Il calcolo delle calorie nell'alimentazione dei cani

13 agosto, 2020
La quantità di calorie presente nell'alimentazione di un animale domestico varia in base ad alcuni fattori, tra i quali l'età, le dimensioni e la razza.

Ogni animale domestico presenta bisogni nutrizionali differenti, che dipendono da numerosi fattori, come l’età, il sesso, lo stato riproduttivo o le dimensioni dell’animale. È molto importante scegliere un’alimentazione di buona qualità e adeguare la quantità di calorie presenti nel pasto dei nostri cani.

Il calcolo delle calorie per i cani

Non esiste una quantità esatta prestabilita di calorie per gli animali domestici, perché le calorie che un animale ha bisogno di consumare dipendono da numerosi fattori, che è importante conoscere per evitare di sovralimentare l’animale o peggiore il suo stato di salute:

  • Età.
  • Dimensioni.
  • Peso ideale. Non deve necessariamente corrispondere al peso effettivo dell’animale: si tratta di quello giudicato migliore in base alle sue dimensioni, alla sua razza e alla sua età.
  • Attività quotidiana. Le confezioni di molti mangimi specificano la razione quotidiana destinata a un cane che svolge alta, media o bassa attività quotidiana.
  • Malattie o patologie sofferte dall’animale.

In natura, i lupi ingeriscono grandi quantità di cibo in poco tempo, quando questo è disponibile. Per questa ragione, i cani possono mangiare una sola volta al giorno, dal momento che il loro stomaco è in grado di sopportare una notevole distensione. Tuttavia, nel caso dei cani adulti è consigliabile suddividere il cibo in due pasti.

La distribuzione delle razioni distribuisce il carico sullo stomaco e favorisce una digestione migliore. In razze di piccola taglia, il metabolismo è più veloce e la suddivisione in razioni consente di distribuire in maniera più omogenea l’energia nel corso della giornata. In razze di grandi dimensioni aiuta a prevenire la torsione dello stomaco, un problema comune.

Le caratteristiche dell'alimentazione, come la quantità di calorie, varia in base a numerose caratteristiche dell'animale. Tagliere con alimenti di vario tipo.

Un mangime per ogni età

Il motivo per il quale esistono diversi formati di uno stesso mangime consiste nella diversa ingestione di calorie di cui animale ha bisogno. Come abbiamo detto, questa quantità varia in base a diversi fattori, tra i quali l’età e le dimensioni dell’animale domestico.

Nelle righe che seguono esemplifichiamo i diversi bisogni nutrizionali dei cani in base all’età:

Calcolo delle calorie per i cani cuccioli

Dopo l’allattamento, il cane inizia a poco a poco a consumare cibo secco. A partire dai due mesi fino all’età adulta, il fabbisogno di energie e proteine per il suo corretto sviluppo è alto. Approssimativamente, i cuccioli devono consumare quotidianamente circa 3.500 – 4.500 kcal/kg di cibo per cani di taglia grande e media, e 3.200 – 3.800 kcal/kg per razze di taglia piccola.

In questa fase si consiglia di suddividere l’assunzione del cibo in tre pasti. Inoltre, possiamo approfittare dei momenti che seguono i pasti per passeggiare e insegnare all’animale a fare i suoi bisogni all’esterno della casa.

L’alimentazione di un cane adulto

È all’interno di questo ventaglio di possibilità che troviamo la maggiore varietà, perché il livello di energia consigliato contenuto nel cibo per un cane adulto non propenso all’obesità si aggira tra 3.500 e 4.500 kcal/kg al giorno.

Per cani obesi o predisposti all’obesità, esistono mangimi light che offrono il 30% in meno di energia. Viceversa, sono disponibili anche cibi ad alto contenuto energetico, per cani che svolgono un’intensa attività quotidiana, come quelli che praticano sport vigorosi.

Diverse ciotole con alimenti vari: calcolo delle calorie per gli animali domestici.

L’alimentazione di un cane anziano

Come regola generale, il fabbisogno energetico di un cane anziano sano è minore, perché l’animale immagazzina più grassi e la sua attività metabolica si riduce, così come la temperatura corporea; in generale, poi, questi animali diventano più lenti e meno attivi. Per questa ragione è necessario fornire solamente 3.000 o 4.000 kcal/kg di cibo al giorno, per evitare l’obesità.

Se l’animale soffre di una qualche malattia, inoltre, è necessario ricorrere a un tipo di alimentazione che si adatti al suo problema (proporzione minore di un qualche ingrediente, presenza di un elemento aggiuntivo, l’abbassamento o l’eliminazione del contenuto di un nutriente…). A volte, una corretta gestione dietetica si rivela fondamentale, per trattare i sintomi di una malattia.

Il calcolo delle calorie per i cani e la giusta alimentazione

Un’alimentazione fornita in una quantità adeguata è fondamentale per aiutare la crescita del cucciolo e prevenire la comparsa di malattie nel corso dell’età adulta o nella vecchiaia. La quantità, però, non è l’unico aspetto importante.

Oltre a calcolare le calorie nel cibo degli animali domestici, la qualità dell’alimento e la varietà e le proporzioni dei suoi ingredienti sono i fattori principali di cui dobbiamo tenere conto per garantire loro una buona alimentazione.

  • McDonald, Edwards, Grennhalgh y Morgan. Nutrición animal.Zaragoza, Editorial Acribia, 1995.
  • Hand, Tharcher, Remillard y Roudebush. Nutrición clínica en pequeños animales. Buenos Aires; Panamericana, 2000.
  • Guía de nutrición Hill’s.