Asma felina nei gatti: come accorgersene?

22 ottobre, 2020
La tosse del vostro gatto potrebbe essere causata da qualcosa di diverso di un semplice bolo di pelo. Potrebbe trattarsi di asma felina scatenata da un'allergia o da eccessivo stress.

L’asma felina è molto simile all’asma umana. È un’infiammazione cronica che riguarda i condotti polmonari del gatto. Quando si verifica un attacco d’asma, questi condotti si ispessiscono e si contraggono, rendendo difficile la respirazione al gatto.

Questa condizione causa la sindrome da distress respiratorio che può aggravare le condizioni del gatto in pochi minuti. I polmoni possono anche iniziare a scaricare del muco nelle vie aeree, provocando attacchi di tosse e respiro sibilante.

Alcuni gatti con sintomatologie più lievi hanno solo una tosse leggera, ma cronica. Poiché l’asma felina può diventare rapidamente un problema di salute potenzialmente letale, quando un gatto ha la tosse è opportuno portarlo subito dal veterinario.

Sintomi generali dell’asma felina

  • Tosse persistente.
  • Respiro affannoso.
  • Fiato corto.
  • Tosse con muco schiumoso.
  • Bocca aperta per respirare.
  • Labbra e gengive blu.
  • Respirazione affannata dopo gli sforzi.
  • Debolezza generale e letargia.
Veterinaria che visita un gatto con problemi respiratori.

Cosa causa l’asma felina?

Sebbene ci siano una serie di fattori che contribuiscono all’asma felina, si ritiene che si sviluppi a causa della bronchite allergica. La bronchite allergica si verifica quando le vie aeree nei polmoni si infiammano a causa dell’inalazione di un allergene o di un’altra sostanza che stimola il sistema immunitario.

I fattori che possono contribuire alla gravità di un attacco d’asma sono:

  • Allergeni: inclusi polline, muffe, polvere di lettiera per gatti, fumo di sigaretta, profumi e alcuni alimenti.
  • Malattie cardiache preesistenti.
  • Parassiti.
  • Eccessivo stress.
  • Obesità.

Si possono associare sintomi simili a quelli dell’asma felina anche ad altre malattie come la filariasi, la presenza di parassiti dell’apparato respiratorio, tumori, insufficienza cardiaca e polmonite.

Alcune razze di gatti sono più soggetti ad avere l’asma felina?

L’asma felina si sviluppa generalmente nei gatti di un’età compresa tra i due e gli otto anni di vita, con un’incidenza maggiore nelle femmine rispetto ai maschi. I gatti siamesi e himalayani e le razze miste sembrano soffrire di asma con più frequenza rispetto alle altre razze.

Cosa devo fare se penso che il mio gatto abbia l’asma?

Se pensate che il vostro gatto abbia l’asma, portatelo subito dal veterinario. Questo professionista eseguirà un esame fisico e molto probabilmente consiglierà dei test diagnostici per scoprire quale possa essere la causa del problema.

Veterinario che esegue un esame fisico ad un gatto con problemi respiratori.

Come avviene la diagnosi dell’asma felina?

Poiché i sintomi dell’asma possono essere simili a quelli di altre malattie come la filaria, la polmonite e l’insufficienza cardiaca congestizia, è molto importante che il veterinario determini con esattezza la causa degli attacchi.

Non ci sono dei test specifici per rilevare l’asma, ma di solito si fa una radiografia, degli esami del sangue, dei test sulla presenza di parassiti e si analizzano le secrezioni bronchiali per escludere altre cause.

Come può essere trattata l’asma felina?

Anche se non esiste una vera e propria cura per l’asma felina, esistono diversi modi per poter gestire la malattia con successo. Una terapia efficace può includere dei farmaci che aprono le vie aeree, riducono l’infiammazione o modificano la risposta immunitaria del corpo. Come per l’asma umano, il farmaco si somministra attraverso un inalatore appositamente adattato per i gatti.

Come posso evitare gli attacchi di asma del mio gatto?

  • Fate esaminare regolarmente il gatto per verificare se sono presenti dei parassiti.
  • Riducete l’esposizione allo stress dell’animale. Lo stress tende a peggiorare i sintomi dell’asma e delle allergie.
  • Nelle zone in cui vive in gatto, non usate profumi, deodoranti per ambienti, deodoranti per tappeti, lacche, detergenti spray, ecc.
  • Evitate l’uso di lettiere per gatti che producono molta polvere, lettiere profumate o additivi per lettiera.
  • Gli ambienti secchi favoriscono gli attacchi di asma. Quindi, umidificate gli ambienti in cui vive il gatto, soprattutto durante i mesi invernali.
  • Incoraggiate il vostro gatto a fare attività fisica ed evitate che sia in sovrappeso.

Molto importante: nessun gatto deve essere esposto al fumo di sigaretta. Se ha l’asma, non farete altro che peggiorare le sue condizioni.

  • https://www.bluecross.org.uk/pet-advice/caring-cat-asthma
  • https://www.thesprucepets.com/treat-feline-asthma-555454