La lucertola: caratteristiche e curiosità

13 marzo, 2020
Questo piccolo rettile presenta caratteristiche davvero speciali, volete scoprirle insieme a noi?

Non è facile distinguere i vari esemplari delle oltre quattromila specie di lucertole. Questi animali appartengono alle famiglie GekkonidaeLacertidae, e il nome scientifico della lucertola è Podarcis muralis.

Si tratta di piccole lucertole distribuite in lungo e in largo nel mondo, tranne in Antartide, che si muovono con rapidi movimenti su qualsiasi tipo di superficie, in natura e in casa.

L’aspetto della lucertole in genere suscita simpatia, dato che è del tutto inoffensiva. È per questo motivo che alcune persone adottano le lucertole come animali domestici. Nonostante ciò, si sa ben poco di questo rettile. Dal carattere schivo, preferisce nascondersi tra le crepe, i cespugli o le pietre piuttosto che avere contatto diretto con gli umani.

Principali caratteristiche della lucertola

La lucertola può raggiungere una media di 10 anni di vita e misurare fino a 10 cm, coda esclusa. La coda è più lunga del corpo e può persino perderne l’estremità se si sente minacciata.

Per quanto riguarda la pelle, questo animale è ricoperto da piccole squame, maggiormente concentrate sul dorso rispetto all’addome. I colori e i toni oscillano tra il verde scuro, il verde chiaro e il marrone.

È possibile distinguere i maschi dalle femmine perché i primi hanno macchie scure sul dorso; le femmine, invece, presentano delle linee che attraversano il dorso. Per nutrirsi, la lucertola va in cerca di qualsiasi tipo di insetti di piccole o medie dimensioni.

Lucertola sul terreno

Da chiocciole a scarabei, tutto va bene per questo animale carnivoro. Risalta il suo ottimo istinto da predatore e la sua capacità di adattarsi a quasi tutte le regioni del pianeta.

Un altro fatto che permette alla lucertola di espandersi facilmente per il mondo è la quantità di uova che depone in ogni stagione. Per quattro mesi all’anno, depone le uova da una a tre volte. In ogni deposizione, si possono contare fino a una dozzina di uova. Più è grande la lucertola, maggiore sarà la cifra di uova.

Le femmine tendono a unirsi durante il periodo di cova; si offrono reciproca compagnia e in genere trascorrono insieme il tempo in cui attendono la nascita dei piccoli.

La lucertola, un ospite desiderato

Questa specie di rettili è ben accolta ovunque vada. Il motivo è la loro capacità di equilibrare gli ecosistemi in quanto rappresentano un anello chiave della catena alimentare.

La lucertola si occupa, per esempio, di contrastare le piaghe che devastano i raccolti del mondo: chiocciole, cavallette e qualsiasi tipi di insetto presente nelle coltivazioni. Anche nelle aree urbane la lucertola frena la proliferazione di zanzare, mosche, ragni, scarabei o diversi tipi di vermi.

Bagni di sole

I bagni di sole offrono grande piacere a questo animale dal sangue freddo. Dopo un lungo sonno invernale nella sua tana, con l’arrivo dei primi giorni caldi esce in cerca del contatto della luce solare sulle sue squame.

Questi bagni di sole, inoltre, danno alla lucertola l’opportunità di scrutare pazientemente ogni millimetro di spazio che la circonda. Il sole esercita un effetto nutritivo o di ricarica energetica nella lucertola, che aspetta l’arrivo degli insetti.

La lingua della lucertola possiede intense qualità sensoriali che, unite all’acutezza visiva, la dotano di notevoli abilità di caccia. La lucertola può trascorrere ore in stato di riposo, con il ventre palpitante e il resto del corpo immobile.

Ma queste ore di riposo non sono improduttive per questo piccolo rettile, che resta sempre in agguato. Dopo essersi ricaricato con l’energia solare, si mette in movimento per saziarsi dopo il digiuno invernale.

Lucertola sulla mano

Il linguaggio della lucertola

La lucertola possiede un linguaggio proprio. Per comunicare con un altro membro della sua specie, ricorre a una serie di movimenti e posture specifiche. Queste azioni vengono realizzate per difendere il territorio da qualsiasi attacco nemico.

In alcune varietà di questa specie, le squame possono cambiare colore, il che indica lo stato d’animo dell’animale. Fa parte del linguaggio corporeo della lucertola anche l’abitudine di perdere la coda quando si spaventa in presenza di una minaccia o di un predatore.

Il pezzo di coda si muove e distrae il predatore per un tempo che risulta sufficiente alla lucertola per scappare. Nel giro di una settimana la coda crescerà di nuovo.

Come abbiamo visto, la lucertola è uno degli animali che meglio si adattano all’ambiente in cui si trovano. Nel caso in cui doveste imbattervi in questo animale, non dovete ferirlo, bensì rispettare il suo aspetto inoffensivo. Semplicemente, potete posarla nei pressi di un albero.