Come educare correttamente un boxer

27 dicembre, 2015
 

Intelligente e curioso, fedele ed affettuoso, equilibrato e giocherellone: questa è la descrizione perfetta di un boxer, cane pieno di forza e vitalità, e ottimo compagno di giochi per i bambini. Ma si tratta anche di un animale che diffida degli sconosciuti e che sarà disposto a difendere la famiglia con tutte le sue forze. Proprio per questo si dice che sia una razza aggressiva. Ma non è affatto vero: l’importante è educare questi cani fin da cuccioli, per controllare le tendenze possessive e dominanti.  

Consigli per educare correttamente un boxer

cuccioli boxer

Conoscere le caratteristiche positive del vostro boxer vi sarà molto utile durante il processo di educazione. È un animale facile ad addestrare, sempre che sappiate assumere il ruolo di capobranco. Se non lo farete, potrebbe risultare difficile controllare il suo carattere, e il vostro animale diventerà ostinato ed esigente. Per questo motivo, cominciate ad educarlo fin dal primo giorno e insegnateli a rispettarvi come maschio alfa.

Tenete a mente questi consigli:

  • Dategli un nome corto, lo ricorderà più rapidamente.
  • Per mantenere vivo il suo interesse mentre lo addestrate, parlategli in modo vivace e cordiale.
 
  • Impartitegli ordini semplici e non cambiateli. Per esempio: “qui” o “vieni”. Seduto. Via. Calmo. No. Ricordate che dovrete essere molto pazienti e ripetere questi ordini molte volte, fino a che non li avrà assimilati. Non arrabbiatevi se non migliora e mostratevi molto compiaciuti ad ogni suo progresso.
  • Fate in modo che che il cane si abitui fin da piccolo a fare i suoi bisogni fuori casa. Gli potete insegnare utilizzando un foglio di giornale, inumidito con la sua urina, che sposterete poco a poco verso la porta, sulla strada o in giardino.
  • Prima della passeggiata, esigete che si sieda, per potergli mettere il guinzaglio. Per mantenere il vostro ruolo di leadership, dovrete essere i primi ad entrare e ad uscire dalla porta di casa. Se il cane tira il guinzaglio, fermatevi e non riprendete a camminare finché non avrà smesso di tirare.
  • Se comincia a mordere vari oggetti della casa che, come ciabatte, mobili, cuscini o calze, fermatelo esclamando un NO secco e dategli immediatamente un giocattolo con cui giocare. Dev’essere molto chiaro cosa può mordere e cosa no.
  • Abituatelo al fatto che voi potete toccarlo e manovrare il suo corpo: sollevarlo, esaminare la sua bocca, sollevare le zampe, ecc.. Dovete anche fargli capire che potete prendere i suoi giocattoli e il suo cibo senza che reagisca aggressivamente.

Altre informazioni sull’educazione dei boxer

shutterstock
 

Di seguito vi forniamo alcune informazioni che potrebbero risultarvi utili per educare il vostro cane:

  • Non dovete mai colpirlo. Con la violenza non otterrete nulla. Inoltre il vostro boxer potrebbe diventare aggressivo.
  • Sgridatelo solo nel momento esatto in cui fa qualcosa di sbagliato. Se lo farete dopo, il vostro compagno non capirà le ragioni per cui lo state sgridando. Lo stesso vale quando vi congratulate per qualcosa di positivo.
  • Quando impara un nuovo ordine, ricompensatelo. Ricordate che alcuni cani preferiscono un giocattolo al cibo.
  • Assicuratevi che il vostro boxer faccia molto esercizio. In caso contrario potrebbe annoiarsi e diventare irrequieto.
  • Coinvolgete tutta la famiglia nell’addestramento del cane, così che si abitui a ricevere comandi da ciascun membro della stessa. Ricordate che dovete utilizzare sempre gli stessi criteri e le stesse parole per impartire un ordine. Non bisogna confondere l’animale, dandogli indicazioni contraddittorie.
  • Quando gli ordinate qualcosa, dovete fargli capire che parlate seriamente. La vostra espressione e il vostro linguaggio del corpo devono trasmettergli dei chiari segnali. Se non sarete sufficientemente sicuri, crederà che stiate giocando con lui e non vi darà retta.
  • È importante che facciate socializzare il vostro cane, facendogli passare del tempo con altre persone e con altri animali. Se notate qualche comportamento negativo, correggetelo immediatamente.

Seguendo questi consigli, riuscirete a convivere con un animale estremamente gradevole e privo di comportamenti aggressivi. In ogni caso, se lo considerate necessario, ricordate che a partire dai cinque mesi potete portare il vostro cane da un addestratore professionista.