Insetti e aracnidi: quali sono le differenze?

20 novembre, 2020
Gli insetti e gli aracnidi sono degli artropodi che hanno delle caratteristiche simili. Tuttavia, presentano anche delle importanti differenze. Quali sono le caratteristiche principali? Come possiamo distinguerli?

Ci sono molte differenze tra gli insetti e gli aracnidi, così come molte sono le somiglianze. Innanzitutto, sia gli insetti che gli aracnidi hanno un esoscheletro.

Negli esseri umani e in tutti i mammiferi lo scheletro si trova sotto la pelle. Lo scheletro degli esserei umani protegge alcuni organi vitali. A sua volta, lo scheletro è protetto dai muscoli e dalla pelle.

Nel caso degli artropodi, lo scheletro si trova all’esterno del corpo. Pertanto, l’esoscheletro degli insetti protegge tutti i loro organi interni.

Alcuni artropodi hanno degli esoscheletri molto resistenti; ad esempio, gli scarafaggi. Tutti abbiamo dovuto calpestarli più volte per ucciderli.

Contrariamente alla credenza comune, il veleno non è una caratteristica unica degli aracnidi. Sia tra gli insetti che tra gli aracnidi ci sono delle specie velenose. Il veleno, tuttavia, non sempre è forte o letale in tutte le specie. Varia, come detto, a seconda della specie e dell’esemplare.

Forse, l’elemento in comune tra insetti e aracnidi è che la maggior parte delle persone li trova sgradevoli. Sia gli insetti che gli aracnidi hanno un aspetto strano, risultando poco attraenti per gli standard umani.

Tuttavia, non tutti gli artropodi meritano l’odio degli uomini. Oltre ad essere una parte vitale di tutti gli ecosistemi, la maggior parte delle volte insetti e aracnidi sono totalmente innocui.

Coccinelle su un filo d'erba.

In questo articolo vi diremo quali sono le caratteristiche generali di entrambi i gruppi e le principali differenze tra insetti e aracnidi.

Gli insetti

Gli insetti sono il gruppo più numeroso all’interno del regno animale e attualmente ci sono più di un milione di specie diverse sul pianeta. Grazie alle loro caratteristiche morfologiche e fisiologiche, gli insetti sono riusciti ad adattarsi a quasi tutti gli ambienti.

Gli insetti svolgono un ruolo molto importante nel ciclo di vita di molte specie di piante. Ad esempio, aiutano a impollinare i campi e permettono una decomposizione più efficace della materia organica.

Nel corso dei secoli, gli insetti hanno aiutato gli uomini ad identificare determinati fenomeni. Come ben sapranno gli appassionati delle serie TV di genere crime, l’ora della morte di un individuo può essere determinata in base agli insetti che si trovano nel suo corpo.

Purtroppo, anche gli insetti possono essere dannosi per l’uomo. Molti di essi, come la zanzara Aedes aegypti, sono portatori di malattie.

Gli aracnidi

Gli aracnidi sono una vasta classe di artropodi all’interno della quale gli scienziati hanno raggruppato più di 100.000 specie. Sebbene gli scorpioni, le zecche, le pulci e molti altri animali siano degli aracnidi, la stragrande maggioranza delle specie in questa famiglia è costituita da ragni.

Ragno che tesse la ragnatela.

Il nome della classificazione Arachnida deriva da un mito greco. Secondo il mito, Aracne era una bellissima fanciulla abilissima nel tessere, abile come gli artropodi che portano il suo nome.

La maggior parte degli aracnidi sono dei carnivori che predano insetti terrestri. Gli aracnidi svolgono un ruolo chiave nella regolazione naturale delle popolazioni di insetti prevenendo le infestazioni.

Differenze tra insetti e aracnidi

Le differenze tra le due classi di artropodi sono diverse, ma molto evidenti una volta conosciute. Eccovi un elenco delle principali differenze tra insetti e aracnidi. In questo modo, potrete riconoscerli a prima vista.

  • Gli insetti sono artropodi con tre paia di arti e una o due paia di ali. Gli aracnidi sono degli artropodi con quattro paia di arti e non hanno mai le ali.
  • Gli insetti hanno le mascelle, mentre gli aracnidi hanno i cheliceri.
  • Gli aracnidi non hanno le antenne e gli insetti si.
  • Il corpo degli insetti è diviso in tre parti: la testa, il torace e l’addome. Quello degli aracnidi è diviso in cefalotorace – testa e torace combinati – e addome.
  • Il sangue degli insetti è incolore, mentre quello degli aracnidi è bluastro.
  • Gli insetti hanno occhi composti, come le mosche. Gli aracnidi hanno da uno a sei paia di occhi semplici. Ciò significa che entrambe le specie possono osservare in più direzioni contemporaneamente, ma i loro occhi non funzionano allo stesso modo.

Le differenze tra insetti e aracnidi sono molto evidenti quando sapete come identificarle. È importante ricordare che gli insetti hanno un ruolo importante negli ecosistemi. Pertanto, sebbene molte volte possano sembrare inutili e farvi irritare, dovete sapere che la vita sul pianeta dipende da loro.

Reichholf-Riehm, H. (1986) Insectos y arácnidos. Blume: Barcelona, España.

  • Mola, L. M.; Rebagliati, P. (2011) Variaciones meióticas y evolución cromosómica en insectos y arácnidos con cromosomas holocinéticos. Journal of basic and Applied Genetics: Argentina.