Proteinuria nel cane: di cosa si tratta?

27 agosto, 2020
La proteinuria nel cane è una condizione generalmente patologica causata da un'alterazione in alcuni sistemi dell'organismo. In questo articolo spieghiamo tutto quello che c'è da sapere su questa affezione.

Avete mai sentito parlare di proteinuria nel cane? Iniziamo col dire che in presenza di un caso clinico, i veterinari si basano su diversi indizi, chiamati sintomi clinici, che li orientano verso una direzione o un’altra per risalire, alla fine, alla radice del problema.

Potremmo dire che questi sintomi sono come molliche di pane che guidano verso l’origine del disturbo. La proteinuria nel cane è una di queste molliche di pane che di solito conduce il professionista verso il rene in cerca di un processo patologico. Può tuttavia portarlo verso altri sistemi del corpo.

Cos’è la proteinuria nel cane

La semiologia è una disciplina fondamentale che si occupa, tra le altre cose, di catalogare e nominare i sintomi clinici. Se analizziamo questo termina da un punto di vista etimologico, notiamo che è formato da “protein-“, prefisso che allude alle proteine, e “-uria”, suffisso che indico l’escrezione urinaria.

La proteinuria, dunque, è un aumento anomalo delle quantità di proteine presenti nelle urine. Questa condizione in genere si diagnostica tramite l’uso di strisce reattive. Queste ultime sono strumenti molto veloci, utili ed efficaci.

Presentano, inoltre, il medesimo funzionamento di quelle impiegate in medicina umana per diagnosticare, per esempio, una infezione delle vie urinarie.

Al giorno d’oggi esistono altri metodi specifici per la diagnosi e la classificazione della proteinuria nel cane.

Cause della proteinuria nel cane

Per facilitarne la comprensione, divideremo le cause di questo disturbo in tre gruppi:

Cause prerenali

Non si tratta di malattie renali nel senso stretto, bensì di ulteriori condizioni che aumentano la concentrazione di proteine nei reni e la loro successiva eliminazione. In questo gruppo possiamo trovare:

  • Febbre: determinati processi si manifestano con febbre alta.
  • Convulsioni.
  • Ipotermia: un serio calo della temperatura corporea.
  • Esercizio fisico in eccesso che provoca una grave lesione del tessuto muscolare.
  • Anemie emolitiche.

In questi casi la proteinuria è una conseguenza collaterale e rare volte rappresenta un serio problema di salute su cui intervenire alla svelta. Molto spesso, di fatto, questo sintomo passa del tutto inosservato e si attenua da sé una volta trattata la causa primaria.

Cause renali

In seguito a una disfunzione a carico dei reni, si riduce la capacità di filtrazione di questi organi, ne consegue l’eliminazione delle proteine tramite le urine. Di questo gruppo fanno parte diverse malattie renali, tra cui:

  • Glomerulonefrite.
  • Amiloidosi.
  • Glomerulosclerosi.
  • Malattie del tessuto del rene, come la leishmaniosi.

Cause post-renali

Si tratta di disturbi che aumentano l’eliminazione delle proteine attraverso le urine a causa di una disfunzione tra i reni e le vie urinarie. In questo gruppo rientrano processi patologici quali:

  • Emorragie: in seguito a un trauma o una lesione, per esempio la presenza di cristalli di ossalato di calcio nelle urine. Quando vi sono tracce di sangue nelle urine, si produce irrimediabilmente una proteinuria associata. 
  • Le infezioni delle vie urinarie possono produrre un aumento delle proteine escrete come conseguenza del sangue e dei globuli bianchi presenti.
  • Problemi alla prostata nei maschi.

Trattamento della proteinuria nel cane

Questo sintomo clinico in genere non necessita di un trattamento specifico. Nella maggior parte dei casi, risolvendo la causa primaria, la proteinuria nel cane guarisce in poco tempo. 

Nonostante ciò, pur trattandosi spesso di un disturbo di poco conto, è bene tenere a mente che un’importante perdita di proteine tramite le urine, a prescindere dalla causa, può causare condizioni indesiderabili:

  • Edema.
  • Tromboembolismo.
  • Ipertensione sistemica.
  • Difficoltà di cicatrizzazione delle ferite.

Considerazioni finali

La proteinuria è un sintomo che passa inosservato a chi ha un cane. Come spiegato nei precedenti paragrafi, è possibile rilevare questo disturbo tramite alcune analisi chimiche realizzate dal veterinario.

Sebbene non sia possibile riconoscere a semplice vista la proteinuria nel cane, è bene tenere a mente alcuni campanelli d’allarme in genere associati a tale condizione. Per esempio:

  • Colore delle urine: scure e rossastre.
  • Frequenza di minzione: è solito verificarsi un aumento della frequenza, che può dipendere da un disturbo ai reni.
  • Difficoltà a urinare: se il cane urina poco e a gocce, potrebbe soffrire di un’infezione delle vie urinarie.