Un cane randagio entra in chiesa e riceve la benedizione del prete

19 ottobre, 2016
 

Un cane randagio è entrato in una chiesa durante la messa e il prete lo ha benedetto. È accaduto nella parrocchia di São José Operário a Sorocaba (Brasile). Come spesso accade di questi tempi, il momento è stato immortalato e postato sui social network.

“Waguinho” e il cane randagio

Il protagonista umano di questo fatto curioso è padre Wagner Ruivo, detto “Waguinho”. Il sacerdote ha commentato: “Ho imparato che l’amore di Dio deve arrivare a tutti. Sì. A tutti”.

Del cane, invece, si sa ben poco. Secondo il sacerdote si era forse smarrito; non aveva l’aspetto di un cane che avesse vissuto per molto tempo in strada.

Di certo nessuno lo aveva mai visto prima e dopo la benedizione è scomparso. Il sacerdote ha aggiunto che se dovesse affacciarsi nuovamente in chiesa, sarà più che benvenuto. Come un membro qualsiasi della parrocchia.

La foto di un cane randagio, che entrando in chiesa ha ricevuto la benedizione del sacerdote, è diventata virale in rete. Speriamo che l’immagine serva a risvegliare le coscienze sul rispetto che dobbiamo a tutti gli animali.

Essere o apparire, questo è il problema

Atteggiamenti positivi, come quello del sacerdote, possono stimolare non solo buoni sentimenti, ma anche azioni concrete. Soprattutto verso gli animali che si trovano in stato precario o in difficoltà.

Purtroppo, sappiamo bene che andare in chiesa tutte le domeniche o professare un’altra religione, non ci dà il patentino di “brave persone”. La strada da percorrere è ancora lunga, per educare, portare alla coscienza temi come l’abbandono, il maltrattamento, l’atteggiamento responsabile verso gli animali.

 

La religione e gli animali

Padre Ruivo racconta che il cane ha fatto irruzione nella chiesa proprio mentre stava predicando l’amore verso tutti gli esseri viventi. Ha quindi colto l’occasione per ricordare il messaggio di Papa Francesco. Nella sua lettera “Cura della casa comune” il Papa chiede di proteggere il pianeta e tutti gli esseri che lo abitano.

Religione e protezione degli animali non sono temi inconciliabili o, almeno, non dovrebbero esserlo. Non tutte le religioni affrontano la questione nello stesso modo. L’argomento è complesso e va al di là delle pretese di questo articolo. È importante sottolineare, però, che con sfumature diverse, la religione parla di rispetto verso tutti gli esseri viventi e di ricerca dell’armonia con la natura.

Speriamo che, oltre alla foto di Waguinho e il cane, diventi virale anche il rispetto verso tutti gli esseri viventi della terra. Amen.

Fonte dell’immagine: Pagina facebook dil Padre Wagner Ruivo