I cervidi meno conosciuti del mondo

13 maggio, 2020
I cervidi sono una famiglia di mammiferi ruminanti molto numerosa che include da grandi specie, come l'alce, fino ad altre meno conosciute, come il muntjak. 
 

L’immagine che abbiamo dei cervidi è quella di grandi specie, come l’alce o il cervo. Tutti di grande taglia, maestosi e con grandi corna. Tutti imponenti e che suscitano rispetto e, persino, paura. Ma che dire dei cervidi meno conosciuti del mondo? Corrispondono a questa immagine? Ne parliamo nelle seguenti righe.

I cervidi meno conosciuti

Il cervo mulo

L’Odocoileus hemionus si trova soprattutto in Canada, negli Stati Uniti e in Messico. È stato introdotto, tuttavia, anche in Argentina. È conosciuto con il nome di cervo mulo per via delle sue lunghe orecchie, simili a quelle di questo simpatico animale.

Mostra un comportamento gregario per la maggior parte del tempo. Le femmine, di fatto, formano gruppi con i loro cuccioli. I giovani maschi, inoltre, si uniscono in gruppi formati da quattro a dieci esemplari. I maschi adulti, invece, sono solitari.

Esemplare di cervo mulo
Fonte: Flickr.com | Dan Dzurisin

Il cervo delle paludi

Il Blastocerus dichotomus può raggiungere i 2 metri di lunghezza e fino a 1,20 metri di altezza, motivo per cui è considerato il cervide più grande dell’America del Sud. In guaraní, lingua ufficiale di un gruppo di nativi sudamericani, viene chiamato “guasú”.

 

Al giorno d’oggi vi sono piccole popolazioni isolate negli estuari e nelle lagune di alcuni fiumi sudamericani. Non a caso, si trova nella lista delle specie protette dall’accordo CITES.

Oltre alla sua grande taglia, le corna ramificate che possono raggiungere i 60 centimetri sono l’altra caratteristica per eccellenza del cervo delle paludi

Lo huemul del sud tra i cervidi meno conosciuti al mondo

L’Hippocamelus bisulcus vive nelle Ande cilene, sebbene una piccola percentuale sia presente nella parte argentina. È classificato come specie in pericolo di estinzione, soprattutto perché vittima di caccia intensiva.

Gli huemul del sud sono animali gregari che formano piccoli gruppi di due o tre esemplari. Questi gruppi in genere sono formati da una femmina e i suoi cuccioli. Ma vi sono anche esemplari che conducono vite solitarie.

Huemul cervidi meno conosciuti
Fonte: Manquehue.org

Cervo pomellato o chital

L’Axis axis è un cervide originario del continente asiatico. Si tratta, anche in questo caso, di una specie gregaria che forma gruppi di femmine con i loro cuccioli e gruppi di maschi.

È noto anche come cervo pomellato per via delle macchie bianche sul suo manto che mentre nelle altre specie scompaiono dopo l’infanzia, in questo cervide restano per tutta la vita.

 

Pudu comune o pudu meridionale, il cervide più piccolo al mondo

Esistono diverse specie di Pudu puda distribuite per tutto il Sud del continente americano e che vivono nelle foreste.

Misurano tra i 60 e i 90 centimetri di lunghezza, sono alti solo 30 centimetri e non superano i 10 chili. Per via della loro taglia e del loro aspetto, con la testa tonda e non molto lunga, sembrano eterni cuccioli.

Esemplari di pudu comune che mangiano

Il sambar indiano

Il Rusa unicolor vive nel Sud-Est dell’Asia, ma è stato introdotto anche in Oceania e negli Stati Uniti. Vive nei boschi, e conduce un’esistenza solitaria, fatta eccezione per la stagione degli amori.

Sambar indiano nella boscaglia
Fonte: creatures-of-the-world.fandom.com

Il muntjak tra i cervidi meno conosciuti del mondo

I muntjak sono un genere di cervidi originari del Sud-Est asiatico, sebbene in un secondo momento siano stati introdotti in Europa. Vivono nei boschi e nelle foreste e non superano i 45 centimetri di altezza al garrese.

 

A differenza di altri cervidi, il muntjak è onnivoro, infatti si nutre di uova, carogne e caccia persino alcuni piccoli mammiferi o uccelli che nidificano a terra.

Il capriolo d’acqua

L’Hydropotes inermis inermis è un cervide originario della Cina e della Corea, ma è stato introdotto anche in Europa. È abile a nascondersi e adora vivere tra i giunchi e l’erba alta. Vive nelle montagne, nelle paludi e nelle praterie.

La principale caratteristica di questa specie è che entrambi i sessi sono privi di corna. Dispongono, invece, di canini superiori molto sviluppati, che arrivano a misurare fino a 52 millimetri nei maschi rappresentando così una pericolosa arma.

Il cervo sika, uno dei cervidi meno conosciuti

Il Cervus nippon è originario dell’Estremo Oriente, ma è stato introdotto anche in altri paesi, come l’Oceania o l’Europa. Presenta una vasta distribuzione, fatto che ha determinato la sua divisione in numerose sottospecie, molte delle quali insulari.

Cervo sika tra i cervidi meno conosciuti
Fonte: Flickr.com | Charl de Bruin

Conclusione

Come avete potuto leggere in questo articolo, non tutti i cervidi sono grandi e muniti di terrificanti corna. Alcuni sono piccoli e dall’aspetto molto meno minaccioso. Sebbene siano del tutto sconosciuti, soprattutto in Europa dove molte di queste specie non esistono, meritano un certo riconoscimento.

 

 

  • Odocoileus hemionus [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Odocoileus_hemionus
  • Blastocerus dichotomus [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Blastocerus_dichotomus
  • Hippocamelus bisulcus [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from:
    https://es.wikipedia.org/wiki/Hippocamelus_bisulcus
  • Pudu [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Pudu
  • Axis axis [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Axis_axis
  • Muntjac [Internet]. FAUNIA, el Parque Temático de la Naturaleza. [cited 27 February 2020]. Available from: https://www.faunia.es/animales/muntjac
  • Hydropotes inermis inermis [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Hydropotes_inermis_inermis
  • Cervus nippon [Internet]. Es.wikipedia.org. [cited 27 February 2020]. Available from: https://es.wikipedia.org/wiki/Cervus_nippon
  • Pérez Más E. Mamíferos. [Barcelona]: Bruguera; 1978.