Tonchi del grano: la piaga della dispensa

12 settembre, 2019
I tonchi formano la famiglia dei Curculionidi. Questa famiglia di coleotteri erbivori ha alcuni membri che sono  parassiti delle coltivazioni e sono pericolosi per l'agricoltura
 

I tonchi costituiscono un insieme di coleotteri della famiglia Curculionidae. All’interno di questo gruppo, ci sono diversi sottogruppi. Il sottogruppo dei tonchi del grano appartiene al genere Sitophilus granarius.

Caratteristiche generali dei tonchi del grano

I tonchi del grano (Sitophilus granarius) sono un sottogruppo appartenente all’ordine dei Coleotteri e della famiglia Curculionidae. Tutti gli esemplari delle tre specie hanno una dimensione che varia tra 2 e 4 millimetri.

Una particolarità di questo gruppo è il muso allungato che si adatta alle dimensioni del grano. Le tre specie di questo sottogruppo hanno una tonalità marrone nerastra, sebbene ognuna abbia una sua particolare caratteristica.

Infestazione

Le infestazioni avvengono sia nell’importazione di grano o altri cereali, sia direttamente nelle coltivazioni stesse, nei negozi che immagazzinano le colture o nei veicoli con cui vengono trasportati. A seconda della specie, possono essere trovati in alcune località o in altre.

Larva di tonchi

Le femmine depongono un singolo uovo all’interno del chicco e lo sigillano con una secrezione mucillaginosa. La fase larvale e il periodo della pupa si verificano all’interno del grano. Infine, quando si sviluppa il tonchio, esso esce all’esterno.

 

Quando il tonchio deve lasciare l’interno del grano, fa un grande buco nel chicco che lo ospita. Questo buco è uno dei segni che confermano la presenza di tonchi nel grano.

Sitophilus granarius o tonchi del grano

Questo scarabeo ha una tonalità marrone scuro, quasi nero, con una tonalità brillante. La sua tonalità è più chiara di quella delle altre due specie. Inoltre, non presenta macchie sul corpo.

Sitophilus granarius

Sebbene il suo corpo sia allungato e cilindrico, non supera i 4 millimetri né è inferiore a 2 millimetri. Un’altra caratteristica è che a questa specie mancano le ali, aspetto peculiare della sua famiglia.

Sebbene il tonchio del grano non voli, le infestazioni avvengono sia nell’importazione di granaglie o cereali, sia presso i negozi che immagazzinano i raccolti o nei veicoli di trasporto stessi: non si nutrono del grano piantato nei campi.

Le condizioni di riproduzione del tonchio del grano sono molto specifiche. Richiedono una temperatura compresa tra 13º C e 35º C. D’altra parte, un’altra condizione è che il grano deve avere un contenuto di umidità del 9,5%.

Habitat e distribuzione del tonchio

 

I tonchi del grano possono sopravvivere in diversi tipi di climi, con temperature variabili. Sono distribuiti in tutta Europa.

È stato osservato che sia i campioni adulti che i giovani sono resistenti ai climi con basse temperature. Non tutte le specie in questo sottogruppo, però, tollerano il freddo.

Conseguenze della piaga

I tonchi del grano sono parassiti primari. Ciò implica che non solo attaccano i grani stessi, ma anche altri prodotti che ne derivano possono essere colpiti. Ad esempio, la pasta, i biscotti e la farina.

Sia gli esemplari adulti che la prole si nutrono del grano e, di conseguenza, lo contaminano con le loro secrezioni.

I grani infetti da tonchio sono facilmente riconoscibili a causa dei grandi buchi causati dall’uscita di individui adulti. Questi cereali non sono commerciabili, il che chiaramente può avere un impatto economico importante.

Sitophilus oryzae o tonchi del riso

Gli adulti di questa specie presentano un corpo marrone nerastro con dei bozzi. Le elitre mostrano macchie giallastre e la lunghezza che raggiungono varia tra i 2,5 e i 4 millimetri.

Sitophilus-oryzae

Esternamente, non è possibile differenziare le specie Sitophilus oryzae e Sitophilus zeamais. L’unico modo per differenziarle è analizzare i genitali.

 

Il tonchio del riso ha bisogno di condizioni precise per il suo sviluppo. Richiedono temperature tra 15° C e 34° C, nonché valori di umidità relativa superiori al 40%.

Sitophilus zaemais o tonchi del mais

Il tonchio del mais appartiene al sottogruppo dei tonchi del grano ed è il più piccolo dei tre. Il Sitophilus zaemais è diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali.

Sitophilus-zaemais

A volte, quando si trovano in colture immagazzinate, possono essere trasportati in zone temperate. Questa specie si nutre del mais in campo aperto.

Danni derivati ​​dai parassiti del tonchio

Se l’espansione di una di queste specie non fosse controllata, le ripercussioni sarebbero estremamente importanti. Attualmente, esistono diversi modi per trattare queste specie, incluso un buon sistema di stoccaggio.

Il danno che causano è facilmente riconoscibile e non è altro che il buco fatto da un esemplare nel momento in cui esce dal chicco del grano. Ma non solo. I tonchi si nutrono anche del grano stesso. Questo genera umidità e riscaldamento del grano, due fattori che attirano un’altra serie di insetti e e anche funghi.

 

La conseguenza a livello economico è notevole poiché questi parassiti riducono la qualità del grano e, quindi, la sua commercializzazione. Inoltre, la sua eradicazione è piuttosto difficile.