Come correggere i cattivi comportamenti del vostro gatto

01 agosto, 2020
I cattivi comportamenti del vostro gatto possono essere causati da un disturbo fisico o da una carenza educativa, sulla quale è consigliabile intervenire fin da quando l’animale è un cucciolo.
 

Sfortunatamente, ancora esistono diversi miti sull’impossibilità di insegnare a un gatto a migliorare la propria condotta nella quotidianità. Non solo è possibile correggere i cattivi comportamenti del vostro gatto, ma anche prevenirli grazie al rinforzo positivo, oltre ad una buona dose di pazienza e di dedizione.

I felini sono animali molti intelligenti e sensibili, che se sottoposti ai giusti stimoli possono rispondere in modo più che soddisfacente ad un addestramento positivo. In questo articolo vi diamo alcuni consigli per correggere i cattivi comportamenti del vostro gatto.

Possibili cause dei cattivi comportamenti del vostro gatto

Il primo passo per correggere i comportamenti cattivi del vostro gatto consiste nell’identificarne la causa. Una volta compresa l’origine della cattiva condotta, potremo stabilire il trattamento adeguato.

È importante evidenziare l’importanza di una diagnosi da parte di un veterinario professionista. Di seguito, ecco le principali cause dei cattivi comportamenti del vostro gatto.

Malattie e disturbi metabolici

I cattivi comportamenti del vostro gatto possono essere associati ad alcune patologie o a un disturbo metabolico. Quando un micio prova un forte dolore o ha un’alterazione sensoriale può mostrarsi aggressivo, isolarsi, restare molto tempo nascosto o adottare condotte inusuali.

Queste reazioni sono molto più frequenti sui gatti anziani, ma possono capitare a gatti di tutte le età. Per questo è tanto importante osservare con attenzione il proprio micio e chiedersi se un comportamento sembra venuto all’improvviso dal nulla.

 
Micio anziano sta seduto su un pezzo di legno.

Se il carattere del vostro gatto sembra repentinamente cambiato è importante portarlo da un veterinario. Nella clinica veterinaria si potrà verificare lo stato di salute dell’animale, capire le possibili cause psicologiche e fare una diagnosi.

Se al vostro gatto è stato diagnosticata qualche malattia o disturbo metabolico, il veterinario saprà orientarvi nel giusto trattamento per le sue necessità.

Una cattiva educazione

Gran parte dei cattivi comportamenti del vostro gatto derivano da una cattiva educazione, così come da una socializzazione carente. I gatti interiorizzano la maggior parte delle loro abitudini e formano le basi del loro comportamento fin dall’infanzia.

Vale la pena menzionare anche come il carattere di un micio sia più flessibile nei primi mesi di vita, caratteristica che ne favorisce l’apprendimento e l’assimilazione di un’educazione positiva.

Per questi motivi, se vogliamo un gatto adulto ben educato, socievole ed equilibrato, dobbiamo investire sulla sua educazione e socializzazione fin dalla nascita. Per esempio: se non vogliamo che il nostro gatto salga sul letto o sul divano, non dobbiamo permettergli di farlo fin da cucciolo.

 
Gatto si fa le unghie sul divano: cattivi comportamenti del gatto.

Quando il cucciolo impara una condotta positiva nella sua quotidianità, la porterà con sé anche nella sua fase adulta. Per questo motivo è impossibile che, da un giorno all’altro, il vostro gatto dimentichi una condotta positiva appresa in giovane età.

Per un corretto addestramento il consiglio più importante è di educare il vostro gatto fin dal primo giorno.

Stimolazione fisica o mentale carente

Per quanto la vita casalinga offra al gatto un ambiente protetto e sicuro, allo stesso tempo gli impedisce di liberare la sua fisicità. Allo stato selvatico, i gatti allenano corpo e mente cacciando ed esplorando il territorio.

Il nostro gatto casalingo dove quindi sopperire a queste mancanze attraverso altri stimoli che gli consentano di esprimere la sua curiosità e i suoi sensi, oltre a rafforzare la muscolatura e la struttura ossea.

I gatti che vivono una routine sedentaria accumulando energia sono più propensi allo sviluppo di sintomi da stress e noia. Il rischio è contrarre disturbi comportamentali come l’iperattività o l’aggressività.

Gattino si riposa con una pallina verde.
 
Per quanto appena detto, va da sé che l’arricchimento ambientale è una cura essenziale per prevenire i cattivi comportamenti del vostro gatto. Oltre ad offrirgli giocattoli e accessori, il consiglio è di aggiungere al suo ambiente anche stimoli sensoriali.

Rinforzo positivo per correggere i cattivi comportamenti del vostro gatto

Il rinforzo positivo è il modo più sicuro ed efficace per insegnare al vostro gatto a prevenire i cattivi comportamenti. Ogni volta che compie con successo un compito, o che dimostra predisposizione all’apprendimento, offritegli una ricompensa riconoscendo il suo sforzo e stimolandone l’apprendimento futuro.

Quando il vostro gatto fa qualcosa di inappropriato, non punitelo. Il castigo costringe il gatto ad un elevato livello di stress, con possibile adottamento di attitudini difensive.

In realtà, bisogna sottolineare come il metodo “tradizionale” basato su premi e castighi è pericoloso oltre che controproducente. Tanto per i gatti quanto per qualunque altro animale.

Per rimarcare una condotta sbagliata, dovrete semplicemente dirgli “no” con voce ferma. Se invece vedere una condotta positiva, ricompensatelo con una caramella, una carezza, un giocattolo o qualche altro premio.

Con questi accorgimenti è possibile correggere i cattivi comportamenti del vostro gatto in modo sicuro ed efficace. Se invece le condotte negative proseguono, portate il vostro gatto dal veterinario.