Dieta dell'iguana: ecco cosa deve mangiare

15 luglio, 2020
Chi possiede un’iguana ricorre spesso al veterinario per problemi di pelle o di malformazione che, nella maggior parte dei casi, sono dovuti ad una mal nutrizione dell'animale.
 

L’iguana è un rettile appartenente all’ordine degli Squamata, animali caratterizzati per avere la mascella superiore fusa con il cranio. A questo gruppo appartengono anche i serpenti, i camaleonti e altre lucertole. Visto che sempre più spesso questi animali vengono adottati come animali domestici, è bene sapere cosa mangiano. Oggi dunque parleremo della dieta dell’iguana

La distribuzione dell’iguana è concentrata soprattutto nella zona del centro e sud America, dal Messico al Brasile. Se ne trovano però esemplari anche in Florida, anche se come specie invadente.

A differenza della grande maggioranza dei rettili, l’iguana è un animale erbivoro, specificamente foglifero. In cattività, la dieta dell’iguana è molto carente, tanto che al giorno d’oggi ancora non si conosce l’alimentazione perfetta per questo animale.

La dieta dell’iguana in natura

Le iguane che vivono in libertà nel loro habitat naturale si cibano principalmente di foglie prese dagli alberi su cui vivono. Queste sono la loro principale fonte di fibre, proteine e calcio. Tre composti indispensabili nella dieta di un’iguana.

Dieta dell'iguana: rettile mangia un fiore
 

Un altro alimento molto gradito a questo rettile sono i fiori, che rappresentano quasi il 25% del cibo ingerito ogni giorno da un’iguana. Quelle che vivono in cattività, ampliano la loro dieta con la frutta.

Un alimento comunque poco diffuso tra gli esemplari liberi, dato che rappresenta appena il 3% della loro dieta. Questo anche perché si tratta di un cibo per loro difficilmente reperibile in natura.

Cosa far mangiare a un’iguana in cattività

Affinché l’iguana si mantenga in buona salute quando costretta a vivere in un terrario, bisogna prestare attenzione a diversi fattori. In primo luogo, devono mangiare tutti i giorni. I resti avanzati devono essere ritirati la sera e il recipiente lavato con acqua calda. La loro dieta deve essere costituita quasi interamente da vegetali.

Un’altra cosa da sapere è il rapporto calcio-fosforo presente nella dieta, che deve riportare un valore uguale o superiore a 2:1. Di seguito, riportiamo una lista di frutta e verdure, ordinate a partire dalle più consigliate, che devono entrare a far parte della dieta di un’iguana.

Iguana mangia una foglia

Ecco la lista di frutta e verdure più gradite ad un’iguana.

 
  • Cime di rapa
  • Cavolo cinese
  • Cavolo (le foglie esterne)
  • Coriandolo
  • Cavolo rapa
  • Senape (i germogli)
  • Denti di leone
  • Indivia
  • Broccoli (le foglie)
  • Crescione
  • Bietola
  • Foglie del cavolfiore
  • Prezzemolo
  • Foglie di barbabietola
  • Papaya
  • Arance
  • Fichi secchi
  • Fichi d’india

Frutta e verdure dal rapporto calcio-fosforo accettabile:

  • Avocado
  • Aglio
  • Sedano (foglie)
  • Caco
  • Fragola
  • Mandarino
  • Uva
  • Porro crudo

Frutta e verdura da mangiare solo sporadicamente:

  • Albicocca
  • Zucchina
  • Ciliegia
  • Cherimoya
  • Dattero
  • Spinaci
  • Foglia di soia
  • Fagiolini
  • Cetriolo
  • Banana
  • Anguria
  • Melone
  • Carota
  • Mango

Altri fattori da tenere in considerazione

Oltre al cibo, l’iguana deve sempre disporre di un recipiente con acqua pulita. L’acqua deve essere cambiata ogni giorno perché, come altri rettili, l’iguana tende e defecarci dentro.

Il pasto deve sempre essere servito lavato e tagliato in piccoli pezzi, per evitare che l’animale si ferisca la bocca. Allo stesso modo, la dieta dell’iguana può comprendere mangime per iguane.

È poi importante mantenere il terrario ad una temperatura media attorno ai 30°C, con zone a temperature più fredde in cui il rettile possa termoregolarsi. Un ulteriore aspetto importante è la quantità di luce solare che l’iguana può prendere.

Durante l’estate l’animale può essere lasciato al sole in modo che assorba la luce per via diretta e non attraverso il vetro del terrario. Se la fate uscire, fate attenzione che possa sempre disporre di zone d’ombra e di un recipiente pieno d’acqua.

Durante l’inverno invece, l’iguana ha bisogno di raggi ultravioletti che potete procurargli con una lampada a lunghezza d’onda 290-310 nanometri. Se non esposta a questi raggi, l’iguana non sarà in grado di sintetizzare la vitamina D3e finirà per accumulare calcio. Un problema che potrebbe anche portarla al decesso.

 

Donoghue, S. (1994). Growth of juvenile green iguanas (Iguana iguana) fed four diets. The Journal of nutrition, 124(suppl_12), 2626S-2629S.

Lara-López, M., & González-Romero, A. (2002). Alimentación de la iguana verde Iguana iguana (squamata: iguanidae) en La Mancha, Veracruz, México. Acta zoológica mexicana, (85), 139-152.