Come insegnare al cane a mordere solo i suoi giocattoli

17 novembre, 2016
 

Arrivate a casa e salutate il vostro cane: fa sempre tante feste quando vi rivede. Vi dirigete fino al salone per lasciare le vostre cose, entrate in camera da letto… Ma cosa è successo? L’animale ha distrutto il cuscino e morso le scarpe che vi sono costate una fortuna. Gridate il suo nome ma, come per magia, sparisce correndo a nascondersi. Che mania, quella di mordere qualsiasi cosa!

Quella appena raccontata è una scena tipica di chiunque possegga un animale domestico. E’ una cosa comprensibile, anche dopo aver speso centinaia di euro in giocattoli per cani. Eppure non funzionano, non servono per evitare questo sconsiderato mordere. E a pagare sono le cose a cui teniamo maggiormente.

Quando i cani sono adulti, spesso, perdono questa cattiva abitudine, diventando veri guardiani della casa. Insomma perdendo la loro caratteristica di distruttori compulsivi. Vale la pena però interrogarsi sul da farsi e trovare una soluzione concreta al problema. Come agire per far sì che il vostro cane morda solamente i suoi giocattoli? Vediamolo assieme.

Come educare il cane a non mordere tutto

Prima di tutto, è importante conoscere le cause che portano il vostro cane a mordere qualsiasi cosa. In tal modo potrete trovare una soluzione efficace ai vari casi.

cane-ama-mordere-scarpe
 

Ansietà. E’ uno dei fattori più comuni che portano il vostro cane a mordere tutto ciò che trova. L’ansietà può essere causata da noia, solitudine, iperattività o mancanza di esercizio. Esiste una soluzione per ognuna di queste cause.

Se l’animale si annoia, può dipendere da un atteggiamento di indifferenza al rincasare. Ricordate che parliamo di animali molto socievoli. Dedicate ai cani più tempo, carezze e attenzioni dopo ore di assenza da casa.

La solitudine si genera quando l’animale è costretto a restare per molto tempo senza compagnia. La soluzione può essere affidarlo ad altri, quando sapete che l’assenza può essere prolungata. Altrimenti pensate alla possibilità di adottare un altro animale domestico.

Se il cane è iperattivo, portatelo dal veterinario. Sarà infatti il medico a indicarvi quali passi seguire per risolvere questa complicazione.

La mancanza di esercizio crea un’accumulo di energia residua nell’animale. Questa forza non liberata lo porta a distruggere ogni cosa. Per evitarlo, ovviamente, dovete farlo muovere con maggiore intensità, fino a stancarlo in modo adeguato.

Cuccioli

I cuccioli sono particolarmente propensi a mordere tutti gli oggetti di casa, principalmente per due motivi. Il mordere è una forma di scoprire il mondo che li circonda. In secondo luogo, perché le loro gengive si stanno sviluppando, e mordendo alleviano il dolore.

La soluzione è semplice. Comprate giocattoli adatti alla loro età, pensati per non danneggiare le loro gengive, meglio ancora se emettono rumori o suoni. Chiedete consiglio al veterinario. Vedrete che non vorranno giocare con altro.

 

In alternativa, per soddisfare la loro curiosità, potete sempre chiudere le porte delle stanze ‘proibite’. Sarà impossibile che morda o rompa oggetti a cui tenete.

Giocattoli per cani

Già dai primissimi anni abituate il vostro cane ad avere giocattoli personali, adatti alla sua età e dimensioni. Non dategli mai nulla di vostro, nemmeno vestiti od oggetti vecchi. Altrimenti l’animale penserà che è autorizzato a mordere qualsiasi cosa vi appartenga.

Controllatelo

Vigilate il vostro cane quando siete a casa e, appena lo vedete mordere qualcosa, bloccatelo e dategli un giocattolo. E’ una fase di apprendimento. Ci vorrà tempo e pazienza, ma i risultati sono assicurati.

Lunghe passeggiate

cuccioli-di-cani-a-passeggio

Prima di uscire di casa, portate il cane a fare una lunga passeggiata. Lasciatelo libero di scorrazzare in un luogo adeguato. Fatelo stancare, in modo che, al rincasare, non senta il bisogno di fare nulla. Passerà molte ore tranquillo a riposare, evitando di mordere le vostre cose. Ciò richiede un piccolo sacrificio da parte vostra, come alzarvi un poco prima del solito, però ne vale la pena.

Se tale soluzione non produce i risultati sperati, può essere utile portare il cane dal veterinario. L’obiettivo è valutare la presenza di comportamenti compulsivi da trattare in maniera più mirata e specifica.