Punture di insetto nel cane e come trattarle

30 settembre, 2020
Vedere un insetto volare attira l'attenzione del cane e da ciò può scaturire un incontro pericoloso. Non è insolito, di fatto, che il cane venga punto da un insetto, motivo per cui è utile sapere come intervenire. 

Il rischio che un insetto punga i nostri animali domestici è elevato, soprattutto nelle stagioni più calde dell’anno. Conviene, dunque, sapere come trattare le punture di insetto nel cane. 

Come agire se il cane viene punto da un insetto?

I cani sono animali estremamente curiosi, il che li porta in molte occasioni ad affrontare situazioni impreviste. Una di queste è l’incontro con un insetto.

Gli insetti non comprendono la curiosità del cane e se si sentono minacciati, pungono. In seguito alla puntura di insetto, il cane presenterà l’area colpita gonfia, per cui si gratterà di continuo.

In questi casi, prima di tutto bisogna mantenere la calma, rimanendo tuttavia in allerta. In genere si tratta di un’esperienza passeggera che provoca solo un gran spavento, ma conviene vigilare il cane così da notare eventuali complicazioni.

Cane che si morde la zampa.

Quali insetti possono pungere il cane?

I primi invertebrati che ci vengono in mente sono sicuramente le vespe e le api. Ciononostante, non sono gli unici insetti in cui il cane può imbattersi.

Tra gli insetti che possono pungere il cane troviamo anche le mosche e le zanzare; d’altro canto, vi sono anche i ragni.  Alcuni animali sono più pericolosi, come le pulci o le zecche. Le punture di questi insetti sono pericolose perché possono provocare sintomi più gravi.

Le punture delle pulci causano un leggero gonfiore dell’area e prurito. Se il cane è allergico alla puntura, il prurito può essere così intenso da innescare ulteriori complicazioni, come la comparsa di infezioni nella pelle.

Le zecche, invece, sono vettori di diverse patologie come la malattia di Lyme. Non deve preoccupare il gonfiore, dunque, ma la possibile trasmissione di malattie.

Come trattare le punture di insetto nel cane

Nel momento in cui notiamo che il cane è stato punto, ma la situazione non è grave, possiamo tenere a mente i seguenti consigli.

Ghiaccio per calmare il gonfiore

Non sarà facile applicare del ghiaccio avvolto in un panno al cane che è stato punto. Ciononostante, questa tecnica è tra le più usate per combattere il gonfiore.

Questo perché grazie all’applicazione del freddo, la zona si decongestiona. Così facendo, sarà possibile controllare il prurito e il cane si tranquillizzerà.

Lavare con acqua e sapone

Uno dei rischi è che l’area punta si infetti, dunque conviene lavarla con acqua e sapone. Bisogna applicare abbondante acqua e sapone nell’area della puntura e avere cura di togliere in seguito tutto il sapone.

Vigilare il cane

Bisogna fare attenzione al cane così da notare eventuali sintomi che indicano una complicazione. Se il cane peggiora, è obbligatorio portarlo dal veterinario.

Sebbene in genere una puntura di insetto provoca semplicemente un leggero gonfiore e prurito, non sempre è così. In alcuni casi, il prurito può peggiorare e durare per settimane.

Nel peggiore dei casi, l’animale può andare incontro a shock anafilattico, ovvero una grave reazione alla puntura. In presenza di anafilassi, bisogna applicare immediatamente un trattamento efficace.

I sintomi di anafilassi che possono metterci in allerta vanno da vomito o diarrea a orticaria e prurito eccessivo, ma persino difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono essere perdita dei sensi o letargia, così come l’effetto contrario, ovvero iperattività accompagnata da tachicardia.

Come riconoscere la gravità delle punture di insetto nel cane?

Le punture di insetto in genere non causano complicazioni nel cane, ma esiste sempre un certo rischio. Tra i fattori di rischio vi è l’area colpita, una puntura alla zampa è senz’altro diversa da una alla gola o dentro la bocca.

Se l’insetto ha punto l’animale alla gola o dentro la bocca, ci troviamo in presenza di una situazione seria. Solo un veterinario sa come agire correttamente in questi casi, poiché se l’insetto ha iniettato veleno può provocare reazioni allergiche.

Oltre a ciò, se il cane è allergico alle punture di un determinato insetto, bisogna munirsi di un kit di pronto soccorso. Esso dovrà contenere un’iniezione per combattere la reazione allergica, ma pur così bisogna portare il cane dal veterinario affinché possa valutare la situazione.

Un altro rischio importante è rappresentato dal numero di punture ricevute. La sintomatologia e il trattamento saranno più complessi in presenza di più punture.

Togliere la zecca dal cane.

In sintesi, bisogna fare attenzione nel caso in cui il cane venga punto da un insetto, controllando i sintomi manifestati. Oltre a ciò, non bisogna mai ricorrere ai rimedi fai-da-te che potrebbero complicare la situazione.

I consigli e la visita di un veterinario in questi casi sono indispensabili per evitare complicazioni. Poiché ogni animale può reagire in modo diverso, rivolgetevi sempre a un esperto che saprà affrontare la situazione.