Combattere l'artrosi in cani e cavalli con le cellule staminali

27 luglio, 2020
Le cellule staminali rappresentano una speranza per molte patologie, sia umane che animali. Una di queste è l'artrosi.
 

Grazie al progresso della medicina veterinaria sono ormai a nostra disposizione varie alternative efficaci per il trattamento di malattie degenerative. Un eccellente esempio è dato dai risultati delle cellule staminali per combattere e alleviare i dolori causati dall’artrosi in cani e cavalli.

Ad ogni modo, i dubbi circa la così detta terapia cellulare e sui suoi benefici sulla vita dei pazienti sono ancora molti. Nell’articolo di oggi vi illustreremo qualcosa in più sulle cellule staminali e sul loro ruolo nel trattamento di patologie croniche e degenerative, come l’artrosi in cani e cavalli.

Cosa sono le cellule staminali?

Per farla breve, possono essere definite come la materia prima dell’organismo. A partire da esse si sviluppano tutte le altre cellule del corpo, ciascuna delle quali si specializza per svolgere la sua funzione specifica per il metabolismo.

In condizioni di sviluppo ottimali, la maggior parte delle cellule staminali si differenzia per dare origine a cellule specializzate, denominate “cellule figlie”. Questo processo, noto come differenziamento, dà vita alle cellule nervose, muscolari, ossee e via dicendo.

Ma le cellule staminali possono generare anche altre cellule staminali, attraverso un processo chiamato autorinnovamento. In altre parole, possono dividersi in nuove cellule identiche, dotate a loro volta della capacità di differenziarsi o auto-rinnovarsi.

L’importanza delle cellule staminali per la medicina umana e veterinaria

 

Le cellule staminali sono l’unico tipo di cellula conosciuto in grado, in maniera naturale, di generare un altro tipo di cellula o di replicarsi. Per questa ragione si sono guadagnate un ruolo di rilievo per il trattamento di malattie degenerative, sia negli umani che negli animali.

Cane porta a spasso un cavallo

La terapia cellulare o rigenerativa con cellule staminali ha il principale obiettivo di stimolare la capacità di organi e tessuti di rigenerarsi a seguito di lesioni, disfunzioni o malattie. Il loro uso può equivalere ad un trapianto di organi, nonostante sia molto meno invasivo, più versatile ed efficace.

Anziché sostituire l’organo o il tessuto leso con un altro organo o tessuto intatto, si applicano direttamente o indirettamente cellule staminali o prodotti derivati. Sia le cellule che i prodotti da esse generati sono prodotti e conservati sotto stretti controlli di qualità all’interno di laboratori specializzati.

La speranza è che con queste speciali cellule si possa “supplire” del tutto o parzialmente ai danni causati da tali patologie. Si potrebbe frenare così l’avanzamento dei sintomi e migliorare notevolmente la qualità della vita del paziente.

 

Cellule staminali per il trattamento dell’artrosi in cani e cavalli

L’artrosi è una malattia che colpisce le cartilagini delle articolazioni, causando il loro deteriorarsi con il tempo. I pazienti a cui viene diagnostica l’artrosi soffrono di intensi dolori, infiammazioni e gonfiori localizzati che compromettono le loro capacità motorie.

Questa patologia degenerativa può colpire gli essere umani e molti animali, come gatti, cani e cavalli. I sintomi sono molto simili in tutte le specie, e possono incidere fortemente sulla qualità della vita del paziente.

Artrosi in cani e cavalli: cane e cavallo in un prato

Nelle persone, il trattamento sperimentale con cellule staminali ha portato eccellenti risultati nei pazienti con artrosi avanzata alle ginocchia. All’incirca il 90% dei pazienti trattati con la terapia rigenerativa sperimentale ha registrato una riduzione importante del dolore e delle difficoltà motorie.

Terapia con cellule staminali in medicina veterinaria

L’avanzamento delle terapie cellulari fa presupporre dei risultati promettenti anche per la medicina veterinaria. Poiché l’uso di cellule staminali sugli uomini è proibito o limitato in molti paesi, si sta lavorando per potenziare il trattamento rigenerativo su cani, gatti e cavalli.

 

Attualmente, sono già noti i benefici delle terapie che usano cellule staminali sulle seguenti patologie dei nostri animali:

  • Osteoartrite
  • Artrosi
  • Cancro
  • Displasia dell’anca o del gomito
  • Rottura del crociato
  • Malattia infiammatoria intestinale (IBD)
  • Malattie infiammatorie
  • Dermatite

Esistono trattamenti con cellule staminali per l’artrosi in cani e cavalli?

Esistono già dei prodotti speciali per la terapia rigenerativa per cani, gatti e cavalli. Uno di questi è stato recentemente lanciato dall’impresa biotecnologica spagnola Bioibérica, specializzata in biomolecole di origine animale.

Grazie alla collaborazione con la compagnia Centauri, specializzata nelle terapie con cellule staminali, è stato possibile lanciare un servizio completo di terapia rigenerativa per combattere l’artrosi in cani, gatti e cavalli.

La terapia consiste nell’estrarre cellule dal grasso addominale dell’animale; una volta trattate in laboratorio, vengono iniettate nuovamente nei tessuti che devono essere rigenerati. In questa prima fase, il trattamento è disponibile soltanto in Spagna e Portogallo, ma i fabbricanti stanno pianificando l’espansione su tutto il mercato internazionale.