La pulcinella di mare e il suo grande becco arancione

09 ottobre, 2020
La pulcinella di mare è un volatile molto affascinante, noto per il becco e le zampe molto colorati; trascorre la maggior parte del tempo in mare e sfoggia incredibili tecniche di volo. 

All’interno della famiglia dei Fratercula, la pulcinella di mare si distingue per il grande becco colorato e le sue zampe “abbinate”. In questo articolo presentiamo tutto quello che c’è da sapere su questo meraviglioso uccello.

Habitat della pulcinella di mare

Il suo nome scientifico è Fratercula artica, ma è comunemente noto come pulcinella di mare, nome che ci dà già un indizio sul suo habitat naturale. Si tratta dell’unico esemplare della famiglia dei Fratercula nativo dell’oceano atlantico.

Durante la stagione degli accoppiamenti e dell’allevamento dei piccoli, possiamo trovarlo in Norvegia, Islanda, Groenlandia, Terranova (Canada) e altre isole minori al Nord dell’Oceano Atlantico, come Faroe, Shetland e Orcadi. Alcune colonie di pulcinella di mare sono state avvistate nelle regioni a Ovest delle isole britanniche e a Est del Maine (Stati Uniti).

La pulcinella di mare si dirige verso il mare del Nord e può persino raggiungere il circolo polare artico.

Comportamento e abitudini della pulcinella di mare in acqua

Come la maggior parte degli uccelli marini, la pulcinella di mare trascorre diversi mesi dell’anno lontano dalla terra continentale. In altre parole, ci sono più probabilità di vederla in mare aperto che nella costa, che raggiunge per costruire il nido e crescere i pulcini.

Si tratta di uccelli solitari nel mare, dove si muovono in modo particolare: prendono la rincorsa con le zampe e spiccano il volo in direzione del vento. Possono trascorrere molte ore a pulirsi e a spargere un particolare olio che rende le loro piume impermeabili e le isola dalle basse temperature.

Per quanto riguarda la dieta della pulcinella di mare, questo animale si nutre quasi esclusivamente di pesce, ma a volte consuma calamari, crostacei, molluschi o persino vermi quando è sulla costa. Può immergersi per diversi metri e nuotare in fretta per raggiungere le sue prede.

Comportamento e abitudini della pulcinella di mare a terra

In primavera questi uccelli tornano sulla terraferma, per l’esattezza nella colonia in cui sono nati, e si inseriscono in subcolonie in ordine di arrivo. Ciò significa che chi arriva prima avrà diritto alle migliori postazioni per costruire il nido.

Riproduzione della pulcinella di mare.

Le pulcinelle sono monogame e ogni anno si accoppiano con lo stesso compagno. Costruiscono il nido, che ricoprono di erba, tra le rocce. Per proteggere le uova, le subcolonie formano cerchi molto fitti che impediscono l’ingresso dei predatori.

I pulcini hanno bisogno di poco meno di due mesi per sviluppare le piume, nascono infatti “nudi”. In questa fase richiedono molto cibo, che gli viene offerto dalla madre. Nel frattempo, il maschio si occupa di proteggere e controllare il nido.

Aspetto della Fratercula artica

Il piumaggio superiore della pulcinella di mare è più scuro di quello inferiore. Questa caratteristica la aiuta a camuffarsi ed evitare che i predatori, come lo squalo, la distinguano dai fondali marini.

A differenza di altri uccelli marini e persino della sua stessa famiglia, la pulcinella ha il becco largo e colorato. Di lato appare triangolare e largo, ma dall’alto è sottile e stretto.

La parte esterna è rossa e arancione, invece quella interna è bianca o grigia. Ha un morso molto potente e durante la stagione degli amori il becco sembra più brillante.

Becco della Fratercula artica.

Si distingue anche per le sfumature attorno agli occhi e per le zampe, quasi sempre arancioni, che non passano inosservate.

I pulcini e gli esemplari più giovani hanno le piume di un colore più spento, zampe gialle o marroni e il becco meno colorato. Poco dopo aver raggiunto l’età adulta, intorno ai quattro anni, realizzano una muta che li rende più sgargianti.

La pulcinella di mare ha il corpo robusto e ali corte, non supera i 30 centimetri di altezza e i 65 centimetri di apertura alare. I maschi sono leggermente più alti, e questa è l’unica differenza tra i due sessi.

Trascorre la maggior parte della sua vita in mare dove mostra il suo volo diretto a quasi 10 metri sul livello del mare. Le zampe palmate gli consentono di muoversi in qualsiasi ambiente e, seppur silenzioso in mezzo all’oceano, può essere molto rumoroso sulla terra. Un volatile davvero straordinario!

  • Doutrelant, C., Grégoire, A., Gomez, D., Staszewski, V., Arnoux, E., Tveraa, T., … Boulinier, T. (2013). Colouration in Atlantic puffins and blacklegged kittiwakes: Monochromatism and links to body condition in both sexes. Journal of Avian Biology. https://doi.org/10.1111/j.1600-048X.2013.00098.x