8 razze di cani inglesi da non perdere

31 maggio, 2018

La Gran Bretagna, formata da Inghilterra, Galles e Scozia, è da sempre uno dei territori più prolifici in termini di “creazione” di animali domestici e da lavoro. Ecco perché non sorprende che ci siano quasi 40 razze di cani inglesi, e che molti di loro siano molto popolari in tutto il mondo. In questo articolo vi parleremo dei più famosi cani nati e creati nell’antica Britannia.

Quali sono le razze di cani inglesi più famose?

Potremmo dire che una buona percentuale di cani inglesi ha superato confini e attraversato continenti, tanto che è possibile trovare queste razze un po’ ovunque. Dal momento che sarebbe impossibile descrivervi tutte le 40 varietà canine made in England, in questo articolo vi presenteremo quelle che sono più belle e popolari:

beagle tra razze di cani inglesi

1. Beagle

Questo eccellente segugio di media grandezza, veniva usato per cacciare conigli e lepri grazie al suo olfatto altamente sviluppato. Divennero famoso nell’era elisabettiana, poiché la regina era una fan della razza. Il Beagle ha orecchie grandi, manto con fino a tre colori (bianco, nero e marrone) e naso scuro. È molto calmo, allegro, un piccolo ma efficace cane da guardia, assai intelligente e determinato. È soggetto ad epilessia, ipotiroidismo e sovrappeso.

2. Bull Terrier

Appartiene al gruppo dei Terrier ed è una delle razze di cani inglesi per eccellenza. Una delle sue principali caratteristiche è la testa a forma triangolare e il muso allungato. È molto attivo, divertente, affettuoso e, sebbene siano per lo più bianchi, alcuni esemplari di Bull Terrier possono avere macchie tigrate o scure. Non richiede troppe cure, essendo un animale a pelo corto, ma ha bisogno di abbastanza esercizio per bruciare le energie in eccesso.

3. Bulldog

Questa razza è uno dei simboli dell’Inghilterra e sorse nel XVII secolo per via dei combattimenti tra cani, un pratica poi vietata a  partire dal 1835. Il suo aspetto è simpatico e “paffuto”, con le caratteristiche rughe su muso e spalle. La testa è molto grande, rispetto al corpo, che potrete trovare in tre colori (rosso, bianco e beige, striato tabby). Ha una personalità docile e calma e, per quanto riguarda la salute, può soffrire di problemi respiratori, per via della conformazione del muso.

4. Cavalier King Charles Spaniel

Un vero e proprio cane reale. Dal XVI secolo è stato usato come animale da compagnia dalla corte inglese (come si può vedere in molti dipinti dell’epoca). È piccolo, allegro, dinamico e appartiene al gruppo dei cani d’acqua. Prende il nome dal re Carlo II, un fanatico della razza. Deve essere portato fuori al guinzaglio perché tende ad inseguire tutto ciò che vede sul suo cammino.

5. Jack Russell Terrier

Un’altra delle razze di cani inglesi tra le più conosciute. In realtà, però, il paese in cui è maggiormente diffuso e popolare è l’Australia. Di piccole dimensioni e prevalentemente bianco (con alcune macchie marroni sulle orecchie e sul viso), è pieno di energie, indipendente, agile, forte e resistente. Gli unici difetti che ha sono che abbaia molto e tende a fare sempre buchi nel terreno.

6. Pointer inglese

È una razza di cani da caccia il cui nome è dovuto alla capacità di “indicare” la posizione di una preda. Le sue origini risalgono al XVII secolo, quando si diffuse l’uso del fucile nelle battute di caccia. Discende dal Bracco, ma ancora non è chiaro se di stirpe francese, inglese o spagnola. È dotato di un fiuto eccezionale, non si stanca mai di cercare tracce e può coprire grandi distanze, correndo, senza difficoltà.

pointer inglese attento in un bosco

7. Setter inglese

Mentre le origini della razza risalgono al Medioevo, in Francia, diversi esemplari furono portati in Inghilterra e incrociati con il Pointer. Poi apparvero altri Setter (Gallese, Irlandese, ecc.). La varietà è nata nel XIX secolo per lavorare nei campi. Si tratta di un cane di taglia media con pelo bianco e nero screziato (come un dalmata, ma a pelo lungo).

Per quanto riguarda il carattere, è facile da addestrare, attivo, amichevole, ha bisogno di compagnia continua e non ha un singolo proprietario, ma va d’accordo con tutta la famiglia e gli amici intimi. Dovrete addestrarlo quando è ancora cucciolo a causa della sua natura abbastanza “selvaggia”.

8. Norwich Terrier

È stato allevato per cacciare piccoli roditori, ha una personalità amichevole ed è stato convertito in un eccellente animale da compagnia. Il primo esemplare è nato nella regione della East Anglia, nel XIX secolo, ed è una razza sempre più rara da trovare, al di fuori del Regno Unito.