Guida per aiutare il vostro cane a socializzare

19 novembre, 2016
 

Poco dopo essere nati, i cuccioli sono già in grado di apprendere tutto quello che gli servirà nella vita, soprattutto nel periodo compreso tra le sei settimane e i quattro mesi di età. Inoltre, tutto quello che scoprono quando sono così piccoli lo riutilizzano poi nella loro vita da adulti: è questo il caso della socializzazione.

A partire dalle 4 settimane di età sono già in grado di interagire con altri cuccioli, e nel giro di una settimana soltanto con i loro padroni. Per questo motivo, è importante che quando il cucciolo sta con voi, faccia esperienza – che veda gente diversa, ascolti rumori nuovi, si muova in luoghi diversi e faccia fronte a situazione differenti… affinché tutto cominci a risultargli familiare.

Si dovrà abituare alla sua nuova situazione seguendo il suo ritmo; in questo modo, sarà in grado di socializzare tanto con gli umani quanto con gli altri cani. È importante consultare il veterinario affinché vi consigli il momento migliore per portarlo a spasso per strada, giacché potrete farlo solo dopo che sarà stato sottoposto a tutte le vaccinazioni necessarie. Quando ancora non può passeggiare all’aria aperta, prendetelo in braccio, in modo da fargli conoscere il mondo.

Toccare molto i nostri cuccioli li aiuterà ad abituarsi, per esempio, a quando dovranno andare dal veterinario.

L’importanza di socializzare
passeggio-con-il-cane

 

Far socializzare un cucciolo vuol dire insegnargli a integrarsi nella società, mostrandogli il mondo che lo circonda, con le sue diverse forme di vita, con gli altri animali, i rumori, gli edifici, gli odori e gli ambienti differenti.

I cani non si integrano nel mondo che li circonda così come lo facciamo noi esseri umani. Loro hanno bisogno di far affidamento, fin da piccoli, sul loro potente olfatto canino e sul loro linguaggio corporale altamente espressivo.

La socializzazione di un cucciolo di cane comincia non appena viene al mondo. Durante il primo e più importante contatto con ciò che lo circonda, saranno la madre che lo ha appena dato alla luce insieme agli altri fratelli, i compagni di cucciolata, a rappresentare il primo impatto con il mondo. Per questo, gli specialisti consigliano di non separare i cuccioli dalla loro madre, per lo meno nei primi due mesi di vita.

Conoscere altri cani un po’ alla volta, è molto importante per la socializzazione. Per questo, è fondamentale trovare un amico o un’altra persona che abbia un cane che vada d’accordo con altri animali. In questo modo il cucciolo potrà giocare in modo sicuro, imparando a calmarsi quando arriva il momento di tornare a casa.

Il guinzaglio

Un cane al guinzaglio si comporterà in modo diverso da un cane che non lo porta. Per questo è bene informarsi sulle abitudini del padrone dell’altro cane, prima di presentarlo al nostro cucciolo.

Dobbiamo assicurarci che l’animale adulto sia tranquillo e che la persona che lo porta a passeggio abbia un ottimo controllo su di lui, per evitare qualsiasi tipo di imprevisto. La presentazione dei due cani deve essere fatta senza tirare il guinzaglio, ma comunque assicurandoci che il nostro cucciolo possa mettersi in salvo in qualsiasi momento.

 

La visita al parco

I parchi per cani sono diffusissimi in tutte le città italiane. Sono luoghi di incontro per cani molto interessanti. Il cucciolo si divertirà ad annusare le tracce che altri cani hanno lasciato per marcare il territorio, e giocherà con i cuccioli che incontra.

cane-al-parco

Fate comunque sempre molta attenzione, perché nei parchi per cani si celano alcuni rischi che non possiamo tralasciare se abbiamo intenzione di portarci a spasso il nostro cucciolo. Una buona idea è quella di scegliere un orario con poca affluenza, analizzando per bene il recinto prima di entrarci con il nostro cucciolo.

Prima di entrare, diamo un’occhiata ai cani presenti, assicurandoci che siano socievoli e prestando attenzione al loro modo di giocare e di relazionarsi con altri cani all’interno del parco. Se c’è traccia di aggressività, meglio tornare con il nostro cucciolo un altro giorno, soprattutto se è ancora molto piccolo.

È anche importante entrare nel parco provvisti degli strumenti base di sicurezza. Per esempio, il cucciolo sarà maggiormente al sicuro con il guinzaglio, in modo da essere trascinato a noi in caso di difficoltà.

 

Per una corretta socializzazione del nostro amico a quattro zampe, possiamo anche scegliere di rivolgerci a diversi centri specializzati, cliniche, scuole per cuccioli ecc., tutti luoghi in cui i piccoli avranno l’opportunità di interagire con altri animali. In questo modo potremo sempre essere sicuri che la loro socializzazione segua il suo corso in modo corretto.