Cani timorosi

07 gennaio, 2016
 

Molto spesso è facile incontrare cani timorosi o addirittura timidi. La prima cosa da fare in questi casi è cercare di capire di cosa hanno paura, per poter comprendere meglio da cosa dipendono le loro reazioni.

Peché i cani hanno paura?

Una delle cause può essere la loro timidezza connaturata, ma i cani provano anche una paura, per così dire, atavica, quando sentono certi tipi di rumori, in particolar modo sirene e fuochi artificiali. Questo tipo di reazione timorosa in risposta a rumori particolarmente forti è dettata dall’istinto di sopravvivenza, che questi animali hanno ereditato dai lupi, dai quali discendono. I lupi, infatti, quando cercavano di mangiare i capi di bestiame degli uomini, venivano braccati da questi ultimi, che tentavano così di difendere la loro principale fonte di sostentamento.

cane-abbandonato

La caccia al lupo, quindi, creò in questi animali, e nei loro futuri discendenti, un naturale timore verso tutti quei rumori che ricordano uno sparo. Tuttavia questo non è l’unico rumore che può intimorirli. Possono avere paura anche in altre circostanze:

  • Paura delle persone: soprattutto nel caso di estranei, sia per strada, sia quando si tratta di una visita a casa.
 
  • Paura dell’acqua: che sia doccia, piscina o mare, è molto probabile che il vostro amico si mostri piuttosto restio a fare il bagno.
  • Paura del veterinario: così come noi non amiamo andare dal dentista o dal dottore, anche i nostri amici a quattro zampe sono timorosi quando devono andare dal veterinario.
  • Rumori forti: non solo i fuochi artificiali, ma anche il frastuono di un recipiente che cade o di un elettrodomestico che viene messo in funzionamento, o addirittura il rumore dello sciacquone del bagno possono spaventare i cani.

Nella maggior parte di questi casi, non è così naturale che il cane abbia paura: il fatto che il cane si mostri timoroso in presenza di estranei, ad esempio, può dipendere da un deficit di socializzazione. In altre circostanze, invece, la paura può dipendere da un trauma, così come da una eccessiva protezione o, al contrario, dall’incuria del padrone nei confronti del proprio amico peloso.

Le reazioni dei cani timorosi

Le reazioni dei cani di fronte alla paura non sono tutte uguali e non è ancora chiaro se ad una paura in particolare corrisponde una determinata reazione o se si tratta piuttosto di una risposta generalizzata, comune a tutte le paure. In ogni caso, le reazioni più comuni nei cani timorosi sono le seguenti:

  • Tentativo di fuga. Se il vostro amico a quattro zampe inizia a correre a gambe levate ogni volta che incontra un estraneo o si presenta una situazione come quelle menzionate in precedenza, dovrete cercare di identificare le cause di questo comportamento e trattarle.
 
  • Defecazione e minzione. Di fronte alla paura, l’animale si blocca e il suo corpo non è in grado di controllare certe azioni riflesse, come le necessità fisiologiche.
  • Ricerca disperata di un nascondiglio.
cane

  • Tremori. Proprio come per gli esseri umani, anche per i cani tremare è uno dei segnali più caratteristici della paura.
  • Latrati o grugniti verso ciò che genera paura.
  • Tentativo di aggressione nel caso in cui si cerca di placcare l’animale.
  • Orecchie tirate indietro e coda tra le gambe.

La paura non è una bella sensazione per nessuno, compresi i cani, e se non viene trattata in tempo, può sfociare in fobia, una patologia molto più difficile da debellare. Per fortuna trattare queste paure è possibile e nemmeno troppo difficile. Vediamo come.

Come trattare le paure nei cani

Si dice che la miglior difesa sia l’attacco, ed è vero: quando adottate un cane, dovete attaccare le paure ancora prima che compaiano. Fin da cucciolo quindi, dovrete cercare di:

  • Socializzarlo: insegnate al vostro amico a quattro zampe a stare con altre persone e altri animali. Lasciate che i bambini giochino con lui e fate in modo che si abitui ad essere circondato da persone e animali che non fanno parte della sua famiglia.
 
  • Abituarlo al rumore. Quando è un cucciolo, non cercate di fare piano a tutti i costi, per non disturbarlo mentre dorme, perché così facendo renderete il suo udito molto più sensibile e sarà molto più probabile che diventi un cane che si spaventa al minimo rumore.
  • Scegliere un veterinario premuroso. Cercate un veterinario che sia affettuoso, che accarezzi spesso il vostro cane e che sappia premiarlo quando è il momento: in questo modo il vostro amico peloso collegherà la visita dal veterinario con un momento piacevole e gratificante.

A volte però, nonostante tutto, sembra impossibile eliminare alla radice le paure del vostro amico peloso, nonostante magari siano anni che vivete insieme: non vogliamo promettere nulla, ma il nostro consiglio, nei casi più ostinati, è quello di rivolgervi ad uno specialista. Chiedete consiglio al vostro veterinario, lui vi saprà aiutare di certo riguardo al da farsi: quando la paura accompagna da troppi anni il vostro beniamino, infatti, si trasforma in una fobia che non potete affrontare da soli.

Le immagini sono state gentilmente concesse da Toshihiro Gamo.