Chihuahua salva la vita a un cane gigante

26 gennaio, 2016
 

Attualmente viviamo in un mondo in cui gli animali vengono considerati come meri strumenti o persino come giochi in alcune società, e vengono trattati in questo modo addirittura da alcune religioni. Tuttavia, gli animali sono spesso solidali e capaci di dare una mano quando c’è bisogno o si rendono conto del fatto che sia necessario il loro aiuto in determinate situazioni di emergenza.

Sono particolarmente famosi i casi di incendio in cui un cane ha messo in gioco la proprio vita senza esitare, per salvare dalle fiamme il suo padrone, i piccoli della casa o addirittura un bebè.

Tra mito e realtà

chihuahua

Quando si parla di “legge della giungla” ci si riferisce solo a una parte della verità. La natura è molto più di questo, e gli attacchi dei predatori avvengono, nella maggior parte dei casi, con il fine di soddisfare una necessità alimentare. Tuttavia, in condizioni normali, l’aiuto e la cooperazione degli animali con gli esseri umani che se ne prendono cura è la norma abituale.

Tra tutti gli animali, i cani sono quelli che più spesso salvano numerose vite umane.

L’empatia dei cani nei confronti degli esseri umani è un dato di fatto, così come la loro percezione dello stato emotivo della persona che è vicino loro, e il tentativo di consolazione che mettono in atto cercando il contatto fisico.

 

Anche l’istinto materno è una fonte di interazione tra animali ed esseri umani. È diventato famoso l’incidente che coinvolse un bambino nello zoo di Chicago. Il bambino cadde all’interno del recinto dei gorilla ed essi si avvicinarono con fare minaccioso. Un femmina di gorilla, però, si mise davanti al gruppo, prese il piccolo e lo portò all’ingresso affinché i soccorritori lo prelevassero.

Il caso del chihuahua Carly

Inoltre gli animali hanno dimostrato di aiutarsi a vicenda, come nella storia che vi racconteremo di seguito. La cagnolina di chihuahua Carly, viveva da molto tempo insieme ad un enorme terranova, il suo amico Silas. Un sabato sera la loro padrona li lasciò in giardino, perché la temperatura era piuttosto gradevole.

Poco dopo, Sharon udì abbaiare la piccola Carly in modo frenetico, strano e spaventoso.

I cani si coccolano, si proteggono e si aiutano

La piccola cagnolina era cosciente del fatto che abbaiare in quel modo fosse l’unico modo per salvare il suo amico Silas, che veniva trascinato verso l’esterno da un estraneo che lo tirava dal collare. La chihuahua si rese conto che la sua ridotta dimensione non gli avrebbe permesso di aiutare il suo amico, ma poteva sempre tentare di dare l’allarme abbaiando quanto più forte possibile.

Sharon, presa dal panico e dalla rabbia, colpì il ladro sul viso con furore, e questi, sorpreso dal colpo ricevuto improvvisamente e dal frastuono provocato da Carly, che portò molti vicini ad avvicinarsi al luogo, fuggì correndo. Sharon chiamò immediatamente la polizia e raccontò l’accaduto.

 

Anche se Silas era un cane molto grosso e avrebbe potuto reagire, il suo carattere pacifico, tranquillo e la sua serenità e bontà, gli impedirono di attaccare l’intruso. Si salvò solo grazie alla pronta azione e al senso di responsabilità della piccola Carly.

Nelle notti successive all’accaduto, mentre Silas dormiva tranquillamente per tutta la notte, Carly si muoveva inquieta per tutta la casa, in allerta e pronta ad identificare qualsiasi rumore, per piccolo che fosse, che potesse rappresentare una minaccia per la sua famiglia, e tutto ciò grazie al suo istinto protettivo.

I chihuahua, piccoli eroi

chihuahua

Infine, citeremo la storia di Jenna e Honey. La piccola Jenna giocava nel giardino di sua nonna, in Canada, quando improvvisamente il pitbull di un vicino saltò la recinzione e l’attaccò ferocemente. L’episodio si sarebbe concluso in maniera tragica per la piccola di 8 anni se non fosse stato per l’aiuto del chihuahua Honey che, vedendo cosa stava accadendo, si lanciò senza pensarci all’attacco del pitbull, distraendolo e rendendo possibile in tal modo l’intervento umano, guadagnando degli attimi preziosissimi.

 

Immagine per gentile concessione di Angie Tarantino.