Stepan, l'orso domestico di una coppia russa

12 dicembre, 2016
 

L’eccezione conferma la regola. In Russia un orso domestico vive da 23 anni a casa di una coppia di coniugi. Per quanto la notizia possa suonare strana, questo non è l’unico caso di un plantigrado che si adatta a vivere in casa. Certo, gli animali non finiscono mai di stupirci, tuttavia non pensiate che un animale selvatico si lasci addomesticare dall’oggi al domani.

Orsi e uomini, un connubio non sempre felice

Le relazioni tra uomo e orso non sono mai state propriamente amichevoli. Quando l’uomo non gli dà la caccia per conquistare chissà quale trofeo, lo esibisce in uno zoo; oppure lo obbliga a fare gesti o esercizi ridicoli in quel tipo di circo – e ancora ce ne sono – che sfrutta gli animali per fare spettacolo.

C’è sempre, poi, l’orso cattivo di turno che uccide gli esseri umani quando si sente minacciato nel suo territorio.

Quella di Stepan, invece, è un’altra storia. Questo bestione, con i suoi due metri di altezza e 135 chili di peso, è come un cagnolino affettuoso e giocherellone e convive da 23 anni con Svetlana y Yuriy Panteleenko.

Questo orso bruno molto speciale vive in casa da quando aveva tre mesi; la coppia ha deciso di prendersene cura dopo averlo trovato nel bosco, solo e in pessime condizioni. Probabilmente il cucciolo era rimasto orfano.

Stepan, un orso bruno di 2 metri, è da 23 anni l’animale domestico di una coppia russa. I Panteleenko lo raccolsero quando era un cucciolo di tre mesi. Da allora, è diventato a tutti gli effetti membro della loro famiglia.

 

Conosciamo meglio Stepan, l’orso domestico

I Panteleenko si sono affezionati così tanto al cucciolo che, una volta guarito, non sono riusciti a separarsene per reinserirlo in natura. 

La decisione presa da questa coppia è certo discutibile, ma esprimere un giudizio va al di là del nostro intento. Volevamo piuttosto concentrarci sulla convivenza tra Stepan e la famiglia umana.

Ad ogni modo, sebbene vi stiamo parlando di una “convivenza felice” che dura da 23 anni, questo esempio non è da imitare. Per quanto siano numerosi i casi di persone che hanno deciso di adottare un animale selvatico, non dimentichiamo l’importanza di rispettare la natura di queste creature.

Come trascorre le sue giornate l’orso

Stepan è la dolcezza fatta orso; sembra un peluche gigante a cui piace giocare e passare il tempo con la sua famiglia umana. È felice quando lo accarezzano, divide il sofà con i Panteleenko davanti alla tv e sta seduto al tavolo per mangiare.

A proposito: l’animale mangia 25 chili di cibo al giorno, tra pesce, uova e verdura; i suoi padroni confessano, però, che il suo piatto preferito è avena con latte condensato.

Stando a quanto dicono i Panteleenko, per quanto la figura imponente di Stepan possa intimidire gli estranei, si tratta di un animale docile e tranquillo; non ha mai mostrato segni di aggressività né morso qualcuno.

Che l’eccezione non diventi la regola

La differenza tra l’orso bruno selvatico, poco amante del contatto con l’uomo, e quest’orso russo è, in effetti, abissale.

 

Le immagini di questo video non lasciano dubbi che Stepan sia diventato un membro in più della famiglia.

Quale sarebbe stato il destino dell’animale se lo avessero restituito al suo habitat naturale? A questo punto non ha più senso chiederselo. Però sarebbe bene che non cadessimo mai nella tentazione di addomesticare un animale selvatico. Un animale che, è inutile dirlo, non è nato per vivere in casa con noi.

Fonte delle immagini: www.telesurtv.net