Come calcolare l'età di una tartaruga?

07 dicembre, 2017
 

Sapere l’età di una tartaruga è fondamentale per il suo sviluppo. Ciò perché l’animale ha bisogno di varie cure e di un’alimentazione adatta alla fase della vita in cui si trova.

Le tartarughe sono i rettili più amichevoli con le persone. Sono famose specialmente per la loro longevità. Se sono in salute, possono vivere per più di un secolo.

Le isole Galápagos

Gli esemplari più longevi si trovano nelle isole Galápagos, appartenenti all’Ecuador. Si dice che queste tartarughe marine abbiano superato i 250 anni di età.

tartaruga delle Galápagos

Fonte: www.lavoz.com.ar

Tuttavia, questa aspettativa di vita caratteristica delle specie varia da un animale all’altro. Dipende anche dalle condizioni di sviluppo di ogni habitat. Le tartarughe domestiche presentano innumerevoli differenze in relazione alle loro parenti selvatiche, inclusa la quantità di anni che possono vivere.

L’aspettativa di vita delle tartarughe domestiche

La longevità di tutti gli animali è in parte condizionata dall’habitat in cui crescono. Le specie con una maggiore aspettativa di vita possono morire facilmente se si trovano in ambienti ostili.

Per questo, prima di scegliere qualsiasi animale, è necessario pianificare e predisporre il luogo dove dovrà vivere.

 

Le tartarughe sono una scelta eccellente. Si adattano a degli spazi ridotti e non richiedono molto tempo. Sono indipendenti, tranquille e non sono un rischio per i membri della famiglia.

La durata della vita di una tartaruga domestica

Molte tartarughe domestiche possono vivere più anni che nel loro habitat naturale. In genere perché una casa presenta meno minacce e predatori di un ambiente selvatico. Per questo, lo sviluppo in cattività è stato utilizzato per preservare alcuni esemplari a rischio d’estinzione.

Quando si parla di addomesticamento, si presuppone il possesso responsabile di un animale. Animali di tutte le specie hanno bisogno di cure per sopravvivere e per vivere degnamente. Un’alimentazione adeguata, uno spazio per svilupparsi e muoversi, oltre alle visite periodiche dal veterinario.

Prima di adottare una tartaruga, è necessario considerare l’impegno di allevare un animale così longevo. Soprattutto quando si regala una tartaruga ad un bambino.

Come calcolare l’età di una tartaruga domestica?

Quando si tratta di un animale selvatico, è abbastanza difficile sapere con precisione la sua età. In cattività, invece, è molto più semplice calcolare l’età di una tartaruga e la sua aspettativa di vita.

Si suppone che una tartaruga acquatica domestica possa vivere circa 80 anni. Sempre che abbia delle buone condizioni di sviluppo. Quelle di terra hanno una maggiore aspettativa di vita, raggiungendo anche i 150 anni in cattività.

 

Il metodo più usato per calcolare l’età di una tartaruga si basa nell’osservare le linee che si formano sul guscio. E’ simile al metodo per contare gli anni di un albero per mezzo degli anelli che compongono il tronco.

Il guscio è una specie di struttura ossea formata da piastre che sono il risultato dell’evoluzione delle costole e delle vertebre. Queste piastre ossee sono avvolte da altre piastre cornee, chiamate scudi.

Appena nate, le tartarughe hanno delle piastre molto piccole e lisce sulla superficie del guscio. Con il passare del tempo, a mano a mano che crescono, gli scudi seguono la crescita del corpo. Ogni anno si aggiungono delle linee sopra ogni scudo. Sono note come scanalature di crescita.

Per questo, per calcolare l’età di una tartaruga, si possono contare le linee che compongono il guscio.

Come migliorare l’aspettativa di vita di una tartaruga?

L’aspettativa di vita di una tartaruga domestica dipende principalmente dal modo in cui il padrone se ne prende cura

tartaruga acquatica

Per quanto riguarda le tartarughe acquatiche, è necessario scegliere una bella vasca e fare attenzione alla potabilità dell’acqua e all’igiene dell’ambiente.

 

Le tartarughe di terra possono crescere liberamente in un luogo, specialmente nel caso in cui si possieda un giardino. Oppure potete comprare loro un terrario.

In entrambi i casi, l’animale ha bisogno di spazio per muoversi. Per questo, la vasca o il terrario devono superare di 4 o 5 volte le dimensioni della tartaruga. Devono essere illuminate dalla luce solare o da una indiretta. Il clima caldo è l’ideale per questa specie, e la temperatura non deve essere inferiore ai 24 ° C.

Un altro aspetto fondamentale è l’alimentazione. Esistono degli alimenti specifici per le tartarughe acquatiche e terrestri, che variano in base all’età. Devono essere  la base per una dieta equilibrata.

Anche frutta e verdura devono essere integrate. Evitate però gli agrumi, le banane, i cavoli e gli spinaci.

Il possesso responsabile è il miglior modo per prevenire le malattie e per prolungare l’aspettativa di vita di una tartaruga.