La visita oculistica per i vostri animali domestici

07 maggio, 2018
 

Anche gli animali domestici dovrebbero andare dall’oculista. Malattie come congiuntivite, cataratta e glaucoma sono alcune delle condizioni cliniche di cui cani e gatti possono soffrire. Ecco perché vale la pena fargli sostenere una visita oculistica veterinaria, di tanto in tanto.

La valutazione scientifica del campo visivo negli animali da compagnia è ormai avanzatissima, dal momento che ci sono alcune razze molto propense ad avere problemi della vista. Se parliamo di cani, ad esempio, il Dalmata è tra quelli che sicuramente hanno bisogno di continui controlli. Vediamo come funzionano gli esami oftalmologici e la loro importanza per la salute dei vostri animali domestici.

Cos’è una visita oculistica veterinaria?

L’esame oftalmologico raggruppa una serie di analisi che verificano se ci sono problemi agli occhi o patologie particolari che iniziano a manifestarsi. Fondamentalmente, il medico si occupa di studiare la vista e le condizioni degli organi oculari.

Per capire se un animale vede bene, viene sottoposto a delle prove di luce, movimento delle mani e sfregamento di oggetti. In questo modo è possibile capire se è in grado di rispondere agli stimoli e riconoscere le dinamiche dell’ambiente che lo circonda.

un parrocchetto sulla spalla del padrone
 

Per quanto riguarda gli occhi, vengono verificati aspetti quali la secrezione di lacrime, l’esame del cristallino e la pressione intraoculare. E, come vediamo, si tratta di studi abbastanza approfonditi e dettagliati.

Un controllo approfondito degli occhi del vostro animale

La complessità degli esami oculistici è considerevole anche per gli animali domestici. Vengono controllate persino possibili patologie che potrebbero interessare le palpebre: ptosi, trichiasi, blefarite, neoplasie, ecc. Tutte queste possono influenzare la vista e il benessere dell’animale.

La cornea viene accuratamente controllata per via delle ulcere. D’altra parte, l’esame della camera interna è determinante per dettagliare lo stato dell’iride, della lente, della cornea e dell’umore acqueo.

Tutto ciò deriva certamente dalla necessità di prendersi cura di un cane, gatto o altro animale da compagnia. Ma anche da un concreto problema di sicurezza, dal momento che un essere vivente che vede male può rappresentare un pericolo per sé stesso e per gli altri. Da qui l’importanza della visita oculistica veterinaria.

La visita oculistica veterinaria è molto utile

Di solito, i veterinari eseguono un controllo di routine quando portate i vostri cani e gatti. Ma solamente un veterinario oftalmico sarà in grado di analizzare e verificare eventuali problematiche specifiche degli occhi.

un piccolo gatto con problemi alla vista
 

Se, ad esempio, notate la presenza di strane macchie, infiammazioni o un qualsiasi altro elemento insolito negli occhi dell’animale, la cosa giusta è portarlo dall’oculista veterinario. Quando il vostro amico mostra dolore e cerca di grattarsi gli occhi, anche in questo caso dovrete agire rapidamente.

I cambiamenti sospetti nella capacità visiva o le lesioni nella zona degli occhi sono tutti campanelli d’allarme per ogni proprietario responsabile. Se osservate il vostro cane ogni giorno, con attenzione, sarete in grado di rilevare se c’è qualcosa che non va.

Le lesioni agli occhi sono molto frequenti

Ustioni, urti, prolassi, problemi alla cornea e lesioni palpebrali… Tutte queste sono situazioni cliniche che possono interessare i vostri animali domestici in qualsiasi momento. Il graffio di un altro cane, lo sbattere contro un mobile o il contatto con una sostanza tossica sono eventualità sufficienti a causare lesioni agli occhi.

È sempre una buona idea quella di rilassare l’area con colliri speciali, nel caso dei cani. Tuttavia, la revisione veterinaria è necessaria per conoscere la gravità del danno. Ci sono molti esemplari a cui i medici sono riusciti a salvare l’occhio, solo per merito della tempestività dei loro padroni.

un cane che appoggia la testa su un cuscino
 

Tenete conto che la revisione oculistica può essere utile per diagnosticare altre malattie. Questo è quello che succede nei casi di glaucoma nei cani, che può essere un sintomo del diabete. In questo senso, una visita precoce consentirà di recuperare l’occhio e migliorare la salute generale del vostro amico a quattro zampe.

Come comportarsi in caso di problemi agli occhi?

In linea di principio, dovrete evitare di improvvisare qualsiasi cura senza prima aver consultato il vostro veterinario di fiducia. Pertanto, la prima cosa da fare è portare l’animale in clinica e aspettare la corretta diagnosi realizzata dallo specialista.

Un altro aspetto chiave è la prevenzione. Osservate attentamente il vostro animale domestico e verificate il suo linguaggio del corpo. In questo modo potrete decifrare sintomi evidenti e agire in anticipo rispetto alle conseguenze di una possibile incidenza medica. Ricordate che un segnale tipico dei problemi agli occhi è la lacrimazione eccessiva.

Una buona forma di prevenzione è mantenere sempre alto il livello di pulizia. Pertanto, tra le altre misure, dovrete sempre fare attenzione a accorciare i peli in eccesso che potrebbero entrare a contatto con gli occhi, irritando pupille, iride e sclera. Qui si accumulano spesso resti e sporcizia, rappresentando un pericolo serio per cani e gatti.