Come insegnare al vostro cane a cercare qualcosa

02 marzo, 2017
 

A tutti noi piace che i nostri cani sappiano fare cose speciali come piroette, che ci portino il giornale o che cerchino qualcosa. Riguardo a quest’ultima attività, sebbene l’azione del cercare sia qualcosa di innato negli animali, non è facile insegnare ad un cane a cercare esattamente ciò che vogliamo e farcelo portare.

Non è facile, ma nemmeno impossibile. In questo articolo vi daremo qualche consiglio per risvegliare questo istinto che potrebbe essersi addormentato.

Come suscitare in un cane l’istinto alla ricerca

Insegnare al nostro cane a cercare qualcosa è molto più importante di quanto possiamo immaginare: significa risvegliare un istinto innato che potrebbe essersi assopito. Per un cane, seguire i suoi istinti è importante per lo sviluppo e la socializzazione.

cane-cammina-nel-prato

Cercate un luogo privo di odori

Per iniziare ad insegnare ad un cane l’azione di cercare, è importante trovarsi in un luogo particolare. Non devono esserci molti odori e non devono esserci passati molti animali.

A mano a mano che imparerà, il cane capirà come differenziare l’odore che vuole cercare da tutti gli altri. Ma nel frattempo, occorre iniziare in questo modo. Naturalmente, scegliete una zona all’aria aperta, perché in casa sarebbe difficile trovare qualcosa.

 

Pensate alla sua capacità olfattiva

I cani hanno una capacità olfattiva molto sviluppata, ma non è uguale per tutti. Quindi dovete pensare a quella del vostro animale e cercare una zona di ricerca adatta a lui.

Ci sono cani che possono sentire l’odore e cercare a distanze maggiori, mentre altri lo faranno solo su distanze più ridotte. Quindi, scegliete un luogo e uno spazio adeguati alla facoltà olfattiva del vostro animale.

Inoltre, i giochi vi aiuteranno moltissimo a rendere più semplice l’insegnamento. Pur essendo un istinto innato, i giochi saranno molto utili per svilupparlo.

Di prima mattina

Sì, gli specialisti suggeriscono che le ricerche si debbano organizzare prima delle 6 del mattino, poiché il sole non si è ancora alzato e non ha scatenato l’umidità della vegetazione.

Oltre a ciò, in queste ore non ci saranno ancora orme né odori nella zona, e questo faciliterà il compito di ricerca del vostro cane.

Molto spazio

Un parco vicino a casa è l’ideale. Per sviluppare bene la sua abilità di ricerca, uno spazio ampio è importante. E qui viene il bello.

Spargete un po’ di cibo nell’erba. La cosa migliore è tenere legato il cane mentre lo fate, affinché non vada a mangiarlo. Formate un percorso con i resti di cibo e, se volete assicurare più divertimento e fare una sorpresa al vostro animale, spalmate un po’ di cibo su un giocattolo.

Si raccomanda di usare cibo in lattina per cominciare, dato il suo forte odore e la facilità nel rimuoverlo dal giocattolo. Più avanti potrete usare delle crocchette.

 

Avanti!

cane-nel-prato

È giunto il momento di far sapere al vostro cane che il gioco è iniziato. Lasciate che annusi e liberatelo dal guinzaglio.

Usate il comando “Cerca”, “Vai” o “Avanti” affinché il vostro cane capisca ciò che volete. Ricordate che all’inizio deve essere semplice, ma proseguendo potrete complicare un po’ le cose.

Ad esempio, potreste utilizzare cibo dall’odore meno intenso o magari oggetti, e ogni volta potreste allontanarli sempre di più. Potreste anche giocare a nascondere gli oggetti tra gli alberi o qualsiasi altra cosa vi venga in mente.

Ricordate di usare sempre il rinforzo positivo, perché grida e rimproveri non portano da nessuna parte e vi allontaneranno dal vostro obiettivo.

Soprattutto ricordate di farlo con frequenza, perché altrimenti l’animale dimenticherà presto quanto imparato e retrocederà sempre di più anziché avanzare nell’apprendimento.