Tipi di bulldog a confronto: inglese e francese

27 ottobre, 2020
I bulldog sono cani da compagnia affettuosi con la famiglia e gli amici. Sia quello inglese che quello francese hanno la stessa origine, ma presentano caratteristiche sostanzialmente diverse.

Il bulldog è uno dei simboli del Regno Unito. Sebbene il suo aspetto sia molto diverso dal suo antenato originale, è una razza facilmente riconoscibile e ammirata per la sua prestanza e per le rughe. In questo articolo parliamo dei due principali tipi di bulldog: inglese e francese.

Gli inizi come cane da combattimento furono duri: lo facevano lottare contro i tori, da qui il suo nome. Per fortuna oggi ora è diventato un animale da compagnia gentile e affettuoso. Il suo parente francese è più piccolo e proviene da un incrocio tra bulldog inglesi e francesi. Continuate a leggere se volete saperne di più sui tipi di bulldog!

La storia dei due diversi tipi di bulldog

La storia del bulldog inglese: da combattente a simbolo nazionale

I bulldog furono creati nel XIII secolo per il brutale spettacolo del “combattimento con i tori” o bullbaiting, che consisteva nel far lottare un toro contro un branco di cani e scommettere sul risultato.

Ciò significa che gli antenati del bulldog erano cani enormi, con una corporatura molto forte, mascelle potenti e una grande resistenza al dolore. Erano più grandi e meno compatti di quelli che conosciamo oggi.

Una volta bandito questo tipo di evento, i giocatori continuavano a piazzare le loro scommesse clandestine e iniziarono ad allevare cani più grandi, nati dall’incrocio tra bulldog e terrier. Ecco come sono nati i bull terrier.

I bulldog passarono in secondo piano, ma alcuni allevatori iniziarono il lungo processo per trasformare questo cane da cane da combattimento a cane da compagnia. Attraverso questa selezione artificiale si cercò di modificare l’aspetto feroce del bulldog e ammorbidirne il carattere.

Finalmente, nel 19° secolo, il bulldog inglese venne riconosciuto come razza per le sue caratteristiche fisiche distintive e il carattere affabile. Così, divenne il simbolo del Regno Unito e la mascotte di molti college negli Stati Uniti, come la famosa Yale University.

Il bulldog francese: un aristocratico parigino

Il bulldog francese ha la sua origine nei cani molossoidi, come il bulldog inglese. Nonostante ciò, i suoi inizi non furono così rozzi. Si ritiene che sia il risultato di un incrocio tra i piccoli bulldog francesi del XIX secolo e i grandi bulldog inglesi.

Inizialmente venne scelto come compagno dai lavoratori di Parigi, per poi diventare la mascotte dell’alta società parigina e del mondo degli artisti. La razza venne riconosciuta ufficialmente nel 1898.

Tipi di bulldog a confronto: inglese e francese

Sebbene i due cani abbiano un’origine comune, possiamo evidenziare diverse differenze tra questi due tipi di bulldog.

Il bulldog inglese

È un cane a dal pelo corto e pesante, con una corporatura possente e compatta. Ha le orecchie piccole e attaccate alla testa, che è piuttosto grande in proporzione alle sue dimensioni. In generale ha una fisionomia simmetrica.

La sua faccia è schiacciata: infatti, è uno degli esempi più tipici di cani brachicefalici, che spesso hanno problemi di respirazione, russano e ansimano. La sua mascella è ampia e forte e la parte inferiore sporge leggermente in avanti rispetto a quella superiore. Pertanto, i denti inferiori sporgono dalla bocca.

Le rughe più caratteristiche sono quelle sopra il naso e prima delle orecchie. Il collo è molto spesso, profondo e forte, con la pelle spessa e rugosa intorno alla gola che forma una giogaia.

Il corpo forma una curva che cade verso la coda: questo è un altro tratto caratteristico della razza. La schiena e il torace sono profondi e l’addome è retratto. La coda è bassa, arrotondata, corta e liscia.

I bulldog inglesi camminano con passi brevi e veloci, come se camminassero sulla punta delle zampe, senza alzare troppo i piedi. Il pelo è corto, fine e liscio e può essere monocolore, tigrato, bianco o con le macchie.

Un bulldog inglese in un prato.


Il bulldog francese

Anche il bulldog francese ha una struttura corporea molossoide come il suo parente inglese, ma è molto più piccolo: infatti non supera i 13 chilogrammi di peso, mentre quello inglese supera i 20 chilogrammi.

È un cane compatto ma proporzionato, con il pelo corto, il muso rivolto all’indietro e le orecchie grandi ed erette. Spesso ha le rughe, ma non profonde come quelle del bulldog inglese.

La testa è ampia, quasi piatta tra le orecchie. In questo caso, i denti sono nascosti dalle labbra, quindi non fuoriescono all’esterno come nel bulldog inglese. Il collo del bulldog francese è forte, ma non ha il doppio mento.

La linea del corpo si solleva progressivamente dalla testa verso il centro della schiena. Questa conformazione è chiamata roach back (dorso di scarafaggio) ed è caratteristica di questa razza. Il pelo è liscio, corto e lucente. I colori più tipici sono tigrato, fulvo e con macchie bianche.

Il bulldog francese è un cane socievole, attivo, allegro e molto giocoso, anche se può essere un po’ possessivo.

Bulldog francese seduto con la lingua fuori.

Come possiamo vedere, questi due tipi di bulldog presentano varie somiglianze e differenze. A prescindere dalle caratteristiche distintive, sono entrambi ottimi cani da compagnia.

  • Federación Cinológica Internacional
  • American Kennel Club