Tutto sulla fauna della Siberia

29 maggio, 2018
 

Forse può sembrare strano che, in una regione così ostile, dove le temperature sono ben al di sotto dello zero, possa esistere la vita. Sorprendentemente, la fauna della Siberia è molto ampia e ricca. Vale la pena conoscerla meglio e, in questo articolo, vi guideremo alla scoperta di alcuni degli animali più interessanti del continente asiatico e che non vi lasceranno indifferenti.

La fauna della Siberia

È una buona idea capire meglio il contesto di una determinata zona geografica, prima di parlare della sua fauna. La Siberia è una grande regione dell’Asia settentrionale. Si estende dai monti Urali al Pacifico e dall’Oceano Polare Artico fino alla Cina, la Mongolia e il Kazakistan. Praticamente, parliamo di più della metà dell’intero territorio russo.

Come capirete bene, solamente poche persone vivono in queste zone, a causa delle avverse condizioni climatiche. In inverno si toccano temperature fino a -20 gradi e l’estate dura appena un mese. In questi luoghi possiamo trovare solo insediamenti, generalmente dispersi e con pochi abitanti.

 

Per quanto riguarda la fauna della Siberia, essa comprende più specie di quante possiate pensare. Il problema semmai è un altro. Molti di questi animali sono in pericolo di estinzione, per via della distruzione del loro habitat naturale e del bracconaggio.

1. Tigre siberiana

Conosciuta anche come tigre dell’Amur, questo carnivoro abita nelle zone di foresta esistenti al confine tra la Russia e la Cina. E’ il più grande dei felini e un maschio adulto può pesare oltre 200 kg. La lunghezza è all’incirca di due metri e si caratterizza per avere una bella e suggestiva pelliccia, che gli permette di confondersi con la vegetazione.

Nei mesi freddi, il mantello si fa più denso e nemmeno le nevicate più dure riescono a fermare questo indomabile predatore. Anche se sprofonda di vari centimetri nella neve alta, la tigre della Siberia non si ferma mai quando si tratta di inseguire alci e cervi, le sue prede preferite.

2. Oca collorosso

Che ci crediate o no, ci sono diversi uccelli che appartengono alla fauna della Siberia. Uno di questi è proprio l’oca collorosso (Branta ruficollis), che abita nelle foreste e nella tundra di questa enorme regione russa, nei pressi del fiume Chatanga e sulle pendici di anfratti e coste.

 
oca collorosso sulla neve siberiana

Quando arriva l’inverno, l’Oca collorosso migra verso il nord dell’Iran e dell’Iraq per un paio di settimane. Trascorrono la maggior parte della oro vita in Siberia, dove formano colonie di diverse coppie monogame.

3. Lupo della Siberia

Questo magnifico carnivoro appartenente alla famiglia Canis lupus, abita nella tundra e nelle aree boschive della Russia settentrionale, ma si può vedere anche in Scandinavia. Il lupo siberiano è grande, pesa circa 50 chili e la sua lunghezza può raggiungere i 140 centimetri. Possiede un pelo folto biancastro in inverno, che diventa più grigio o marrone durante i mesi estivi.

il bellissimo lupo della siberia visto di profilo
 

Forma gruppi di massimo 10 membri, che dormono in tane tutti insieme e di solito non rimangono a lungo nello stesso territorio. Si possono spostare anche di 300 chilometri in un anno, in cerca di posti migliori per cacciare e seguendo la migrazione delle renne, la loro principale fonte di cibo.

4. Gru siberiana

Nota anche come gru bianca siberiana o gru delle nevi, vive sia in Siberia occidentale che nella zona artica. E’ in grado di migrare per lunghe distanze e va in letargo nei pressi del fiume Yangtze (Cina), nel parco nazionale di Keoladeo (India) o vicino a Esfahan, in Iran.

un gru siberiana in volo

Si nutre di radici, bulbi, tuberi e piante acquatiche di zone umide, le cui spiagge sono perfette per permettergli di costruire i loro nidi. La gru siberiana è dotata di gambe e collo molto lunghi, che possono misurare fino a 140 centimetri.

 

5. Pecora delle nevi

Abita nel nord-est della regione siberiana, tra le montagne e l’altopiano Putorana, ed è uno dei rappresentanti tipici della fauna di questi luoghi. Tutte le sottospecie della famiglia vivono nei dintorni.

pecora della siberia bruca

Una delle sue caratteristiche principali è la presenza di corna in entrambi i sessi, anche se sono più grandi negli esemplari maschi e incurvate all’indietro. La sua pelliccia è marrone scuro, con macchie di colore bianco. Hanno gambe sottili ma atletiche, che permettono loro di correre e scalare nel difficoltoso ambiente siberiano, senza problemi.