I cani percepiscono lo stress dei loro padroni?

18 ottobre, 2020
L'esistenza dell'empatica canina non è un'ipotesi fantascientifica. Diversi studi hanno dimostrato che i cani possono percepire e contrarre lo stress dai loro padroni.

I cani percepiscono lo stress dei loro padroni? Che possano farlo e sentire altre emozioni è qualcosa che tutti sospettiamo. Se chiedete a qualsiasi proprietario di cani, vi risponderà che sa quando il proprio animale è triste o felice. Il suono e le espressioni facciali sono un linguaggio universale, quindi, la comunicazione tra cani ed umani non deve sorprenderci.

Ciò che affascina è sapere che, oltre a percepire gli stati emotivi dei loro padroni, i cani ne possano essere in qualche modo “contagiati” generando delle risposte fisiologiche a seconda delle situazioni.

Lo stress e le sue basi ormonali

Lo stress è definito come una sensazione di tensione fisica o emotiva. Bisogna distinguerlo in due tipi: uno cronico e l’altro acuto.

  • Lo stress acuto è una risposta fisiologica del tutto normale. Il corpo degli esseri viventi reagisce a possibili situazioni pericolose rilasciando determinati ormoni.
  • Lo stress cronico si manifesta quando il corpo percepisce segnali di pericolo e disagio anche se non c’è una vera ragione per provare queste sensazioni. Questo tipo di stress può durare giorni, settimane o mesi.

Questa sensazione ha una base ormonale ed è chiaramente associata al rilascio di adrenalina e cortisolo. L’adrenalina aumenta la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Il cortisolo migliora l’uso del glucosio nel cervello, aumenta la disponibilità di sostanze riparatrici dei tessuti, altera le risposte del sistema immunitario e influisce sulla corretta funzione digestiva.

Tutti questi meccanismi fisiologici (e molti altri) hanno una funzione chiara: indirizzare le risorse per dare priorità a risposte di lotta o di fuga da parte di un individuo. Ma in che modo i livelli di questi ormoni sono correlati al comportamento di un cane e del suo padrone?

Cane stressato tra i suoi padroni.

I cani percepiscono lo stress dei loro padroni

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature ha cercato di chiarire la relazione tra lo stress di un certo numero di cani domestici e lo stato emotivo dei loro padroni. Per fare ciò, sono stati seguiti questi passaggi:

  • Sono state monitorate 58 coppie di cani e padroni e misurati i livelli di cortisolo sia nell’uomo che nei cani in due diverse stagioni dell’anno (estate e inverno).
  • I risultati sono stati confrontati con i tratti della personalità dei padroni e con lo stile di vita di ciascuno dei cani.
  • L’esperimento ha mostrato una chiara correlazione tra i livelli di cortisolo del cane e quelli del padrone a seconda della sua personalità e del periodo dell’anno.

Per quanto incredibile possa sembrare, nei cani i livelli di questo ormone non erano condizionati dall’attività fisica, ma piuttosto dallo stato emotivo dei loro padroni.

I padroni più nevrotici, nervosi e sospettosi avevano livelli più elevati di stress che causavano una maggiore concentrazione di cortisolo nel loro cane. Questo dimostra che i cani, oltre a rilevare le emozioni delle persone, le fanno proprie.

Questo fenomeno è noto come “contagio emotivo” (emotional contagion) e risponde ad un meccanismo mediante il quale si prova empatia e le emozioni si condividono tra due o più individui, esplicitamente o implicitamente.

Dobbiamo ricordare che il padrone è l’elemento centrale nella vita di una cane, quindi, il cane è molto più influenzato dal suo padrone che viceversa. Dopotutto, le persone hanno altre relazioni sociali oltre quelle che vivono in casa, mentre i cani hanno solo noi.

Oltre l’espressione facciale

Ma con i cani andiamo oltre. Vari studi affermano che i cani sono in grado di “annusare” i cambiamenti ormonali negli esseri umani. Ciò spiegherebbe, ad esempio, perché modificano il loro comportamento quando incontrano una donna incinta.

Oltre a riconoscere le nostre espressioni facciali, questi animali possono percepire i cambiamenti dei nostri livelli ormonali.

Riconoscono, ad esempio, i livelli di ossitocina, serotonina e dopamina (sostanze prodotte quando si è felici) e possono interpretare in modo inequivocabile lo stato emotivo del padrone. È per questo motivo che i cani percepiscono anche lo stress dei loro padroni.

Padrone che abbraccia il suo cane.

I cani percepiscono lo stress dei loro padroni: un’emozione condivisa…

Come avete potuto vedere, l’empatia canina è qualcosa di reale. Gli studi hanno dimostrato che i cani sono in grado di percepire le emozioni dei loro padroni ben oltre la loro espressione facciale. E la cosa sorprendente è che ne possono essere “contagiati”.

Per tutti questi motivi, il cane è a tutti gli effetti un membro della famiglia. Se non ci viene in mente di gridare davanti a un bambino piccolo, perché dovremmo farlo in presenza dell’animale?

  • Sundman, A. S., Van Poucke, E., Holm, A. C. S., Faresjö, Å., Theodorsson, E., Jensen, P., & Roth, L. S. (2019). Long-term stress levels are synchronized in dogs and their owners. Scientific reports, 9(1), 1-7.
  • Dogs are more in tune with a humans hormone than you think, Huffingtonpost. Recogido a 2 de septiembre en https://www.huffingtonpost.com.au/2016/06/09/dogs-are-more-in-tune-with-a-womans-hormones-than-you-think_a_21392668/