La terapia laser per gli animali domestici

09 settembre, 2020
L'utilizzo del laser nelle cliniche veterinarie è una terapia alternativa o complementare ai trattamenti usuali. Ma funziona davvero?
 

L’uso della terapia laser sugli animali domestici è in aumento negli ultimi anni. Viene usata per curare diversi disturbi, soprattutto nei cani e nei gatti.

I vantaggi del laser come trattamento complementare sono indubbi, tuttavia non tutte le informazioni sull’argomento sono veritiere. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che la conoscenza viene prima di tutto dall’esperienza.

Dal punto di vista della medicina veterinaria, le informazioni che abbiamo a disposizione sono scarse e poco aggiornate. Quello che sappiamo oggi sulla terapia laser viene dagli studi condotti in laboratorio o sull’uomo, da un punto di vista praticamente soggettivo.

Tuttavia, alcuni studi realizzati sugli animali dimostrano che questo trattamento è efficace e che risce, quantomeno, ad alleviare alcune malattie.

A causa della mancanza di osservazioni oggettive e di studi basati su prove scientifiche, il vero valore della terapia laser per gli animali domestici non è ancora ben chiaro. Cerchiamo di analizzare le informazioni a disposizione sull’argomento in questo articolo.

In cosa consiste la terapia laser per gli animali domestici?

La parola laser è un acronimo che deriva dall’inglese, che significa amplificazione della luce mediante l’emissione stimolata di radiazioni. Questo tipo di luce concentrata ha la capacità di essere assorbita dai diversi tessuti di un organismo. In questo modo, provoca reazioni fototermiche e fotochimiche che possono avere grandi benefici terapeutici.

 

Nella terapia riabilitativa viene utilizzato un tipo di laser a bassa intensità. Questo si differenzia dai laser chirurgici che hanno una potenza elevata, e il cui scopo è distruggere tessuti e cellule in modo controllato.

Attualmente non si conosce l’esatta interazione tra i tessuti e il laser, a causa, come dicevamo, della mancanza di studi scientifici. Tuttavia, è stato dimostrato che provoca un cambiamento.

Cane dal veterinario.

Malattie curate con la terapia laser

Prima di tutto, per capire perché il laser viene utilizzato solo per alcuni disturbi, dobbiamo capire come funziona sul corpo.

Biologicamente, i fotoni emessi dal laser vengono assorbiti dal tessuto e questo provoca un aumento dell’adenosina trifosfato o ATP, molecola essenziale per ottenere l’energia cellulare. Questa produzione di ATP altera il metabolismo cellulare e, inoltre, può agire come neurotrasmettitore. Quindi:

  • La terapia laser può aiutare ad alleviare il dolore.
  • Accelera la riparazione dei tessuti e la crescita cellulare.
  • Sembra stimolare la creazione di cellule staminali.
  • Ha effetti antinfiammatori.

La terapia laser per alleviare l’osteoartrosi

 

Alcune delle malattie croniche più comuni nei cani e nei gatti sono quelle che coinvolgono le articolazioni, e che provocano infiammazioni, molto dolore e difficoltà di movimento. In questi casi, oltre ai consueti trattamenti con condroprotettori e alle diete mirate al dimagrimento, sembra che l’utilizzo della terapia laser migliori il processo.

Durante alcuni studi condotti sui ratti in laboratorio, il laser ha ridotto l’edema formato nell’articolazione e di conseguenza anche il dolore. Tuttavia, sull’uomo non sembra esserci alcun miglioramento.

Lesioni ai tendini e ai legamenti

Sebbene l’uso della laserterapia nelle persone con problemi o danni a tendini e legamenti sia molto diffuso, sembra che solo nel 50% dei casi ci sia un miglioramento. Questo utilizzo del laser viene fatto anche sugli animali domestici dove, i risultati positivi sono stati pochi, ma siamo comunque di fronte ad un passo avanti.

Cane e gatto dal veterinario.

Cura del dolore e dell’infiammazione

Sembra che in alcuni casi la terapia laser riesca ad alleviare il dolore negli animali domestici. Il laser, attraverso le interazioni con i recettori del dolore, diminuisce la sensibilità di questi e quindi, riuscendo così a ridurre la sensazione dolorosa. Allo stesso modo, il laser potrebbe avere effetti sui neuroni che controllano la vasocostrizione e, in questo modo, mediare i processi infiammatori.

 

Quando si consiglia di utilizzare il laser sugli animali domestici?

La terapia laser può essere utile in moltissimi casi. Tuttavia, di solito viene usata quando il trattamento abituale non può essere applicato o non funziona, ad esempio su:

  • Animali con problemi al fegato che non possono assumere determinati farmaci.
  • Gatti che non possono assumere farmaci per alleviare il dolore.
  • Animali esotici a cui, a causa del loro basso peso corporeo, non possono essere somministrati farmaci.
  • Cani in età avanzata che soffrono di varie patologie.
  • Animali domestici con malattie rare.

La terapia laser è molto sicura purché somministrata correttamente, cioè con un numero di sedute adattate al paziente e stabilite da un veterinario abituato a lavorare con queste terapie alternative.

Nonostante la mancanza di prove scientifiche, in determinate situazioni vale la pena provare questa opzione.

 
  • Crespi, R., Covani, U., Margarone, J. E., & Andreana, S. (1997). Periodontal tissue regeneration in beagle dogs after laser therapy. Lasers in Surgery and Medicine: The Official Journal of the American Society for Laser Medicine and Surgery, 21(4), 395-402.
  • de Braekt, M. M. I., van Alphen, F. A., Kuijpers‐Jagtman, A. M., & Maltha, J. C. (1991). Effect of low level laser therapy on wound healing after palatal surgery in beagle dogs. Lasers in surgery and medicine, 11(5), 462-470.
  • Draper, W. E., Schubert, T. A., Clemmons, R. M., & Miles, S. A. (2012). Low‐level laser therapy reduces time to ambulation in dogs after hemilaminectomy: a preliminary study. Journal of Small Animal Practice, 53(8), 465-469.
  • Dougherty, T. J., Thoma, R. E., Boyle, D. G., & Weishaupt, K. R. (1981). Interstitial photoradiation therapy for primary solid tumors in pet cats and dogs. Cancer research, 41(2), 401-404.
  • Kerwin, S. C. (2010). Osteoarthritis in cats. Topics in companion animal medicine, 25(4), 218-223.
  • Peavy, G. M., Walder, E. J., Nelson, J. S., & Rosenberg, M. (2001). Use of laser photocoagulation for treatment of cutaneous angiomatosis in one dog and two cats. Journal of the American Veterinary Medical Association, 219(8), 1094-1097.