Quali sono i vaccini fondamentali per i cani?

20 novembre, 2020
Vaccinare i cani può prevenire l'apparizione di malattie anche molto gravi, come la leishmaniosi o la tracheobronchite infettiva.

Vaccinare il cane è il modo più efficace di prevenire le diverse malattie che possono colpire i nostri amici a quattro zampe. Si tratta di un metodo sicuro con probabilità molto basse di provocare effetti collaterali. Continuate a leggere per scoprire quali sono i vaccini fondamentali per i cani!

Durante la prima visita, sarà il veterinario stesso a darvi tutte le informazioni sul ciclo di vaccinazioni per il vostro cane o gatto. Nel calendario saranno inseriti tutti i vaccini fondamentali per i cani contro le malattie più comuni o più gravi.

Cosa fare prima di vaccinare il cane?

I cuccioli appena nati acquisiscono l’immunità attraverso l’allattamento e il colostro (il primo latte materno). Per questo è importante non separare ante tempo i cuccioli dalla mamma. Questo, oltre al rischio di sviluppare patologie, porterebbe a problemi di comportamento legati alla separazione prematura dalla cucciolata.

Attorno alle sei settimane l’immunità materna finisce e i cuccioli sono pronti per essere adottati, tra la sesta e l’ottava settimana di vita. Da questo momento in poi, la salute del cucciolo è nelle mani del padrone.

Cane viene vaccinato dal veterinario.

Si raccomanda di iniziare il ciclo di vaccinazione quando il cane è piccolo. Ancor meglio prima che il cucciolo entri in casa, onde evitare che contagi gli altri membri della casa con eventuali agenti patogeni ancora in fase di incubazione.

Le malattie infettive hanno un periodo di incubazione che dura da quando il patogeno entra all’interno dell’organismo fino al presentarsi dei primi sintomi. Ciò non significa che in questa prima fase il portatore non sia contagioso.

Durante questo periodo, il microorganismo che causa la malattia si moltiplica e si libera dall’organismo attraverso l’urina, le feci e il muco. È questo il principale momento in cui la malattia può essere contagiata, per questo è importante essere prudenti prima di presentare il nuovo cucciolo agli altri animali che vivono in casa.

Affinché il vaccino sia il più efficace possibile, il cane deve essere sano e privo di parassiti. Le infezioni causate dai vermi sono per esempio comuni nei cani che non vengono sottoposti a questo processo.

I vaccini fondamentali per i cani

I centri veterinari mettono a disposizione diversi tipi di vaccini, ma i più comuni e quasi sempre presenti nel calendario di vaccinazione sono i seguenti:

  • Cimurro
  • Parvovirosi
  • Epatite
  • Leptospirosi
  • Rabbia
  • Leishmaniosi
  • Tracheobronchite infettiva (o tosse dei canili)

Le prime cinque sono le malattie in assoluto più frequenti e quelle che potrebbero mettere maggiormente a rischio la vita del vostro cucciolo. Per questo i vaccini contro di esse sono considerati fondamentali per i cani.

Il vaccino contro la leishmaniosi è consigliato nel caso il cane viva in zone con elevata presenza di flebotomi o pappataci, mentre il rischio di tracheobronchite infettiva si manifesta nel caso in cui il cane viva a stretto contatto con molti altri esemplari, ad esempio in un canile.

I vaccini obbligatori per i cani

Per la legge italiana, esistono alcuni vaccini obbligatori per i cani. Si tratta di parvovirus canino, cimurro, epatite, leptospirosi e rabbia. Parlate con il vostro veterinario per scoprire tutto sul calendario dei vaccini obbligatori.

Quando iniziare il ciclo dei vaccini fondamentali per i cani

Dopo le prime sei settimane di vita è già possibile iniziare a vaccinare il cane. I primi vaccini fondamentali per i cani sono di solito quelli contro il parvovirus e il cimurro, che prevedono un secondo richiamo dopo tre-sei settimane.

Oltre a questi due, il cane sarà sottoposto anche al vaccino contro l’epatite e la leptospirosi. Esiste un vaccino unico per entrambe le patologie, con un richiamo annuale volto a creare nell’animale una risposta immunitaria al virus.

A tre mesi di vita, il cucciolo può essere vaccinato contro la rabbia. In questo caso il vaccino ha un’efficacia che dura 21 giorni dal momento dell’inoculazione. A seconda della legislatura del vostro paese, potrebbe essere obbligatorio un richiamo annuale.

Il vaccino per la leishmaniosi può essere fatto intorno ai sei mesi e dovrà essere combinato all’uso di un antiparassitario esterno per prevenire la puntura dell’insetto così come lo sviluppo della leishmania. Gli anticorpi generati dal vaccino, infatti, agiscono quando il parassito è già riuscito a penetrare nell’organismo.

Siringa per somministrare vaccino fondamentale per i cani.

Perché è importante vaccinare?

I vaccini per i cani sono somministrati tramite una puntura sottocutanea, tranne quello per la tracheobronchite infettiva, somministrato per via intranasale. Sono indolori per l’animale e garantiscono un’altissima probabilità di debellamento della malattia verso cui sono rivolti.

Affinché il vaccino vada a buon fine, è sempre raccomandato seguire le istruzioni del vostro veterinario,  rispettare il calendario di vaccinazione ed eseguire tutti i richiami necessari, così da garantire al vostro cane il giusto numero di anticorpi.

  • Merck & CO., INC. El manual Merk de veterinaria. Barcelona, Océano Grupo Editorial, 2000.
  • Fidalgo, L. E., Rejas, J., Ruiz de Dopegui, R., Ramos, J. J. Patología Médica Veterinaria. Salamanca, Kadmos, 2003.