5 modi per prendersi cura di un gatto anziano

08 dicembre, 2016
 

Avere un animale è un’esperienza meravigliosa che comporta anche molte responsabilità. I nostri animali dipendono da noi, hanno bisogno delle nostre cure e attenzioni per poter vivere una vita sana. Tuttavia, dopo molti anni al nostro fianco e ormai vecchi, gli animali richiedono più cure del solito. Oggi parleremo di come prendersi cura dei gatti anziani.

La vecchiaia nei gatti

gatto-in-strada

A mano a mano che crescono, i gatti possono presentare vari acciacchi, come la perdita dell’udito, della visione e persino dell’olfatto. Per questo motivo, più crescono, maggiori saranno le attenzioni che dovremo dedicare loro affinché vivano una vecchiaia dignitosa.

Loro ci hanno accompagnato per tutta la vita, e nonostante la leggenda narri che i gatti abbiano sette vite, in realtà ne hanno una sola. Da noi dipende come la vivono.

Come bisogna comportarsi, dunque, per prendersi cura dei gatti in età avanzata? Qui di seguito riportiamo 5 consigli utili per occuparci dei gatti anziani.

1-Monitorate la loro alimentazione

Secondo il proverbio, siamo quel che mangiamo. Ebbene, lo stesso vale per i gatti anziani. Raggiunta la maggiore età, un gatto non potrà continuare a mangiare le stesse cose di quando era adulto, anzi: avrà bisogno di nutrienti e rinforzi non presenti negli alimenti normali.

 

I marchi di qualità propongono un’amplia varietà di mangimi per ogni tipo di animale, anche suddivisi per fasce d’età. Scegliete una linea per gatti anziani, che contenga al suo interno proteine, fosforo e il giusto livello di grassi per favorire il corretto funzionamento dell’organismo del vostro animale – oltre al rinforzamento del suo sistema immunitario.

Questo tipo di alimenti presenta inoltre una consistenza più tenera e facilmente masticabile.

2- Scegliete un bravo veterinario

Se non avete mantenuto lo stesso veterinario per tutta la vita del vostro gatto, è il momento di sceglierne uno esperto di questi animali e delle loro patologie.

Quest’aspetto è importante poiché i gatti sono famosi per la loro capacità di nascondere il proprio dolore, senza mai esteriorizzarlo. Sarà dunque fondamentale scegliere un veterinario esperto in grado di individuare ogni tipo di malattia felina – anche quando non è visibile all’esterno.

Questa caratteristica dei gatti è legata alla loro discendenza selvaggia: secondo la legge della giungla, un animale malato è un animale debole, e di conseguenza una preda facile. Un buon veterinario esperto di gatti potrà intuire facilmente il male che affligge il vostro animale anziano.

Una delle regole principali per prendervi cura di un gatto anziano, dunque, è portarlo dal veterinario almeno due volte all’anno.

3- Curate la sua igiene orale

I gatti anziani hanno un’alta predisposizione a soffrire di gengivite, infiammazione delle gengive che può scaturire in infezioni e nella perdita di appetito. Prendervi cura della sua igiene orale in casa, usando del dentifricio e uno spazzolino raccomandati dal veterinario, sarà il primo passo per preservare la buona salute dei vostri gatti anziani.

 

4- Non trascurate il suo pelo

Il pelo riflette lo stato di salute nei gatti anziani. Quando un gatto soffre per una patologia interna, per un’infezione o per qualsiasi altro problema di salute, il pelo sarà la prima parte del corpo a rivelare il disturbo.

Il pelo dell’animale perderà infatti brillantezza, vitalità e forza, cadendo in grandi quantità. L’età stessa influirà molto sul peggioramento del manto dell’animale; per evitare problemi più gravi, si consiglia dunque di dedicare del tempo alla cura del suo pelo.

Sul mercato troverete molti tipi di prodotti e vitamine che serviranno a mantenere sano il pelo del vostro gatto.

5- Non date al vostro gatto medicinali per l’uomo

gatto-mangia-da-mano-del-padrone

Una cosa da non fare mai è quella di dare al vostro gatto anziano medicinali per l’uomo, né alcun altro rimedio naturale fatto in casa che magari ha funzionato su di noi.

Dopo aver seguito questi cinque punti, la conclusione è chiara: l’unico modo corretto per prendersi cura di un gatto anziano è quello di seguire i consigli del veterinario. Aggiungete poi il vostro amore, tanta pazienza e affetto, e avrete la soluzione.

 

Sappiamo quanto è triste vedere il proprio gatto diventare ogni giorno un po’ più stanco, dopo una vita passata insieme. Ma questo è il ciclo della vita, ed è proprio in questi momenti che il vostro amore potrà fare la differenza ed incidere sulla qualità della sua vita. Lui ve ne sarà grato.