Ragno delle banane: habitat e caratteristiche di una specie pericolosa

04 luglio, 2020
Conosciuto anche come un ragno di seta dorato per il colore della ragnatela, emette un pericoloso veleno che può causare malori e infezioni.
 

Phoneutria nigriventer, meglio noto come ragno delle banane, è uno degli aracnidi più tossici al mondo. È stato scoperto per la prima volta in Brasile, ma si trova in genere anche in altre regioni calde del sud del mondo. In questo articolo, vedremo habitat e caratteristiche del ragno delle banane.

Chiamato anche “ragno errante del Brasile“, “ragno vagabondo brasiliano” e “ragno di seta dorato”, esistono due teorie sull’origine del suo nome. La prima è che questo animale di solito vive nelle piantagioni di banane e la seconda è che la ragnatela che produce è di colore dorato, simile a quella delle banane.

Questa caratteristica lo rende noto anche come “ragno di seta dorato”. Continuate a leggere per scoprire di più su habitat e caratteristiche del ragno delle banane: vi daremo alcune informazioni per conoscere meglio questo pericoloso ragno.

Caratteristiche principali del ragno delle banane

Anche se di solito è abbastanza grande, le dimensioni del ragno delle banane variano a seconda di dove si trova. Il maschio può misurare circa quattro o cinque centimetri, mentre la femmina può raggiungere i sei o sette centimetri. Il suo peso è di circa 100 grammi.

Anche il colore di questo imponente insetto può variare. Di solito sono verdi, gialli e rossi, con strisce bianche sulle gambe e macchie bianche sull’addome. Ma ce ne sono anche alcuni che sono marroni e neri, e che si mimetizzano bene con l’ambiente circostante. Ha sei occhi e le sue zampe sono lunghe, pelose e molto resistenti.

 

Il ragno delle banane intreccia una ragnatela molto particolare, diversa da quella degli altri ragni. È una ragnatela di seta dorata, molto attraente per i piccoli insetti di cui si nutre: principalmente farfalle, falene, mosche e cavallette.

A volte il ragno delle banane può essere carnivoro e mangia piccole lucertole o topi. Per cacciarli, li morde e li neutralizza con il suo veleno.

Ragno errante brasiliano: caratteristiche


Come si riproduce il ragno delle banane

Il processo di accoppiamento inizia una volta che la femmina ha terminato la sua prima muta. Il maschio inizia quindi i suoi rituali per corteggiarla. Pensate che deve fare grandi sforzi per renderla felice e soddisfarla. Se non lo fa, o se la femmina è arrabbiata, lo ucciderà e lo mangerà.

Una volta che la femmina lo accetta, il maschio libera il suo sperma e lo inserisce nel corpo della femmina. La femmina morirà 27 giorni dopo, dopo aver prodotto un gran numero di uova, circa 1.000.

Quando la madre muore, la prole dovrà sopravvivere da sola, istintivamente. È per questo motivo che il tasso di sopravvivenza di questo animale è piuttosto basso.

Un ragno molto velenoso

 

Il ragno delle banane passa la maggior parte del giorno nascosto sotto i tronchi degli alberi o in angoli bui e, una volta che arriva la notte, lascia il suo rifugio per cacciare. Quando è pronto a mordere e iniettare il suo veleno in una vittima, adotta una posizione molto particolare e intimidatoria sollevando le zampe anteriori.

Il veleno del ragno delle banane è una miscela di tossine, proteine ​​e peptidi. I primi sintomi dopo il morso di questo animale a un essere umano sono bruciore, gonfiore e sudorazione. Dopo circa mezz’ora la pressione sanguigna di solito diminuisce, causando vertigini e ipotermia.

Negli uomini, il morso di questo ragno può causare un’eruzione cutanea prolungata e dolorosa. Sebbene si siano verificati dei casi letali isolati, la maggior parte dei morsi di questo ragno non sono fatali, ma richiedono cure. Gli incidenti si verificano nelle piantagioni di banane, quando gli agricoltori effettuano il raccolto.

Habitat del ragno banana


Dove vive il ragno delle banane?

Il ragno delle banane vive nelle zone con clima tropicale di tutto il mondo. Abita principalmente in Sud America: Brasile, Colombia, Perù, Argentina e Paraguay. Si trova anche in Costa Rica e in alcune aree degli Stati Uniti. Gruppi considerevoli sono stati segnalati anche in Australia e in Madagascar.

 

Il motivo per cui questo animale è stato trovato anche ad altre latitudini è che viaggia da clandestino sulle barche. Infatti, è conosciuto anche come “ragno errante”. Questo perché non sta mai fermo in un posto per molto tempo.

È un ragno nomade, che viaggia con grande velocità da un luogo all’altro, sempre con l’intenzione di cacciare il suo cibo. È piuttosto comune trovare le sue ragnatele tra le piante ed i fiori.