Cernia gigante atlantica: un grande pesce a rischio estinzione

04 febbraio, 2020
Questa specie matura sessualmente come femmina e successivamente come maschio.
 

La cernia gigante atlantica, scientificamente nota come Epinephelus itajara, è una specie di cernia caratterizzata dalle sue grandi dimensioni. La maggior parte degli esemplari si trova sulle rive del continente americano, sebbene siano stati avvistati esemplari anche nell’Africa nord-orientale.

Oltre che come cernia gigante atlantica, questo pesce è noto con diversi nomi a seconda delle località. Storicamente, le sue dimensioni lo hanno reso popolare tra pescatori e commercianti fino a quando non è diventato oggetto di competizioni ricreative.

Inoltre, la sua carne si distingue per il suo alto valore nutrizionale e la sua nota appetibilità, simile a quella della cernia comune.

Morfologia e comportamento della cernia gigante atlantica

Questo animale è uno dei più grandi pesci dell’Oceano Atlantico e può superare i due metri di lunghezza e 300 chili di peso. Ha un corpo robusto ed allungato, con una testa larga a cui  fanno da contrasto i piccoli occhi.

Le pinne pettorali e caudali sono più grandi di quelle presenti sul dorso. Inoltre, la base di quest’ultimo si distingue per essere ricoperta da squame e da pelle spessa.

Il suo colore giallo, grigio o oliva con piccole macchie aiuta questo pesce a confondersi con l’ambiente circostante. Normalmente, queste tonalità tendono ad essere più scure quanto più vecchio e adulto è l’animale, mentre i giovani possono presentare un motivo lineare e rossastro.

Esemplare di epinephelus itajara
 

L’alimentazione della cernia gigante atlantica è sostanzialmente composta da crostacei, pesci, polpi e persino alcune giovani tartarughe. Presenta tre o cinque file di denti nella mascella inferiore. Gli incisivi sono caratterizzati dal loro scarso sviluppo, elemento che aiuta a distinguerla da altri tipi di cernia di grandi dimensioni.

Generalmente, questa grossa cernia caccia con il metodo dell’imboscata. Pertanto, tende a nascondersi tra le barriere coralline dove aspetta che passi una preda. Allo stesso tempo, si distingue per l capacità di nascondersi da predatori come lo sgombro reale, le anguille brune o il grande squalo martello.

A livello riproduttivo, la cernia gigante atlantica ha la particolarità di essere un ermafrodita proterogino, il che significa che prima matura sessualmente come femmina e, con l’età, diventa maschio.

Durante la sua condizione di femmina rilascia le uova, mentre da maschi produce sperma. Dopo la fecondazione, le uova vengono disperse dalle correnti d’acqua che danno loro il nome di pelagici.

cernie negli abissi

Habitat e stato di conservazione

La maggior parte delle popolazioni di cernia gigante atlantica si trovano in acque poco profonde, vicino a zone rocciose, con coralli e fango. La sua relativa vicinanza alla costa può facilitare la sua cattura. Tendono a nascondersi in piccole grotte dove adottano un atteggiamento molto territoriale e solitario.

 

La sua posizione geografica per eccellenza è la costa orientale americana, dalla Florida al sud del Brasile, compreso il Mar dei Caraibi.

Tuttavia, si trovano esemplari anche lungo la costa del Pacifico occidentale, dalla California al Perù. Inoltre, vale la pena notare la presenza di alcuni esemplari sulla costa africana dal Senegal al Congo. Raramente è stata avvistata nelle Isole Canarie.

Le grandi dimensioni di questo pesce, insieme al suo grande valore gastronomico, lo rendono una specie molto ambita tra i pescatori. Inoltre, la sua crescita lenta e il basso tasso riproduttivo ne fanno una specie a rischio di estinzione.

Per queste ragioni, l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) ha valutato la cernia gigante atlantica vulnerabile. Purtroppo negli ultimi 10 anni si stima che la sua popolazione si sia ridotta dell’80% . Occorrono dunque urgenti misure per la tutela di questa specie e per scongiurarne la scomparsa.

 
  • Robins, R.H. (S.f). Florida Museum. Epinephelus itajara. Recuperado de https://www.floridamuseum.ufl.edu/discover-fish/species-profiles/epinephelus-itajara/
  • Ministerio de Agricultura y Ganadería de Ecuador. El pez guato es uno de los más grandes de la costa del Pacífico. (S.f). Recuperado de https://www.agricultura.gob.ec/el-pez-guato-es-uno-de-los-mas-grandes-de-la-costa-del-pacifico/