Città del Messico intende creare un Istituto di Assistenza agli Animali

02 ottobre, 2016
 

Durante l’Assemblea Legislativa di Città del Messico, è stata presentata un’iniziativa volta alla creazione dell’Istituto di Assistenza agli Animali. A promuoverla sono stati i deputati del PRD (Partido de la Revolución Democrática), con l’obiettivo di disporre di un centro dal quale imbastire delle strategie globali per garantire i diritti degli animali.

I principali obiettivi dell’Istituto di Assistenza agli Animali

Tra i compiti che questa istituzione porterebbe avanti, con un focus sulla lotta al maltrattamento in tutte le sue forme, risalta la realizzazione di un censimento che vada a generare un registro degli animali da compagnia presenti nella capitale messicana.

Inoltre, dall’Istituto di Assistenza agli Animali si cercherà di:

cane-in-strada1

  • Aggiornare la normativa vigente in materia.
  • Proteggere quegli animali che si trovano in stato di abbandono.
  • Organizzare campagne di vaccinazione e di sterilizzazione.
  • Effettuare controlli nei negozi che vendono animali da compagnia.
  • Contribuire alla creazione di una coscienza collettiva riguardo alla cura che merita ogni animale.
  • Stimolare una cultura di responsabilità fra i padroni.
  • Formare i dipendenti pubblici e i cittadini in merito alla maniera corretta di assistere e proteggere gli animali.
 

Nell’Assemblea Legislativa di Città del Messico è stata presentata un’interessante iniziativa: la creazione dell’Istituto di Assistenza agli Animali, organismo dal quale si intende generare delle strategie globali volte alla protezione degli animali che vivono nell’enorme capitale messicana.

Un progetto congiunto per proteggere gli animali

Il deputato Victor Hugo Romo Guerra, promotore dell’iniziativa, ha segnalato che l’istituto sarà l’unico in tutta l’America Latina a farsi carico di una politica globale sul tema della protezione degli animali. A tal scopo, si riuniranno vari esperti in materia che possano formulare delle proposte di azioni a corto e lungo termine.

Il progetto è stato elaborato insieme ad alcune organizzazioni che difendono i diritti degli animali, come:

  • Prensa Animal
  • Proyecto Gran Simio
  • Properro
  • Frente Ciudadano Pro Derecho Animal

Inoltre, c’è stata collaborazione con diversi ministeri – Ambiente, Sanità, Pubblica Sicurezza – e con la Procuraduría Ambiental y del Ordenamiento Territorial (PAOT – Procura all’Ambiente e alla Pianificazione Territoriale).

In aggiunta, alla presentazione all’Assemblea erano presenti vari attivisti, accorsi a sostenere l’iniziativa insieme a una decina di cani, i principali beneficiari della creazione dell’istituto, se verrà approvato.

Contro la violenza e lo sfruttamento degli animali

I promotori dell’iniziativa sottolineano come anche gli animali domestici abbiano diritto a una vita degna e si aspettano che, con la creazione dell’Istituto di Assistenza agli Animali, si possa iniziare ad arginare quella violenza di cui spesso sono vittime. Questo include naturalmente quei casi in cui, per esempio, sono utilizzati in attività lucrative, come i combattimenti fra cani.

 

Per questo motivo, si è pensato anche di creare degli strumenti che permettano ai cittadini di denunciare i diversi episodi di maltrattamento subiti da questi esseri innocenti.

Il Messico forma parte di un gruppo di Paesi particolarmente perversi, luoghi in cui la violenza contro gli animali risulta maggiormente diffusa. Concentrandosi solo sull’Occidente, tale primato lo condivide con Grecia, Spagna e Venezuela.

Come spiegano gli attivisti, gli animali domestici presenti sul territorio messicano subiscono maltrattamenti di diverso tipo, fra cui:

  • Percosse;
  • Abbandono;
  • Cattiva alimentazione e altre negligenze riguardanti la cura quotidiana;

Per questo motivo, per ottenere un cambiamento culturale in quest’ambito, l’educazione al rispetto di questi esseri viventi deve necessariamente iniziare dall’infanzia.

Per un avvenire migliore

cani-in-strada
Autore: Juanedc

Il progetto per la creazione dell’Istituto di Assistenza agli Animali ha buone possibilità di ricevere l’approvazione durante l’attuale legislatura, disponendo di un budget iniziale di 10 milioni di pesos messicani (circa 500mila euro).

Dopo la recente inaugurazione dell’Ospedale Veterinario Pubblico, se anche l’avvio di tale organismo avrà successo, Città del Messico farà un ulteriore passo avanti in favore di questi esseri viventi che non hanno voce in capitolo, ma che certamente meritano un buon trattamento e il rispetto dei loro diritti.

 

Sarebbe lodabile che iniziative di tale portata si estendano dovunque un animale soffra a causa di diverse azioni umane, siano queste coscienti o meno.