Affanno nei cani: tutto quello che dovete sapere

27 novembre, 2017
 

Perché i cani potrebbero presentare affanno? Quando è normale e in quali casi potrebbe indicare un problema di salute? Cosa fare se il mio cane ansima troppo? Ci sono razze che respirano più rapidamente o più rumorosamente di altre? La risposta a queste domande le troverete nel seguente articolo.

In cosa consiste l’affanno nei cani?

Si tratta principalmente di una respirazione accelerata e poco profonda che permette l’evaporazione d’acqua sulla lingua, nella bocca e nelle alte vie respiratorie degli animali. Mentre ciò accade, viene regolata la temperatura corporea.

E’ utile sapere che i cani non sudano come le persone e che l’affanno li aiuta a controllare il calore e a refrigerarsi un po’. Per questo è più comune in estate.

carlino nero con ciotola d'acqua soffre di affanno

Sebbene possa sembrare che un cane per respirare si sforzi molto, la cosa certa è che questo non è dovuto all’elasticità che presentano i polmoni e le vie respiratorie.

Il loro ritmo respiratorio normale include un massimo di 40 inalazioni al minuto. Quando hanno l’affanno, questo si eleva a 300. Esistono due tipi di affanno nei cani: normale e anormale.

Il primo si presenta quando il corpo si riscalda, ed è considerato normale. Il secondo può indicare che l’animale ha un problema di salute.

 

Come rendersene conto? Perché ha una respirazione eccessiva. Accade quando il suo corpo non è caldo o la temperatura dell’ambiente non è alta, ha un affanno molto rumoroso e si sforza molto per respirare.

D’altro canto, ci sono alcune razze più propense a presentare un affanno eccessivo dovuto alla forma del loro muso. E’ il caso del Bulldog, del Carlino, del Boxer o del Boston Terrier, (oltre ad altri cani brachicefali). Inoltre, questi soffrono molto le alte temperature e anche i viaggi in macchina.

Cause anormali dell’affanno nei cani

L’affanno potrebbe essere un segnale d’allerta al quale dovete prestare attenzione, poiché la vita del vostro cane potrebbe essere in pericolo. Quando può presentare un respiro affannoso e non essere normale? 

1. Colpo di calore

Una cosa è che il cane presenti un po’ di affanno perché la temperatura si è alzata in estate, e un’altra è che l’animale sia stato sotto il sole per varie ore. Quando il corpo si surriscalda, questi inizierà a respirare in modo affannato.

Se passato qualche minuto la situazione non migliora, e inoltre notate che ha gli occhi vitrei e le palpitazioni, è perché è stato colpito da un colpo di calore. Dovete rinfrescarlo con dell’acqua, farlo stare all’ombra o avvicinarlo ad un condizionatore o ad un ventilatore.

2. Dolore

L’affanno potrebbe essere un modo utilizzato dal cane per manifestare un malessere o un dolore fisico. E’ il suo modo di comunicare senza usare le parole. Fate attenzione soprattutto se all’improvviso inizia ad ansimare senza un motivo apparente. Portatelo dal veterinario il prima possibile.

 
cane color arancio a bocca aperta

3. Obesità

Una buona parte della popolazione canina soffre di sovrappeso a causa di una dieta non equilibrata o alla mancanza di esercizio fisico. L’obesità può accorciare la speranza di vita dell’animale ed evitare che sudi correttamente. Ciò provocherà affanno. Se il cane presenta una respirazione forzata quando cammina o mentre fa attività fisica (come cercare un gioco o salire le scale), talvolta può dipendere dall’eccesso di peso. Modificate la sua alimentazione e portatelo a passeggio tutti i giorni.

4. Malattie cardiache o polmonari

La cardiomiopatia dilatativa canina può causare affanno e molto altro: addome dilatato, respirazione pesante, tosse, svenimenti, debolezza e mancanza d’energia.

5. Stress o paura

Quando un cane è nervoso per via di qualche situazione stressante, per esempio per i fuochi d’artificio durante l’ultimo dell’anno, può cominciare ad ansimare. Inoltre, si comporterà in modo diverso dal solito, tremando, provando a nascondersi e perfino facendo i bisogni in casa.