Sapevate che i cani riconoscono il tono di voce?

05 aprile, 2017
 

I cani percepiscono i sentimenti impliciti nel nostro tono di voce. Il loro cervello è in grado di processare quello che si dice, ma anche le intenzioni e le emozioni nella voce umana.

Secondo alcuni studi, i cani conoscono l’umore dei propri padroni e le loro intenzioni proprio grazie alle emozioni che trapelano dal tono di voce. Tutto questo potrebbe spiegare il motivo per cui ci obbediscono.

Perché riconoscono il nostro tono di voce?

I risultati di diversi studi hanno dimostrato che il sistema di elaborazione del linguaggio nel cervello dei cani si divide in due emisferi, in un modo molto simile rispetto a quel che succede nell’uomo.

Proprio come noi, infatti, ciascuno dei due emisferi cerebrali dei cani è specializzato nella comprensione di diversi aspetti della comunicazione. Da una parte il linguaggio direttamente comprensibile (parole e frasi), dall’altra il linguaggio non verbale (gesti e intonazione).

Il prossimo passaggio da approfondire sarà capire se la capacità di riconoscere il nostro tono di voce sia il prodotto dell’evoluzione dei cani come specie, o se sia legata al processo di addomesticazione portato avanti dall’uomo.

 

I cani possono dunque comprendere alcuni aspetti del linguaggio umano in maniera simile a noi, una capacità che si è rivelata fondamentale nei secoli per la loro addomesticazione.

Quale padrone di cane non ha mai pensato almeno una volta che il suo amico a quattro zampe comprendesse quello che gli diceva?

Il tono di voce, al di là delle parole

Alcuni esperti ritengono che i cani siano in grado di riconoscere alcuni passaggi delle conversazioni umane, e persino alcuni fonemi all’interno delle frasi.

Durante una conversazione, le parole non sono tutto. Elementi come l’intonazione giocano un ruolo importante nella comunicazione, e svariate parti del cervello si occupano di processare tali sfumature.

Il processo di addomesticazione

Come è avvenuto il processo di adattazione che ha portato i cani a saper riconoscere il nostro tono di voce? L’addomesticazione del cane, la capacità di questo animale di rispondere agli ordini dell’uomo, ha giocato un ruolo fondamentale nel suo adattamento. Non è da scartare l’ipotesi che si tratti di una caratteristica comune a varie specie di mammiferi.

Un’altra particolarità è legata al fatto che i cani sanno distinguere, soltanto ascoltando la voce, se colui che parla è uomo o donna, proprio come farebbe una persona, e sono persino in grado di associare la voce ad un volto.

Diversi scienziati ritengono inoltre che l’intelligenza di un cane sia paragonabile a quella di un bambino di due anni.

Come sono stati condotti gli studi?

 

Durante i test, il team di ricercatori ha riprodotto svariati messaggi vocali pre-registrati analizzando la reazione degli animali coinvolti. Alcuni riproducevano una voce che diceva “vieni qui” in modo monotono, senza intonazione. Altri non dicevano nulla di comprensibile ma usando un tono di voce positivo.

In base al lato verso cui si girava la testa del cane, è stato possibile stabilire quale emisfero cerebrale aveva processato per primo l’informazione. In altre parole, se il cane guardava a sinistra significava che il suono era stato sentito con maggior intensità da quel lato.

I risultati del test sono serviti a confermare come il cervello dei cani sia sotto questo aspetto molto simile a quello dell’uomo. 

Alcune delle razze più intelligenti

Nonostante ogni cane sia in sé unico e all’interno di ogni razza possono esserci esemplari dalle caratteristiche diverse, esistono alcune razze di natura più “attive e sveglie” di altre.

Il Rottweiler e il Labrador, per esempio, sono rinomati per la loro intelligenza. Per via delle loro forti mandibole e denti, i Rottweilers sono talvolta usati come cani poliziotto.

 

Il Labrador, da parte sua, è uno dei cani più intelligenti al mondo ed anche una delle razze più diffuse, usata per svolgere moltissimi ruoli. Sono originari della città di Terranova e sono stati originariamente addestrati per cacciare uccelli acquatici.

Con il passare del tempo, i Labrador sono stati introdotti a nuove attività. Molti di loro vengono usati dalle forze pubbliche come cani anti bomba o anti droga. Qualsiasi cane possa essere addestrato per questo tipo di attività è da ritenersi un cane intelligente.

I Labrador, inoltre, vengono usati per il salvataggio in acqua, mentre molti sono addestrati per il supporto a persone con invalidità, soprattutto non vedenti. Questi animali possono infatti imparare a guidare un essere umano senza badare ad alcuna distrazione.