Lupus nei cani: cause e sintomi

21 settembre, 2020
Il lupus è una malattia cronica che può colpire diversi organi e tessuti. Scopriamo quali sono i sintomi.

Si dice che il lupus nei cani sia una malattia autoimmune, ma spesso non sappiamo bene a cosa si riferisce la parola “autoimmune”. Il corpo del cane (proprio come il corpo umano) ha un sistema immunitario che lo protegge dalle invasioni esterne che possono causare malattie e infezioni.

In caso di comparsa di una malattia autoimmune, il sistema immunitario attacca erroneamente il corpo stesso, provocando una grave patologia. Ciò accade quando le cellule immunitarie non sono in grado di distinguere tra cellule sane normali nel corpo e cellule estranee. Di conseguenza, cercano di distruggere i tessuti normali. In questo articolo parliamo del lupus nei cani.

Possibili cause delle malattie autoimmuni

Allo stato attuale, le cause delle malattie autoimmuni non ben chiare. Tuttavia, esistano delle teorie sull’influenza dei fattori genetici, dietetici e ambientali. A questo proposito, si ritiene che l’esposizione ai raggi UV sia un fattore in grado di possa predisporre o innescare le malattie della pelle autoimmuni in alcuni cani.

Ciò che è certo è che le malattie autoimmuni possono interessare una parte del corpo ma anche varie parti contemporaneamente. Pertanto, possono influenzare la pelle, i tessuti connettivi, i nervi, i muscoli, il sistema endocrino, cioè il sistema che controlla gli ormoni e altre sostanze chimiche, i globuli rossi o l’apparato digerente.

Le malattie autoimmuni sono ad ampio spettro e possono manifestarsi attraverso un’infiammazione o l’accumulo di anticorpi. Il lupus è solo una delle tante malattie autoimmuni che includono la sclerosi multipla, le malattie infiammatorie intestinali e altri disturbi del tessuto connettivo come l’artrite.

In una malattia autoimmune come il lupus, il sistema immunitario attacca erroneamente il corpo causando una patologia.

Tipi di lupus nei cani

Lupus eritematoso sistemico nei cani

Il classico esempio di una malattia autoimmune che colpisce più sistemi è il lupus eritematoso sistemico (LES), comunemente noto come lupus. Il lupus è spesso chiamato il grande imitatore, perché può imitare quasi tutti gli altri stati della malattia. Per questo motivo, sarà necessario consultare un veterinario per una corretta diagnosi e trattamento.

La malattia del LES può colpire quasi tutte le parti del corpo e i sintomi variano a seconda degli organi colpiti: taluni possono essere fatali.

I sintomi del LES possono essere acuti (insorgenza cronica) o cronici, generalmente in aumento e in diminuzione. Durante la sua insorgenza cronica, il lupus nei cani si presenta con periodi alternati di remissione e ricaduta.

La febbre che non risponde agli antibiotici è uno dei classici sintomi clinici del LES. Spesso gli animali soffrono anche di rigidità delle zampe o zoppia.

Altri segni clinici possono includere anomalie del sangue come anemia emolitica, trombocitopenia (basso numero di piastrine) e/o leucopenia (basso numero di globuli bianchi) o dermatite. Il LES è considerato una malattia della pelle autoimmune comune nei cani mentre è rara nei gatti. I cani o i gatti con LES non dovrebbero essere vaccinati.

Bambino con amore per gli animali.


Lupus eritematoso discoide

Il lupus eritematoso discoide (LED) è un’altra malattia della pelle autoimmune osservata nei cani e raramente nei gatti. Un altro nome comune per questa condizione è “naso di collie”, perché in questa razza è molto frequente. Comunque può apparire in molte altre razze, tra cui lo Shetland Sheepdog, il German Shepherd, il Siberian Husky e il Brittany Spaniel.

Si ritiene che l’esposizione alla luce solare, nella fattispecie alle radiazioni UV, sia una potenziale causa o fattore scatenante. Nella maggior parte dei casi, i cani colpiti perdono la pigmentazione intorno al naso, ma anche la pelle intorno alle labbra, agli occhi, alle orecchie e ai genitali.

Questa malattia trasforma la superficie del naso del cane dalla sua normale consistenza “ruvida” a liscia, piatta e lucida. Possono verificarsi anche delle piaghe ulcerate.

Alcuni cani soffrono molto per il lupus eritematoso discoide, mentre altri sembrano non farci caso. Si ritiene che il LED possa essere una variante meno grave del lupus eritematoso, poiché non diventa sistemico. È considerata una malattia della pelle autoimmune relativamente benigna.

Onicodistrofia lupoide

Se il vostro cane ha continuamente problemi alle zampe e agli artigli, potrebbe soffrire di onicomodistrofia lupoide. Si tratta di una condizione immuno-mediata che colpisce le unghie e le zampe del cane. È considerato un tipo di lupus, quindi non può essere trasmessa ad altri animali o persone.

Anche se non esiste una cura, sì che esiste un trattamento. In alcuni casi, i sintomi scompaiono con degli integratori e raramente si verifica una ricaduta. Altri casi sono cronici, per cui avranno bisogno del trattamento per tutta la vita.

I sintomi dell’onicodistrofia lupoide possono includere la progressiva caduta delle unghie nell’arco di diverse settimane o addirittura mesi. Inoltre, il dolore costante associato a questo problema.

Si presenta con gonfiore dei cuscinetti, infiammazione alla base delle unghie, dolore, zoppia e sanguinamento alle zampe colpite. Nella maggior parte dei casi è interessato più di un artiglio o di una zampa.

Lesioni alle zampe dei cani.


Razze predisposte al lupus

Alcuni cani corrono un rischio maggiore di sviluppare il LES. La malattia tende ad apparire più di frequente nelle femmine di mezza età. Le razze più colpite includono levrieri afgani, beagle, pastori tedeschi, setter irlandesi, cani da pastore inglesi, barboncini, cani da pastore delle Shetland e Collie.

La diagnosi precoce del lupus nei cani è estremamente importante. Se non viene curato, le complicazioni possono essere molto gravi, perché coinvolgono l’intero corpo dell’animale. Queste caratteristiche possono rendere la diagnosi e il trattamento molto impegnativi e complicati.

  • Hahn, B. H., & Kono, D. H. (2019). Animal Models in Lupus. In Dubois’ Lupus Erythematosus and Related Syndromes-E-Book, (pp. 164-215).
  • Nuttall, T., Eisenschenk, M., Heinrich, N. A., & Harvey, R. G. (2018). Skin diseases of the dog and cat. CRC Press.
  • Bryden SL., White SD., Dunston SM et al. (2005). Clinical, histopathological and immunological characteristics of exfoliative cutaneous lupus erythematosus in 25 German short-haired pointers. Vet Dermatol 16: 239-
  • Olivry T., Rossi MA., Banovic E., Linder KE. (2015). Mucocutaneous lupus erythematosus in dogs (21 cases). Vet Dermatol 26 (4): 256-e55.
  • Jackson HA., (2006). Vesicular cutaneous lupus. Vet Clinics North Am Small Anim Pract 36 (1): 251-
  • Banovic F., Olivry T., Linder KE. (2014). Ciclosporin therapy for canine generalized discoid lupus erythematosus refractory to doxycycline and niacinamide. Vet Dermatol 25: 483-e79.