Come aiutare gli animali in Italia?

14 dicembre, 2016
 

In Italia esistono svariate organizzazioni, fondazioni e associazioni il cui è scopo è quello di aiutare gli animali. Alla base della loro missione sta l’idea che il rispetto, l’amore e l’affetto che proviamo per loro diventino il motore della lotta quotidiana in favore di tutti quei fedeli animali costretti a subire i maltrattamenti che alcuni uomini riservano loro.

Trovare loro un posto felice in cui vivere

cani di diverse razze

Autore: Vicki Warwick

Per renderci utili per i nostri amici animali, è importante trovare un luogo adeguato in cui essi possano ricevere amore, amicizia e lealtà. È anche bene dare il proprio contributo per controllare la popolazione di cani e gatti randagi. Quello che farete è un servizio per la società, contribuendo a migliorare la sanità, la solidarietà e la sicurezza nelle nostre città.

Le opzioni in Italia al riguardo sono molte. Diventare socio di un’associazione per la protezione animali, adottare a distanza, adottare in casa un cane o un gatto, denunciare i maltrattamenti e contribuire così a diffondere il rispetto per gli animali, evitare le gravidanze non previste, e via dicendo.

 

Come aiutare gli animali

Di seguito vi illustreremo alcuni modi per aiutare gli animali bisognosi.

Diventare soci di un’associazione per la protezione animali

Tra le opzioni volte ad aiutare le associazioni di questo tipo, è possibile: collaborare alle campagne di sensibilizzazione per l’adozione, appoggiare iniziative legali, partecipare e fare pubblicità per eventi o conferenze relative al tema, così come aiutare in qualsiasi altro modo i centri di accoglienza.

Le organizzazioni che comprendono anche uno o più rifugi di accoglienza per animali, avranno inoltre bisogno di aiuti per dare da mangiare alle creature che ospitano, oltre che per offrire loro delle cure sanitarie appropriate. Inoltre, dovranno farsi carico dei costi di mantenimento delle installazioni.

I soci rappresentano un elemento fondamentale per il mantenimento di queste associazioni. La decisione di associarsi e donare la propria quota in difesa degli animali diventa dunque un’azione fondamentale per proteggere i nostri amici più bisognosi.

La prima cosa da fare è selezionare un’associazione la cui missione sia concorde con le idee di chi si vuole associare. Le quote e le prestazioni (che spesso comprendono anche la ricezione a casa della loro rivista), variano in base all’associazione.

Adozione a distanza

L’adozione a distanza consiste nel donare periodicamente una quantità di denaro prestabilita. In questo modo, chi adotta può contribuire in prima persona al mantenimento degli animali recuperati e che vivono nei canili. Alcune associazioni inviano un album con le foto degli animali e una breve storia di ognuno alla persona che si accinge a diventare “padrino”.

 

Adottare in casa

L’adozione in casa è una scelta non soltanto solidale, ma anche necessaria. In Italia i canili sono stracolmi di animali in cerca di una casa.

Adottare un cane o un gatto in maniera responsabile è il miglior modo per offrire una casa ad un animale bisognoso, offrendogli inoltre tutto il proprio affetto e le proprie attenzioni. Alcuni dati sull’adozione in Italia affermano che all’incirca la metà dei cani presenti nei canili e nei centri di accoglienza per cani finiscono per andare in adozione.

Evitare gravidanze indesiderate

Ogni anno i canili si trovano ad accogliere grandi quantità di cani e gatti provenienti da gravidanze indesiderate. Spesso, inoltre, i cani raggiungono i canili per motivi di trasloco dei loro padroni, altre volte per ragioni economiche. Un buon rimedio per risolvere il problema delle gravidanze indesiderate è quello della sterilizzazione.

Denunciare i maltrattamenti

Anche denunciare i maltrattamenti è un’importante azione di carattere sociale a favore degli animali. Le autorità italiane raccolgono ogni anno migliaia di denunce di maltrattamenti e violenza contro gli animali, compresi colpi, abbandoni, mancanza di cure e alimentazione, torture, etc.

L’impegno dei cittadini per denunciare e rendere noti alle autorità competenti i casi di maltrattamento sugli animali, implica un’azione solidale e rapida da parte loro contro questo tipo di atti illegali.

Un’altra opzione è quella di denunciare i video che mostrano scene di maltrattamento sugli animali caricati su Internet. Le denunce possono essere fatte tramite le forze dell’ordine – Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Vigili Urbani etc. – o rivolgendosi direttamente alle associazioni per la difesa degli animali, che spesso dispongono di un ufficio di consulenza giuridica.

 

Diventare volontari per aiutare gli animali

canile

È bene sapere che ogni associazione di protezione animali dispone di una propria politica per la selezione di volontari che li aiutino nel loro lavoro quotidiano. Se siete interessati a collaborare con un’associazione di questo tipo, provate a contattarla tramite telefono o posta elettronica.

Le associazioni prenderanno nota dei dati della persona che si propone come volontaria. I volontari verranno poi inseriti in una lista, allo scopo di poter essere chiamati quando c’è bisogno di loro.