9 cibi che sono pericolosi per i conigli

05 febbraio, 2020
Consumate in eccesso, alcune foglie, frutta e verdura possono provare problemi di salute al coniglio. 
 

Alcuni cibi possono essere tossici o indigesti per gli animali, anche se a noi sembrano innocui perché fanno parte della nostra alimentazione. È importante conoscerli e in questa occasione vi parliamo dei cibi che sono pericolosi per i conigli.

La verdura, la frutta, gli ortaggi e le foglie fanno parte della normale alimentazione del coniglio, ma ci sono alcuni alimenti di cui questi animali non devono abusare.

Cibi che sono pericolosi per i conigli: alcune piante selvatiche

Prezzemolo e trifoglio rosso

Il prezzemolo contiene apiina, che in alte dosi può provocare danni ai reni e al fegato. Questo e atre sostanze conferiscono al prezzemolo la sua azione diuretica. Il prezzemolo possiede molte proprietà salutari in poche quantità; è fonte di vitamine e antiossidanti per via dei suoi oli essenziali apiolo e miristicina, ma bisogna fare attenzione alle dosi.

Il trifoglio rosso non è una pianta adatta per i conigli, in quanto produce molti gas. Se nella dieta dei vostri conigli è presente il trifoglio rosso, assicuratevi di mescolarlo in piccole quantità ad altri cibi e di raccoglierlo sempre prima che sbocci il fiore. Altre piante selvatiche possono essere molto tossiche, come la cicuta o la belladonna e non solo per i conigli.

Coniglio che mangia erba
 

Cibi che sono pericolosi per i conigli: verdura e ortaggi

Nella dieta del coniglio sono molto importanti le verdure a foglie verdi, soprattutto le foglie più scure che contengono una maggiore quantità di nutrienti, vitamine e minerali. Alcune, però, in eccesso possono provocare diversi problemi di salute.

Spinaci

Gli spinaci sono ricchi di vitamine A, acido folico, ferro e altri minerali come calcio, potassio e magnesio, ma contengono anche elevate quantità di ossalato di calcio che può essere tossico.

Un apporto molto alto di spinaci può causare calcoli delle vie urinarie, provocati dall’accumulo di questo composto. Nemmeno l’alfa alfa deve essere data in abbondanza ai conigli per via del suo alto contenuto di calcio.

Lattuga e cavolo

La lattuga è l’alimento che in genere diamo ai conigli, ma per via del suo alto contenuto d’acqua non bisogna abusarne, poiché può provocare diarrea, soprattutto la varietà iceberg. In particolar modo, bisogna fare attenzione quando la si dà ai conigli ancora piccoli. Allo stesso modo, il cavolo può causare diarrea e gas intestinali se dato in eccesso.

Patate

Le patate crude, incluse le loro foglie e gli steli, sono tossiche per i conigli. Se bollita, la patata è adatta per il consumo da parte dell’animale. Nonostante ciò, è sconsigliata per il suo alto contenuto di amido e il suo elevato apporto calorico.

Bisogna fare particolare attenzione ai semi delle patate, in quanto risultano velenosi per i conigli.

 

Broccoli

I broccoli contengono numerose proprietà benefiche, sono ottimi antiossidanti, ma al tempo stesso possono provocare gas intestinali se assunti in grandi quantità.

Anche la frutta tra i cibi che sono pericolosi per i conigli

La frutta in generale deve essere offerta in piccole quantità ai conigli per via del suo alto contenuto di acqua e zuccheri. Una dieta con un eccesso di frutta, più del 5% del piano alimentare, può causare diarrea ai conigli.

Dieta sana per i conigli

Mangimi di scarsa qualità

La quantità giornaliera di mangime deve essere razionata. È molto comune commettere l’errore di nutrire il coniglio solo con mangime. Una dieta basata solo su questi prodotti industriali alla lunga può provocare diversi problemi di salute:

  • Disturbi del transito intestinale a causa della bassa quantità di fibre della maggior parte dei mangimi.
  • Scarsa usura dei denti. I denti dei conigli non smettono di crescere e bisogna offrire essi alimenti ricchi di fibre per favorirne la naturale usura. Una crescita eccessiva dei denti è un problema molto diffuso tra i conigli domestici.
  • Obesità. Il mangime è in genere un alimento molto concentrato e un suo consumo eccessivo ogni giorno alla lunga può essere causa di obesità nel coniglio.
 
  • Calcoli delle vie urinarie. Il mangime presenta elevate concentrazioni di calcio e minerali che possono finire nella vescica e formare i calcoli.

L’ideale è elaborare una dieta varia a base di foglie, verdura, fieno e mangime in poche quantità per mantenere in salute il coniglio. È altrettanto importante che l’animale abbia sempre a disposizione acqua fresca e pulita.

  • A. Reyes-Munguía,  Zavala-Cuevas y A. Alonso-Martínez. Perejil (Petroselinum crispum): compuestos químicos y aplicaciones.
  • Centro veterinario barbanza. Alimentación del conejo.
  • La madriguera. Alimentación del conejo.