbrigare faccende apparentemente veloci. Può essere il momento che i delinquenti aspettano per portarvi via il cane.
  • La sicurezza deve essere a vantaggio nostro e del nostro cane. È importante evitare strade buie, strette e poco frequentate, insomma qualsiasi luogo sospetto. Anche se ci sentiamo al sicuro col nostro mastino, in realtà non sempre è così.
  • Non solo i cani di razza attraggono le mire di questi delinquenti: anche i meticci particolarmente belli lo fanno.
  • Se ne avete l’occasione, potrete far mettere un microchip con GPS al vostro animale. Con questo strumento potrete rintracciarlo in caso si perda o venga rubato.
  • Non dobbiamo fidarci di nessuno sconosciuto, non lasciamo mai che il cane vada con chicchessia a realizzare qualsivoglia attività. 

Il microchip, alta tecnologia per localizzare i nostri animali

Il microchip si installa sotto la pelle del collo del cane, del gatto o del furetto. In tal modo, se l’animale si perde, è possibile leggere i dati con uno strumento simile a quello che si utilizza nei negozi per leggere i codici a barre. Questo sistema permette di localizzare il padrone dell’animale con più facilità.

 

Quando un animale si perde, o se viene abbandonato, il microchip costituisce un ottimo rimedio per localizzare i padroni e far in modo che l’animale torni a casa.

A volte chi si dedica al furto dei cani è in grado di nascondere i dati trasmessi dal microchip, impedendo così il ritrovamento dell’animale.

a-spasso-con-il-cane

Esiste un database per tutto il continente, Europetnet. Si tratta di un gruppo di associazioni che condividono i registri identificativi di tutti gli animali da compagnia che posseggono un microchip. È un registro unico, valido per tutti gli animali dell’Unione Europea.

Se il nostro animale si perde in uno qualsiasi dei paesi dell’Unione Europea, non bisognerà far altro che introdurre il numero di microchip nel sito di Europetnet per ottenere una lista dei luoghi in cui è stato l’animale sin dal momento della sua scomparsa.

Così sarà molto più semplice e sicuro viaggiare con il nostro migliore amico.