Si può nutrire un gatto con una dieta vegetariana?

08 maggio, 2020
Prima di scegliere una dieta vegetariana per il vostro gatto, bisogna prestare attenzione ai possibili rischi, come malnutrizione e problemi digestivi.
 

Quando una persona vegetariana o vegana decide di adottare un gatto, sicuramente si chiederà se questa dieta e questo stile di vita vadano bene per il suo animale domestico. Per risolvere questi dubbi, in questo articolo parleremo della dieta vegetariana per il vostro gatto.

La dieta vegetariana fa bene al gatto?

Gli esseri umani sono onnivori: possono mangiare e digerire correttamente sia il cibo di origine animale che quello di origine vegetale. Pertanto, il nostro corpo può adattarsi a uno stile di vita vegetariano o vegano, in cui la carne, le uova e i latticini ottenuti dagli animali sono sostituiti da prodotti vegetali al 100%.

Tuttavia, a differenza di noi, i gatti sono animali dalle abitudini alimentari carnivore. Ciò significa che il loro corpo e il loro tratto digestivo sono preparati per assimilare e sfruttare appieno le proteine ​​di origine animale e non quelle di origine vegetale.

Inoltre, non dobbiamo ignorare che la morfologia del gatto manifesta una spiccata preferenza per una dieta carnivora. Ad esempio, le loro papille gustative li predispongono al consumo degli aminoacidi che sono alla base della composizione proteica di carne e uova.

D’altra parte, la maggior parte dei gatti tende a rifiutare i cibi zuccherati, poiché non è in grado di percepire il gusto dolce e perché provoca loro disagio al palato.

Di conseguenza, la carne è il pilastro fondamentale della dieta di tutti i felini, compresi i gatti. Per questa ragione principale, un gatto non sarà mai vegetariano o vegano per scelta o volontà. Cioè, non esistono i felini vegetariani allo stato brado.

 
gatto che mangia carne cruda

Quindi, offrire una dieta vegetariana al vostro gatto significa ignorare la sua natura felina e il suo stesso organismo. Questa decisione sarebbe guidata dalla filosofia di vita del suo proprietario e non dai bisogni e dalle preferenze del gatto.

Esiste il cibo per gatti vegetariano?

Sì, attualmente possiamo trovare alimenti vegetariani e vegani per cani e gatti. Questi prodotti sono realizzati per soddisfare le esigenze nutrizionali dei gatti, senza ricorrere a carne o prodotti animali, nel caso degli alimenti vegani.

Dal momento che sono alimenti commerciali completi a livello nutrizionale, un gatto non dovrebbe soffrire di deficit nutrizionali quando si nutre di tali cibi. Tuttavia, non tutti i gatti accettano facilmente un cibo vegetariano bilanciato per ragioni di palato e aroma.

Pertanto, molte marche aggiungono additivi e coloranti nei mangimi vegetariani per migliorarne il sapore e l’aroma. Oltre ad essere inefficaci dal punto di vista nutrizionale, queste sostanze possono causare allergie in alcuni gatti.

Per questi motivi, vi consigliamo di valutare molto bene alcuni fattori prima di adottare una dieta vegetariana per il vostro gatto. Inoltre, è bene consultare un veterinario prima di decidere.

Possibili rischi della dieta vegetariana per il gatto

I gatti possono trarre vantaggio dall’eventuale e moderata integrazione di frutta e verdura nella loro dieta. Questi alimenti forniscono vitamine, minerali e fibre che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e migliorare la digestione.

 
gatto che gioca con la frutta

Tuttavia, la dieta di un gatto non può basarsi sul consumo di frutta, verdura, cereali, semi o cereali. Di seguito, riassumiamo i principali rischi di una dieta vegetariana per il vostro gatto, suddividendoli in due macro gruppi: deficit nutrizionali e problemi digestivi.

Deficit nutrizionali e malnutrizione

Quando si offre una dieta vegetariana al gatto, è essenziale prestare attenzione alle sue esigenze nutrizionali per evitare il rischio di malnutrizione o cattiva alimentazione.

Essendo strettamente carnivori, i gatti hanno bisogno di un alto contenuto proteico per mantenere la loro buona salute e la resistenza fisica. Anche la taurina, il calcio, le vitamine e i grassi sani sono essenziali, nella giusta proporzione, per preservare l’equilibrio delle funzioni fisiche e cognitive.

Se scegliamo un alimento vegetariano come base della sua dieta, è essenziale leggere bene la composizione nutrizionale e scegliere un prodotto di alta qualità. Se optiamo per una dieta vegetariana fatta in casa, probabilmente dovremo usare anche degli integratori per prevenire eventuali deficit nutrizionali.

In entrambi i casi, è essenziale affidarsi alla guida di un veterinario per scegliere la dieta più appropriata e completa per il vostro gatto.

Problemi digestivi

Come abbiamo accennato, il sistema digestivo dei gatti è preparato per assimilare in modo ottimale le proteine ​​di origine animale. Sebbene legumi e cereali siano buone fonti di proteine ​​vegetali, il corpo dei gatti di solito ha maggiori difficoltà a digerirli e trarne vantaggio.

 

Di conseguenza, possono comparire alcuni problemi digestivi, come gas o diarrea. Inoltre, alcuni cereali come la soia possono essere allergeni per i gatti e possono causare una reazione negativa nel loro sistema immunitario.

Dobbiamo anche ricordare che questi alimenti sono ricchi di carboidrati, quindi un consumo alto può causare sovrappeso. Pertanto, è importante essere consapevoli della composizione nutrizionale dei cibi vegetariani ed evitare così i carboidrati in eccesso nella dieta del gatto.