Perché non si può dare al cane la marijuana?

14 marzo, 2017
 

Forse vi sembrerà strano, ma molti padroni di animali hanno questo dubbio. Per questo, vogliamo dare loro qualche consiglio a riguardo. Dare della marijuana al vostro cane può avere conseguenza molto serie per la sua salute. Leggete questo articolo per saperne di più.

La marijuana può essere fatale per il cane

marijuana effetti sul cane

Autore: Christine e David Schmitt

Qualsiasi sostanza, se fatta mangiare al vostro cane in quantità eccessive, può portare alla morte dell’animale. A volte non prestiamo attenzione a quello che ingerisce il nostro piccolo amico per strada o in casa, con la conseguenza di un’intossicazione alimentare molto seria.

 

Nel caso della marijuana, sappiate che il consumo da parte del vostro animale può risultargli fatale. Gli effetti indesiderati nel cucciolo sono dovuti al D-9 tetraidrocannabinolo. Si tratta della sostanza principale presente nelle droghe, e che può provocare effetti psicotropi.

 

Perché il cane arrivi a rischiare la vita, basta che consumi 3 grammi di marijuana per ogni chilo di peso. Per esempio, se pesa 8 chili e ne ingerisce 24 grammi, dovrete portarlo con urgenza dal veterinario per disintossicarlo.

 

I cani sono molto più suscettibili agli effetti della droga rispetto a noi umani, a causa del loro peso inferiore. Se il vostro cane ingerisce una piccola quantità di marijuana per sbaglio, l’intossicazione potrebbe sparire nel giro di un paio di ore. Mentre si sta riprendendo, lasciatelo in un luogo tranquillo e all’aria aperta, con una ciotola di acqua a sua disposizione. Se passate due ore l’animale non si alza e continua ad apparire intontito, non aspettate oltre e portatelo dal veterinario.

Effetti della marijuana sui cani

Possiamo dire con certezza che questa droga causa più danni nel cane che non negli esseri umani. Il problema non saranno tanto le allucinazioni, a meno che non lo portino a comportarsi in maniera strana o ad attaccare chi gli sta attorno.

La capacità motoria del cucciolo sarà in poco tempo alterata in modo grave. L’ormone dopamina, trovandosi in una situazione di disequilibrio, non riuscirà ad essere segregato nelle giuste dosi. Per questo motivo è probabile che il cane rimanga fermo nella stessa posizione, senza potersi muovere o tanto meno spostare.

  

Dopo aver assunto marijuana, il vostro cane sarà più aggressivo e maldestro rispetto al solito. Non riuscirà a coordinare i suoi movimenti, sbatterà contro le pareti, farà cadere oggetti. Inoltre, disubbidirà a qualsiasi regola imposta dal proprio padrone. 

Altri effetti della marijuana sul cane

Gli effetti più gravi di cui potrebbe soffrire il cane per il consumo di cannabis sono l’assenza di coordinazione, le cadute, la depressione o l’euforia (le due possono presentarsi entrambe in modo alternato). Inoltre, gemiti e latrati senza motivo apparente, dovuti alle allucinazioni. Per ultimo, problemi digestivi tipici dell’intossicazione: vomito, diarrea ed aumento di salivazione.

 

 

Se il vostro animale si trova in una di queste situazioni, evitate qualsiasi gesto che possa turbarlo, come mettere della musica, fare rumore, cercare di giocare…il suo comportamento potrebbe infatti essere totalmente imprevedibile. In altre parole, si comporterà in maniera opposta a come è abituato a comportarsi. Non riuscirete a capire se cercherà di attaccarvi, mordervi o graffiarvi, una volta sotto gli effetti della marijuana.

 

Sebbene sia vero che gli effetti della cannabis potrebbero durare giusto qualche ora, è responsabilità dei padroni evitare che succeda di nuovo.

Quando lo portate dal veterinario, non mentite né nascondete informazioni: raccontategli semplicemente che ha ingerito della marijuana senza che lo voleste, e cercate di essere il più precisi possibile sulle quantità. In questo modo il medico saprà agire di conseguenza.

La marijuana come medicina per i cani

Dopo aver detto che la droga non fa bene ai cani, è bene specificare che esistono anche molti casi di cani trattati con marijuana per la riduzione di malattie degenerative, croniche o incurabili, come alcune forme di cancro.

 

 

Inoltre, essa è usata anche per stimolare l’appetito, calmare i dolori articolari se l’animale soffre di artrite, o come analgesico naturale contro il cancro. Ma prestate sempre molta attenzione, già che per essere usata a scopo medicinale dovrete prima parlare con un veterinario specialista per un trattamento completo.

 

Il medico saprà indicarvi le giuste dosi di somministrazione della marijuana. E saprà supervisionare il vostro cane, per determinare se realmente questa stia apportando benefici alla sua salute.