I motivi per cui non mettere mai il profumo al cane

23 giugno, 2016

Vi sono molte persone che hanno l’abitudine di mettere al proprio cane un po’ di profumo, pensando che, così facendo, il cane avrà un profumo gradevole e unico. Tuttavia, questa pratica non è consigliabile perché per i nostri amici pelosi può essere deleteria. Vediamone i motivi:

  • Un profumo dall’aroma intenso può influire sullo stato d’animo del cane. L’animale può arrivare a sentirsi apatico e di cattivo umore poiché, a causa del profumo, annusa di continuo un odore troppo forte per lui.
  • Bisogna tenere in considerazione l’innato e  potente olfatto del cane. Si tratta di un olfatto molto più sviluppato e più ricettivo del nostro, dunque è più sensibile agli aromi e agli odori forti. Un profumo con un aroma intenso non solo darà fastidio al nostro amico a quattro zampe, ma potrebbe anche danneggiare il suo olfatto.
  • Il fastidioso malessere provocato dall’aroma del profumo, potrebbe portare il cane a mantenere una condotta poco igienica: potrebbe, ad esempio, correre a rotolarsi in giardino, sul tappeto, sullo zerbino o persino nei suoi escrementi.
  • La pelle del nostro beniamino è molto diversa dalla nostra: il profumo potrebbe causargli irritazione o dermatite.
  • Il forte aroma del profumo può anche influire sul rapporto del nostro amico con gli altri cani che, quando si avvicinano a lui per annusarlo, sentono un odore strano. Non dimentichiamo che è proprio attraverso l’odore corporaleeo che gli animali si riconoscono e individuano di che sesso sono: un odore troppo intenso e artificiale, dunque, li lascerà completamente disorientati.
  • Per quanto riguarda la toelettatura, va detto che quanto più laviamo il nostro amico a quattro zampe, tanto più ne risente l’equilibrio del suo pH, dal momento che il bagno influisce sul livello di grasso che secerne naturalmente la sua pelle. Un bagno al mese, quindi, è più che sufficiente. Per eliminare il cattivo odore, esistono in commercio salviette umide apposta per cani; mentre con una buona spazzolata ogni tanto, potremo eliminare resti di pelo e sporco superficiale.

Perché il cane a volte emana un cattivo odore

dolore-perdita-cane

Se il vostro cane a volte emana un odore pungente e sgradevole, potrebbe essere a causa di uno dei seguenti motivi:

  • Una carenza di igiene dentale. L’alito cattivo del cane di solito risulta molto sgradevole. Per contrastarlo, è bene provvedere alla pulizia dei denti del vostro amico peloso almeno una volta alla settimana, spazzolandoli bene e applicando un prodotto adeguato per rimuovere il tartaro e prevenirne la ricomparsa. Le prime volte il cane si sentirà a disagio durante la pulizia, ma con un po’ di pazienza, si abituerà a questa nuova pratica.
  • Anche una scarsa pulizia delle orecchie può provocare cattivi odori, soprattutto se in concomitanza ad una otite. Vi sono razze che hanno bisogno di una pulizia quotidiana delle orecchie poiché, in caso contrario, il cattivo odore sarebbe costante.
  • Anche determinati problemi che interessano la zona anale possono causare fastidiosi odori.

I profumi per cani in commercio

Al giorno d’oggi, in commercio sono disponibili molti profumi per cani, in pratici flaconi a spray per facilitarne l’applicazione, e che possono essere una soluzione valida in alternativa al comune profumo che usiamo noi. Si tratta, di solito, di prodotti senza alcol, meno aggressivi per pelle del cane. Tuttavia, è bene non abusarne, poiché un uso eccessivo potrebbe scatenare nell’animale una reazione allergica.

In ogni caso, dobbiamo fare attenzione a non applicare il profumo sul naso, sugli occhi, nella zona genitale e, in generale, tutte le aree prive di pelo: la zona più adeguata è il dorso. Il momento migliore per applicare questo genere di prodotto è certamente dopo il bagno , in modo che il pelo sia completamente pulito e l’effetto del profumo duri più a lungo.

La composizione di questi profumi è ideata appositamente per non causare allergie e affinché il loro aroma non risulti fastidioso né per il nostro amico peloso né per gli altri cani con cui entra in contatto. Nonostante tutto, ci sono persone che affermano che questi animali hanno già il loro odore (di cane appunto) e che un profumo, anche se adatto a loro, a lungo andare possa danneggiare la loro salute.

Alcuni esperti, infine, ritengono che, per evitare che il profumo scateni una reazione allergica nel cane, la cosa migliore da fare è lavare prima l’animale con un prodotto specifico per cani.

La sua igiene: il miglior profumo

toeletta-cane

La cosa più importante, comunque, per mantenere lontani i cattivi odori è seguire buone norme di igiene relative alla pulizia dell’animale, al di là di qualsiasi profumo: un spazzolata al pelo, se si tratta di un cane a pelo largo, un bagno periodico, una pulizia dei denti almeno una volta a settimana. Senza poi dimenticare gli occhi, che vanno lavati con acqua o con l’aiuto di salviette umide, molto comode e pratiche, soprattutto da passare all’occorrenza, tra un bagno e l’altro.