Cani da salvataggio in acqua, l'ultima novità

20 febbraio, 2017
 

Abbiamo già parlato delle numerosissime professioni che i cani svolgono con grande impegno. Oggi vi parleremo di una novità, ovvero dei cani da salvataggio in acqua. Si tratta di un lavoro pericoloso che richiede coraggio, uno stato fisico ottimale e tanto allenamento. Siete curiosi di scoprire di più su questi meravigliosi esemplari che vegliano su di voi mentre fate il bagno?

ECSAR, l’associazione senza scopo di lucro pioniera in questo campo, ha creato un progetto  per addestrare i cani per il salvataggio acquatico, ottenendo ottimi risultati. Vediamo insieme cosa fanno e come lo fanno.

Come addestrare un cane per il salvataggio in acqua

Il progetto prende in considerazione differenti metodi per l’educazione dei cani al salvataggio acquatico, sia sul piano professionale che personale.

cane da salvataggio

Fonte: pagina Facebook di Texas Task Force 1

Il salvataggio acquatico come sport

Se desiderate che il vostro cane acquisisca qualche nozione al riguardo per assicurarvi che sia pronto al salvataggio in caso di bisogno per voi o per la vostra famiglia, o anche semplicemente per fargli vivere un’esperienza diversa, questo è il corso che fa al caso vostro.

 

Al termine dell’addestramento, il vostro cane non potrà dedicarsi al salvataggio acquatico professionale, ma potrà comunque svolgere uno sport che gli consentirà di imparare qualcosa di nuovo. Inoltre, il vincolo fra di voi si rinforzerà e sarà unico.

Tra gli altri benefici di tale attività troviamo il potenziamento dei muscoli e delle ossa dell’animale, la riabilitazione per cani che soffrono di artrosi o altri problemi alle articolazioni, la cura di lesioni, il miglioramento della coordinazione e molto altro ancora.

Naturalmente, questo sport si rivelerà al tempo stesso un gioco: il vostro cane si divertirà tantissimo migliorando il suo stato d’animo e lo stato di salute del suo cuore.

Il salvataggio acquatico come professione

In questo caso si creerà un’equipe, mettendo in coppia un soccorritore e un cane. Qualsiasi cane può essere addestrato per il salvataggio in acqua, non importa la sua razza. L’unico requisito è che ami l’acqua, che goda di una buona resistenza fisica e che sia coraggioso.

Dovrà inoltre essere un animale forte e saper creare un legame speciale con il suo compagno di squadra, che dovrà poter contare su di lui come fonte di appoggio in ogni circostanza. Inoltre, alcune operazioni potrebbero prevedere il recupero di un’imbarcazione o la percorrenza a nuoto di svariati metri.

Caratteristiche professionali per cani da salvataggio in acqua

Anche se la razza non è importante, i cani destinati al salvataggio in acqua dovranno avere alcune caratteristiche particolari per svolgere al meglio il loro lavoro.

 
  • Pelliccia. Poiché passerà moltissimo tempo a bagno, il pelo del cane dovrà essere resistente all’acqua ed avere caratteristiche tali da impedire che l’acqua si infiltri nella pelle, altrimenti correrà il rischio di contrarre malattie o infezioni.
  • Le dita. L’ ideale per questa professione è che tra le dita del cane sia presente una membrana interdigitale, simile a quella delle papere, che lo aiuterà a nuotare e gli conferirà maggior forza nella spinta e nel nuoto.
  • L’età. Quanto prima si comincia ad addestrare un cane per il salvataggio in acqua, migliori saranno i risultati. I cani adulti potrebbero infatti aver già sviluppato manie che saranno difficili da eliminare. Ciò non vuol dire che un cane adulto non possa essere addestrato, ma soltanto che potrebbe presentare maggiori difficoltà nell’apprendimento dei compiti, al contrario di un cucciolo.

ARCAR, un altro centro per l’addestramento di cani da salvataggio in acqua

cane-in-piscina

ARCAR, in Argentina, è un’altra tra le scuole senza scopo di lucro più famose per l’addestramento di cani da salvataggio in acqua. Grazie a questa scuola, l’Argentina può contare su un numero considerevole di cani allenati e pronti a salvare le persone in caso di pericolo in acqua.

 

Grazie ad iniziative come queste, al giorno d’oggi possiamo contare su centinaia di cani addestrati al salvataggio in acqua e capaci di salvare la vita a noi umani. Un lavoro che si aggiunge alla lista delle professioni che i cani svolgono con tutto l’amore, la perseveranza e il coraggio di cui sono capaci. Un motivo in più per esser loro grati.