Cosa fare se vostro figlio ha paura dei cani

15 febbraio, 2017

Da sempre esiste un legame speciale tra bambini e animali. Un rapporto di affetto e simpatia reciproca, davvero sano e spontaneo. In alcuni casi, esiste però la possibilità che un bambino posso avere paura dei cani.

In questo articolo vi spiegheremo cosa provoca questo timore infondato e come superarlo. Scopriremo assieme una serie di consigli utili che aiuteranno chi ha dei figli che non riescono ad andare d’accordo con questi meravigliosi animali.

Paura dei cani: da cosa è provocata?

Anche se sembra difficile da credere, la paura dei cani nei bambini può scaturire da qualcosa detto dai propri genitori. Nel linguaggio quotidiano, spesso in modo automatico, si fa riferimento ai cani con un’accezione assai negativa. Così come i piccoli vengono terrorizzati dall’uomo nero o dalle streghe, la ripetizione di frasi o espressioni negative può avere conseguenze dirette sui comportamenti.

Dire a vostro figlio di non accarezzare un cane perché “può mordere” o perché “attacca le malattie” è profondamente sbagliato. E’ inevitabile che tutto ciò favorisca l’insorgere della paura.

Cosa fare se vostro figlio ha paura dei cani

Con il passare degli anni, questi avvisi perentori, esagerati e sbagliati, si solidificheranno in certezze. Alcuni psicologi dichiarano apertamente che è importantissimo assegnare un ruolo positivo al cane, nella nostra narrazione quotidiana. Una frase come “se accarezzi il cane ti morde” può essere tranquillamente sostituita con la più sensata “se accarezzi il cane, dopo devi lavarti le mani”. Un altro elemento da tenere in considerazione è la sensibilità dei cani.

Questi intelligentissimi animali percepiscono e sanno riconoscere la paura di altri mammiferi. Se un bambino ha paura di un cane, l’animale potrebbe interpretare la presenza del piccolo umano come minaccia, arrivando persino a sviluppare una condotta difensiva o, peggio ancora, aggressiva. Un problema non certo da sottovalutare.

Differenza tra paura e fobia

Mentre la paura è una emozione primaria razionale, tipica di ogni essere vivente, la fobia è un’irrazionale e persistente sentimendo di repulsione. La paura è spiegabile, ha una matrice logica.

Per esempio, può essere frutto di una cattiva esperienza. Un bambino che è stato inseguito da un cane può averne legittimamente timore. Un problema facile da risolvere, facendo familiarizzare il piccolo con situazioni di normalità, sviluppando un sentimento più ampio di consapevolezza nei confronti dell’animale, spiegando le situazioni. Adottando un cucciolo in tenera età, queste paure scompariranno così come sono nate.

Al contrario, la fobia nasce senza un apparente motivo e riappare costantemente, anche solo dinanzi a foto o video dell’animale. Anche in questo caso si può provare a stimolare un riavvicinamento attraverso l’adozione di un cucciolo di cane. Nella maggioranza dei casi è sempre sensato rivolgersi ad uno psicologo.

Evitare che i bambini abbiano paura dei cani

Per fare in modo che i vostri figli non abbiano paura dei cani, dovrete semplicemente educarli bene. Ovvero non creare mai delle aspettative negative verso i cani e spiegare loro come relazionarsi con essi. Come avvicinarsi, come accarezzarli, come trattarli..

Cosa fare se vostro figlio ha paura dei cani

A tal proposito, ecco una serie di linee guida per insegnare ai più piccoli a comportarsi bene con ogni cane che incontrino:

  • Non correre né gridare. I bambini sono spontanei, vivaci e dinanzi a un cane si comportano facendo molte feste e agitandosi. E’ un gioco meraviglioso, vorranno correre, saltare e quant’altro. Atteggiamenti che però possono provocare una reazione aggressiva negli animali.
  • Chiedere il permesso al padrone. Se vostro figlio si vuole avvicinare a un cane, dovrete insegnargli, prima di tutto, a chiedere il permesso al padrone. Sarà lui ad autorizzarvi a interagire con l’animale e a rassicurarvi circa l’atteggiamento del suo cane con gli estranei.
  • Come avvicinarsi ad un cane. I cani sono fatti di puro istinto e il primo approccio con l’ambiente e le persone avviene attraverso l’olfatto. Dopo aver ottenuto il permesso dal padrone, insegnate a vostro figlio a porgere delicatamente la mano al cane, dinanzi al suo naso, per permettergli di annusare il nuovo amico.
  • Come accarezzare il cane. Esistono delle zone delicate che possono provocare fastidio al cane, specialmente se non vi conosce. Insegnate a vostro figlio ad accarezzare il cane evitando zone come le orecchie, il collo, il muso e la coda. Eviterete reazioni inaspettate.