Coronavirus e multe per chi porta il cane a passeggio

30 marzo, 2020
Tra le misure adottate dal nostro Governo per frenare la diffusione del coronavirus, ci sono le multe per chi porta il cane a passeggio. Che cosa dobbiamo fare per evitare queste sanzioni?
 

Al giorno d’oggi, i padroni di animali da compagnia, in particolar modo di cani, provano una certa inquietudine durante la loro passeggiata quotidiana. Sono previste multe per chi porta il cane a passeggio durante il periodo di isolamento dovuto alla pandemia di coronavirus? Quali sono le sanzioni che potrebbero essere somministrate? Come riguarda tutto ciò la questione degli abbandoni?

Il Governo italiano ha fornito una serie di regole ai padroni di animali domestici in merito alle loro passeggiate, ricordando che, a patto che tali istruzioni vengano seguite scrupolosamente, non ci sarà alcun genere di problema legale né di salute per le persone e gli animali.

Regole da seguire per chi porta il cane a passeggio

  • Le autorità hanno affermato che la passeggiata deve essere di breve durata e limitarsi al tempo sufficiente per consentire all’animale di soddisfare le proprie necessità fisiologiche.
  • Durante la passeggiata, l’animale deve rimanere legato, per evitare il contatto con altre persone o animali domestici che possano trovarsi nella stessa area.
  • Ai proprietari si richiede di rispettare la distanza di sicurezza di un metro nei confronti di altre persone.
  • Dopo che l’animale ha soddisfatto le proprie necessità, il proprietario deve raccoglierne le feci (come d’altra parte bisogna fare in ogni caso, indipendentemente dalle misure di emergenza).
  • Quando si arriva a casa, si consiglia di pulire con acqua e sapone la coda e i cuscinetti delle zampe dell’animale domestico.
 
https://www.pinterest.it/fabiocarria/loft-interior/

Sono previste multe per chi porta il cane a passeggio?

Alcuni padroni di animali domestici sono preoccupati all’idea di uscire di casa, perché violare le leggi relative all’isolamento è motivo di multa. Ciononostante, a patto che siano rispettate le indicazioni fornite dal Governo, portare i cani a passeggio non dovrebbe comportare alcuna conseguenza negativa.

Le persone che possiedono animali da compagnia possono quindi portarle a passeggiare (nei pressi della zona di domicilio) e consentire loro di soddisfare le proprie necessità, a patto che lo facciano da soli, evitando qualunque assembramento.

è possibile evitare le multe per chi porta il cane a passeggio, se si seguono alcune regole

Le multe per chi porta il cane a passeggio sono pensate per le persone che violano deliberatamente le ordinanze emanate dagli organismi ufficiali.

 

L’abbandono di animali durante l’isolamento

Come conseguenza delle false voci che circolano con insistenza, secondo le quali gli animali domestici potrebbero costituire veicolo di infezione del coronavirus, il numero dei casi di abbandono di animali da compagnia è aumentato in misura significativa. Questo fenomeno comporta la presenza di numerosi problemi.

Per esempio: i rifugi possono collassare, se il numero di animali da accogliere cresce eccessivamente. Inoltre, gli animali che vagano per le strade possono mettere a repentaglio sia la propria vita che quella dei loro conduttori.

L’abbandono non risolve alcun problema, con o senza l’isolamento. Al contrario, ne aggiunge di nuovi. Per questa ragione, si incoraggiano tutti i tutori a prendersi cura dei propri animali domestici e a non abbandonarli.

La qualifica giuridica dell’abbandono di animali come reato e lo stabilimento di sanzioni sono regolate da diverse leggi statali a tutela degli animali, in particolare dalla legge del 20 luglio 2004, n. 189.

La legislazione italiana punisce chi abbandona un animale in una situazione che metta in pericolo la sua vita o la sua integrità con l’arresto fino a un anno o un’ammenda che va da 1.000 a 10.000 euro.

Secondo la legge, inoltre, chi abbandona un cane, dunque, non solo commette un illecito penale, ma potrebbe rendersi responsabile di omicidio colposo, nel caso in cui l’animale abbandonato provochi incidenti stradali con esito mortale.

 

Nonostante quanto viene affermato dalle false voci che circolano nei social network, non esiste alcuna evidenza scientifica a sostegno dell’ipotesi secondo la quale gli animali possano trasmettere il Covid-19. Quindi, non esiste alcuna giustificazione che possa motivare l’abbandono di animali da compagnia per paura del contagio.

Le multe per chi porta il cane a passeggio possono essere evitate

Non verrà comminata alcuna multa ai proprietari di animali da compagnia, a patto che escano da soli e tenendo il proprio animale domestico legato al guinzaglio, seguendo le norme che sono già state citate.

Ricordiamo una volta di più che non è consigliabile protrarre troppo a lungo le passeggiate, soprattutto perché possono comportare un rischio di contagio maggiore per la persona.

Seguire una buona igiene delle proprie mani è un elemento fondamentale per ridurre le possibilità di contagio. L’osservazione delle regole è essenziale per riuscire a frenare la diffusione di questo virus che tiene in stato di ansia la popolazione mondiale.

Nota chiarificatrice sull’uso dei guanti

Non è consigliabile utilizzare i guanti per “proteggerci” mentre ci troviamo per la strada. Bisogna tenere conto del fatto che indossarli ci offre una falsa sensazione di sicurezza. Così, senza rendercene conto, finiamo per toccare qualunque cosa: la maniglia della porta quando stiamo uscendo, il guinzaglio del cane e molte altre cose.

Avendo indossato i guanti, potremmo sentirci abbastanza “al sicuro” da grattarci il viso e, così facendo, disobbedire alle raccomandazioni fornite dalle autorità sanitarie.

 
lavarsi spesso le mani è una delle più importanti precauzioni che possiamo adottare contro il coronavirus

Per questa ragione, invece di indossare dei guanti, la cosa migliore da fare è semplicemente uscire di casa senza guanti, evitare di toccarci il viso non appena abbiamo superato la soglia e, al ritorno, lavarci molto bene le mani con quantità sufficienti di acqua e sapone.

Il personale sanitario ha bisogno dei guanti per lavorare con pazienti infetti: la procedura prevede che vadano cambiati dopo ogni operazione e quando si passa da un paziente all’altro, in modo da evitare contagi. Dobbiamo quindi evitare di sprecarli e utilizzarli in maniera inappropriata.

Secondo quanto affermano gli esperti, la migliore arma a nostra disposizione contro il coronavirus consiste nell’igiene delle mani da realizzare con acqua e sapone.

Portare il cane a passeggio durante il periodo di isolamento non deve necessariamente portare a una sanzione, se il proprietario del’animale domestico rispetta tutte le regole stabilite dalle autorità.

Oggi più che mai, possedere una coscienza civica e collaborare in ogni momento, attraverso le nostre azioni individuali, per evitare che il virus continui a propagarsi mettendo in pericolo la vita di tante persone, offre un contributo ben più grande di quello paragonabile a un singolo granello di sabbia.

 
  • Redacción médica. Coronavirus y perros. Extraído de: https://www.redaccionmedica.com/secciones/sanidad-hoy/coronavirus-perros-no-necesitan-mascarillas-porque-no-se-contagian–5615
  • Cuando tu perro es el salvoconducto para salir de casa. El mundo. 2020. Extraído de: https://www.elmundo.es/madrid/2020/03/15/5e6e512afdddffd8058b4605.html
Comunicado Dirección General de Derechos de los Animales.