Perché i cani starnutiscono?

06 luglio, 2020
Gli starnuti sono un riflesso involontario di fronte alla presenza di corpi estranei che provocano irritazione nasale. Nella maggior parte dei casi, sono innocui, ma a volte possono indicare un problema di salute.
 

I cani sono di norma molto giocherelloni, non stanno mai fermi e sono pieni di energia. Ebbene, nonostante questa loro vitalità che ci porta a credere che siano in salute, d’improvviso starnutiscono e ci allarmiamo. Ma non preoccupatevi: i cani starnutiscono per svariate ragioni, spesso non gravi.

Scopriamo tutti i motivi per cui i cani starnutiscono. Potrete così scoprire quando gli starnuti possono essere sintomo di un problema di salute e quando no.

L’apparato respiratorio dei cani

Anche se l’apparato respiratorio dei cani ha in primo luogo il compito di assumere ossigeno ed eliminare i gas dannosi per l’organismo, come il diossido di carbonio, assume anche un altro importante ruolo – proprio come quello dei gatti.

Al contrario degli esseri umani, cani e gatti non traspirano attraverso la pelle. Il loro apparato respiratorio serve dunque anche a regolare la temperatura del corpo.

Il sistema respiratorio dei cani è composto da:

  • Bocca e naso;
  • Trachea;
  • Polmoni e vie aeree inferiori (bronchi e bronchioli).

Alle volte, possono emergere dei problemi legati a questo apparato che daranno luogo a malattie respiratorie. Uno dei sintomi di questo tipo di malattie sono di solito gli starnuti.

Prima di continuare, vale la pena rispondere a una semplice domanda: cos’è uno starnuto? Si tratta di un riflesso volontario, un’esplosione di aria espulsa dal naso e dalla bocca in maniera forzata e non controllabile.

Perché i cani starnutiscono?

Gli starnuti possono essere dovuti a varie cause, tra cui le seguenti:

 

Allergia

L’allergia è la reazione del corpo alla presenza di un allergene, ovvero una sostanza non dannosa che l’organismo individua come estranea e di fronte alla quale è costretto a reagire. Tra le allergie più frequenti nei cani troviamo la dermatite atopica o atopia.

La dermatite atopica è una predisposizione genetica che genera un disturbo infiammatorio, caratterizzata da prurito sulla pelle e da frequenti starnuti, secrezione nasale e oculare. Se la malattia non viene individuata per tempo, progredirà e porterà al formarsi di lesioni cutanee.

Nell’atopia, l’organismo reagisce contro sostanze non dannose, producendo anticorpi per combatterle. Tra i principali allergeni troviamo: 

  • Il polline.
  • Le piante.
  • I funghi nell’ambiente.
  • Gli acari della polvere o degli insetti.

Il veterinario prescriverà lo shampoo ipoallergenico adatto per il vostro cane, per alleviare il prurito e il fastidio alla cute. Se i sintomi sono più gravi, potrebbe somministrare un trattamento antiinfiammatorio.

Perché i cani starnutiscono: raffreddore

Se il cane è stato esposto a basse temperature, può aver preso il raffreddore. Tra i sintomi più comuni in questo caso troviamo le secrezioni oculari, la tosse, la mancanza di appetito e di interesse per i giochi e, naturalmente, gli starnuti.

 

Per fortuna, la maggior parte dei cani si riprende da sola dal raffreddore senza bisogno di trattamenti particolari. In questi casi si raccomanda ai padroni di tenere l’animale ben idratato, ad una temperatura stabile e di evitare di portarlo a passeggio nelle ore più fredde.

Talvolta confondiamo il raffreddore con un’altra malattia più contagiosa, il cimurro. In realtà, se quest’ultimo è causato da un virus chiamato Morbillivirus, il raffreddore è semplicemente la reazione del corpo ai cambi di temperatura.

Infezioni nasali

La tracheobronchite infettiva canina è una malattia provocata dal batterio Bordetella bronchiseptica. È conosciuta anche come tosse dei canili e comporta sintomi simili al raffreddore, compresi gli starnuti, le secrezioni, la mancanza di appetito e di energie.

La tracheobronchite può essere provocata anche da un virus, da funghi o da parassiti. Si tratta di una malattia altamente contagiosa, anche se è possibile curarla facilmente.

Un’altra possibile infezione respiratoria è quella da Aspergillus, ovvero un’infezione nasale comune generata dall’aver inalato funghi presenti nell’erba, nella polvere o nel fieno. Tra i sintomi troviamo gli starnuti, le secrezioni, le emorragie nasali e delle infiammazioni visibili.

Emozione

Alcuni cani starnutiscono quando sono contenti o emozionati, di solito quando vedono i loro padroni. Un cane può starnutire anche quando sta giocando con altri cani.

 

Quando sono contenti i cani arricciano il muso, per questo è possibile che gli venga da starnutire. Se il vostro cane starnutisce non appena vi vede rientrare in casa, potete stare certi che è felice di vedervi.

È importante sottolineare che lo starnuto non è altro che un atto involontario. Gli starnuti nei cani di per sé non implicano nessun pericolo per l’animale.

Se però notate che l’animale starnutisce in modo costante o che mostra tutta una serie di altri sintomi come quelli descritti sopra, portatelo dal veterinario per un controllo.