Azienda spagnola inventa paletta di cartone per raccogliere le feci del cane

17 marzo, 2017
 

Le passeggiate giornaliere con il vostro cane sono un ottimo momento per rilassarvi e relazionarvi con il vostro animale domestico. Tuttavia, dato che nulla è perfetto, sapete che prima o poi dovrete chinarvi per raccogliere le feci del vostro amico peloso. Per questo compito, di solito si usano sacchetti di plastica, ma adesso sul mercato vi è una paletta in cartone riciclato. Vi raccontiamo alcuni dettagli. 

In cosa consiste il dispositivo in cartone per raccogliere le feci dei cani?

Questo utensile si chiama Ecopoop ed è stato pensato da un’azienda valenziana, che lo definisce un “raccoglitore di escrementi ecologico.

Il dispositivo funziona come una paletta per raccogliere le feci, ma poi si trasforma in una scatola con manici per sigillare il contenuto e può essere gettata nei contenitori dei rifiuti organici per la sua totale decomposizione.

Tuttavia, l’obiettivo dei suoi ideatori è anche sensibilizzare la gente. Per questo motivo, gli hanno dato una forma che permette di attaccarlo al guinzaglio del cane. Ai lati dell’utensile è possibile leggere la scritta “Yo sì lo hago” (Io lo faccio), per invitare tutti i padroni a raccogliere gli escrementi dei propri animali.

È stato presentato un nuovo dispositivo per raccogliere le feci dei cani. Si tratta di una paletta in cartone riciclato che poi si trasforma in una scatola che sigilla gli escrementi e che può essere gettata nei contenitori dei rifiuti organici.

Un’opzione ecologica ai sacchetti di plastica

 

Ecopoop è stato pensato come un’alternativa ai sacchetti di plastica il cui uso, secondo le normative dell’Unione Europea, dovrebbe essere ridotto nei prossimi anni.

Tra i benefici che offre questo dispositivo, in base a quanto segnalato dai suoi inventori, vi sono:

  • Il cartone è biodegradabile ed impiega tra i 4 ed i 6 mesi a degradarsi. I sacchetti di plastica resistono circa 150 anni.
  • Migliora la sensazione al tatto, poiché il cartone agisce come una barriera tra le mani e gli escrementi. Con i sacchetti, beh lo sapete già…
  • Riduce il contatto visivo con le feci.

Campagna per sensibilizzare sulla raccolta degli escrementi degli animali domestici

In Spagna vi sono circa 5.400.000 cani censiti. I dati appartengono all’Associazione Nazionale di Fabbricanti di Alimenti per Animali da Compagnia (ANFAAC). Se questo numero viene moltiplicato per la quantità di volte che fanno i loro bisogni, è possibile avere un’idea di quanto sia importante disfarsene nel modo più ecologico e civilizzato possibile.

E non si tratta solo di un fatto di educazione, perché anche se a nessuno piace finire sugli escrementi di un cane  in uno spazio pubblico, bisogna anche essere consapevoli del fatto che si tratta di un ricettacolo di malattie, soprattutto per bambini ed anziani.

Per contribuire a sensibilizzare la gente affinché capisca quanto sia importante raccogliere i bisogni degli animali domestici, l’azienda creatrice di Ecopoop ha lanciato alcune campagne con l’aiuto di diversi municipi del comune della città di Valencia, sempre sotto il lemma “Io lo faccio”. Tra essi:

 
  • Denia
  • Vinaròs
  • Peñíscola
  • Rafelbunyol
  • Tavernes Blanques
  • La Pobla de Vallbona
  • Museros
  • Gilet
  • Massamagrell
  • Alcàsser
  • Albuixech
  • Tales

Con conferenze e tramite volantini informativi, e’ diretta a tutta la popolazione, ma soprattutto ai bambini, la campagna cerca di creare una coscienza sull’importanza della raccolta degli escrementi dei cani che è possibile trovare per strada.

Non dimenticate di raccogliere le feci del vostro cane

Il dispositivo Ecopoop è stato presentato l’anno scorso alla Fiera Internazionale delle Soluzioni Ambientali tenutasi a Valencia. In Spagna è già in vendita da tempo in pacchetti da 60 unità (per un mese intero) oppure da 180.

Tramite il web, inoltre, si può accedere ad un video con le istruzioni per l’uso. Con le varie pieghettature, l’utensile può essere attaccato al collare del cane, poi si trasforma in una paletta per raccogliere le feci ed, infine, diviene una scatola da chiudere e da gettare.

Sono sempre benvenute le alternative ecologiche che contribuiscono a risolvere temi che preoccupano, o che dovrebbero preoccupare, tutti i giorni chi ha un animale domestico. Il punto è, qualsiasi metodo si utilizzi, farsi carico degli escrementi del proprio cane. Se il modo impiegato, inoltre, è amico della natura, ancora meglio!

Fonte dell’immagine principale: www.elmundo.es