Il fratino eurasiatico, un piccolo uccello che ama le spiagge

28 luglio, 2020
Il fratino eurasiatico è un uccello acquatico che vive nel fango delle regioni costiere o sulle rive. Scopriamo di più su questo fantastico animale!
 

Il fratino eurasiatico è una specie di uccello tipico degli ecosistemi marini e diffuso sulle coste adriatica e del medio Tirreno. Una specie che è diventata nota al grande pubblico nel nostro paese soprattutto a causa delle polemiche suscitate dai mega concerti del Jova Beach Party di Jovanotti, nell’estate del 2019.

In quest’articolo scopriremo di più su anatomia, comportamento, alimentazione e habitat del fratino eurasiatico. Scopriremo tutto su quello bellissimo uccellino.

Caratteristiche del fratino eurasiatico

Il fratino eurasiatico è un uccello appartenente alla famiglia dei Caradriiformi. Si tratta di un uccello di piccola taglia, che raggiunge appena i 15 centimetri di altezza e un’apertura alare compresa tra i 42 e i 45 centimetri.

Una delle peculiarità di questo uccello sta nel fatto che il suo colore varia durante l’anno. Con l’arrivo del periodo riproduttivo le sue piume assumono un colore marrone grigiastro, con sfumature più chiare nella regione dorsale e bianche nella parte interna.

I maschi, duranti il periodo dell’accoppiamento, mostrano solitamente delle particolari sfumature nella zona superiore, che evidenziano la fronte e le sopracciglia bianche. Una colorazione in contrasto con la consueta colorazione grigia del corpo e con le orecchie nere e che permette loro di catturare l’attenzione delle femmine.

Dimorfismo sessuale

Le femmine sono molto simili ai maschi, tanto nell’estetica quanto nella dimensione. Di fatto, i giovani maschi non fertili sono identici alle femmine, dato che il dimorfismo di questo uccello si manifesta solo con la maturità sessuale.

 

Una piccola differenza tra maschi e femmine sta nelle piume rossicce sulla nuca, di cui le femmine non sono dotate, o nel piumaggio del collo, di colore marrone scuro nelle femmine e nero nei maschi.

Fratino eurasiatico sulla spiaggia

Habitat del fratino eurasiatico

Il fratino eurasiatico è un uccello trampoliere, un uccello cioè acquatico che vive nei fanghi delle regioni costiere o sulle rive. Per quanto sia in grado di adattarsi a differenti ambienti climatici, il suo habitat naturale sono le zone umide.

In particolare, questa specie predilige zone costiere e spiagge sabbiose, ma vive anche vicino a saline, lagune e paludi. Durante il periodo della nidificazione costruisce i suoi nidi principalmente tra le dune di spiagge e costiere sabbiose.

La distribuzione della popolazione del fratino eurasiatico è cosmopolita: America del nord e del sud, Asia, Europa e Africa. Nel continente europeo, si concentra nella regione costiere del mar Mediterraneo e del mar Nero.

Distribuzione del fratino eurasiatico in Italia

In Italia, nonostante il dimezzamento della popolazione negli ultimi decenni, il fratino eurasiatico nidifica sulle coste dell’Adriatico e del medio Tirreno. Nel giugno del 2020 è stato anche avvistato in Sicilia, precisamente nel litorale di Mazara del Vallo.

 

Abitudini migratorie

Il fratino eurasiatico è una specie di uccello solo parzialmente migratrice. Mentre parte della popolazione rimane nelle aree di nidificazione, il resto compie viaggi migratori anche molto lunghi.

Uccellino seduto sulla spiaggia

Alimentazione del fratino eurasiatico

Si tratta di un uccello per lo più carnivoro, la cui dieta varia a seconda dell’habitat e della disponibilità degli alimenti nei diversi periodi dell’anno. I fratini che vivono in spiagge e zone ad acqua salata consumano crostacei, insetti di mare, molluschi, lombrichi e altri invertebrati.

Le specie che abitano nell’interno si alimentano principalmente di insetti e larve. Per cacciare, i fratini si avvalgono principalmente della loro velocità e della loro acuta vista per catturare le loro prede.

Perché il fratino eurasiatico è stato eletto uccello dell’anno 2019?

Non vi sono dubbi sul fatto che questo uccello sia un vero e proprio simbolo delle regioni costiere di quasi tutti i continenti. Ma ci sono altri motivi per cui il fratino eurasiatico ha conquistato il premio di Uccello dell’Anno 2019.

Al di là della distribuzione a livello globale, il fratino eurasiatico si trova anche nel Libro Rosso degli uccelli spagnoli, un testo che raccoglie l’elenco delle specie animali in stato di “vulnerabilità”.

 

La votazione annuale da parte della Società Ornitologica Spagnola ha cercato di porre l’attenzione sul pericolo di estinzione che questo uccello corre. Non a caso, il fratino eurasiatico è sempre meno presente sulle coste del mar Mediterraneo.

Si stima che solo negli ultimi 10 anni la popolazione di questa specie sia calata del 70%. L’obiettivo della votazione è stato quindi quello di dare visibilità alla specie e di fare pressione politica per l’adozione di misure efficaci, con l’obiettivo di conservare l’habitat di questo uccello.