Dermatemide di fiume: cosa bisogna sapere

10 luglio, 2020
La dermatemide di fiume è l'ultimo rappresentante vivente di una famiglia molto speciale di rettili.
 

Come unico rappresentante vivente della famiglia Dermatermydidae, la dermatemide di fiume (Dermatermys mawii) è uno degli animali più straordinari che si possano vedere e una delle più antiche specie di tartarughe esistenti.

Non per niente queste tartarughe sono conosciute con il soprannome di “fossili viventi”. Si tratta di animali che hanno attraversato gran parte della storia del nostro pianeta.

Morfologia della dermatemide di fiume

Nella sua forma adulta, la dermatemide di fiume può misurare fino a 65 centimetri. La sua testa è relativamente piccola rispetto al corpo, che è allungato. Ha un caratteristico muso lungo e appuntito in cui spiccano due grandi narici. La sua pelle ha una colorazione grigio scuro.

Questi animali presentano un guscio liscio, appiattito e largo, che è coerente con la loro forma corporea. La parte inferiore del guscio di solito è di colore bianco chiaro e senza alcun motivo lineare.

Mentre le zampe posteriori sono appiattite e robuste, le zampe anteriori sono palmate e quindi adatte agli ambienti acquatici. Questo fa muovere liberamente la dermatemide di fiume in acqua.

Difatti raramente abbandona questo elemento, nemmeno per prendere l’aria. Sulla terra ferma, il movimento della tartaruga è fortemente limitato dalle sue zampe palmate.

Testuggine
 

Habitat e dieta

La dermatemide di fiume, come dice lo stesso nome, vive nei fiumi dalle correnti a flusso rapido e in alcune aree di acqua dolce, dove la vegetazione è abbondante.

Possiamo trovare la dermatemide di fiume in Guatemala, Belize e Honduras. Ma è in Messico, specialmente nello stato di Tabasco, dove questi animali abbondano.

È un animale erbivoro e la maggior parte della sua dieta è costituita dalla vegetazione acquatica che cresce sulle rive dei fiumi e laghi.

Riproduzione della dermatemide di fiume

Sono animali ovipari che covano le uova durante la stagione delle piogge. Quando i fiumi straripano, la dermatemide di fiume ne approfitta per scavare un nido sulle rive e deporre da 6 a 20 uova. Successivamente, nasconderà il nido con il fango e la vegetazione fino alla schiusa delle uova.

Disegno di tartaruga con guscio

Si trova a rischio di estinzione?

Sfortunatamente, la più grande minaccia per questa specie è l’essere umano. Questa testuggine è stata cacciata per molti anni a causa dell’alto valore attribuitole a livello culinario.

È facile da catturare, perché è un animale docile e per nulla aggressivo. Anche la distruzione del suo habitat sta avendo un’influenza negativa ed è attualmente inclusa nella Lista rossa delle specie minacciate.

 

Chissà se questa specie dalla storia così lunga, vissuta per milioni di anni, riuscirà a sopravvivere all’impatto delle attività umane?

  • Ureña Aranda, C. A. (2007). Evaluación del hábitat de la tortuga blanca (Dermatemys mawii, Gray 1847) en humedales de la cuenca baja del río Papaloapan, Veracruz (Doctoral dissertation).

 

  • Calderón-Mandujano, R. R. (2015). Conocimiento y uso de la tortuga blanca (Dermatemys mawii Gray, 1847) en diez ejidos en el sur de Quintana Roo, México. Etnobiología6(1), 42-55.